Subscribe via RSS Feed

Tag: "pubblicit"

Pubblicità sul Colosseo. Perché no?

Ma scusate, l’amministrazione comunale ha completamente ricoperto la città di pubblicità mafiosa e ora, che si è finalmente deciso di restaurare il Colosseo, ci si accapiglia a precisare che non ci sarà nessuna pubblicità sul famoso monumento? Maccome, cazzo! Per far lucrare la camorra cartellonara non si scandalizza nessuno, e per recuperare finanziamenti per riqualificare [...]

Share
Livebloggin da Piazza San Giovanni. Flop di partecipazione, non di abusi

Livebloggin da Piazza San Giovanni. Flop di partecipazione, non di abusi

Perlustrazione di Degrado Esquilino in Piazza San Giovanni dove un gruppuscolo di vecchietti meridionali e qualche coatto manifestava a favore del governo Berlusconi (manifestazione a favore, sì, avete capito bene. Esistono governi che bloccano le loro capitali manifestando a favore di loro stessi…). Ma al di là dell’evidentissimo flop di partecipazione -150mila dice la questura, ma sembravano [...]

Share
Cartellopoli

Cartellopoli

Direi che è il caso coniare (tanto, visto quanto ci copiano i gioranlisti il termine avrà subito amplissima diffusione) degli opportuni neologismi. Ecco spiegato il titolo.Riguardo a Cartellopoli, visto che non si può solo parlare, ma occorre mostrare qualcosa. Ecco qui in alto un PRIMA\DOPO abbastanza eloquente. Il cartellone è di Esotas e si commenta [...]

Share
Oceano di pubblicità abusive. In attesa che…

Oceano di pubblicità abusive. In attesa che…

In attesa che scoppi lo scandalo, naturalmente. Perché prima o poi deve scoppiare. Prima o poi i banditi, anche in questo straziato paese, in galera di vanno. E dunque prima o poi, a Roma, anche magari grazie all’attività civica dei blog, vera novità del panorama, la magistratura deciderà di indagare sul abnorme bubbone della mafia [...]

Share
“Il cartello non lo tolgo. Di fatto è autorizzato”

“Il cartello non lo tolgo. Di fatto è autorizzato”

Ve lo ricordate il cartello pubblicitario abusivo apparso a Via Emanuele Filiberto al posto di un segnale di divieto di sosta? Bhe, permane ancora. Non capendo come mai, siamo andati impavidamente ad intervistare i titolari dell’esercizio commerciale pubblicizzato.Ci ha accolto nel negozietto di “Compro Oro” (non solo un cartello abusivo a distanza di 100mt, ma [...]

Share
Il riuso perde il pelo ma non il vizio

Il riuso perde il pelo ma non il vizio

Ce l’hanno fatta passare come iniziativa ecologica, la 11esima Festa Nazionale del Riuso, ma per il Rione è stata una iattura. I titolari del già a noi noto Mercatino di Porta Maggiore anche questa volta non si sono tirati indietro nel farsi pubblicità in maniera allegramente abusiva e massicciamente impattante. I volantini parlano di riuso [...]

Share
La pubblicità abusiva? Mavaffancubo

La pubblicità abusiva? Mavaffancubo

Qualcuno sa se i simpaticoni dell’ISU (una sorta di Cepu in Via Poliziano) hanno tolto questo osceno catafalco che da tempo stazione in Via Merulana? Qualcuno sa se lo hanno fatto dopo la nosra telefonata dello scorso venerdì? Qualcuno sa se questi ennesimi criminaliurbani hanno eliminato da un incrocio questo enorme prisma di pubblicità abusiva a [...]

Share
Vabbene essere sommersi di pubblicità abusiva, ma qui si va oltre…

Vabbene essere sommersi di pubblicità abusiva, ma qui si va oltre…

Guardate un po’, col giallo paglierino d’ordinanza di tutti i Compro Oro della città, con che spavalderia questo nuovo negozio di Via Emanuele Filiberto come ha ingombrato il marcipiede della sua affissione abusiva. Pali murati a terra, pannelli pericolanti e tutto il resto nella classica tradizione della pubblicità abusiva romana? Non proprio. Il palo, infatti, [...]

Share
Le ragioni del racket della pubblicità sono maggiori di Porta Maggiore

Le ragioni del racket della pubblicità sono maggiori di Porta Maggiore

La storia si può leggere dall’alto al basso come un fumetto. Storyboard del racket degli impianti pubblicitari. Una roba che se la vai a raccontare all’estero, letteralmente, non ti credono. Non credono che ci siano persone che di notte furtivamente installano impianti; non credono che vi possano essere clienti che poi comperano inserzioni su questi [...]

Share
La favela attorno ai giornalai. Facile obbiettivo di guerrilla antidegrado

La favela attorno ai giornalai. Facile obbiettivo di guerrilla antidegrado

E questo è solo un esempio di azione di guerrilla antidegrado che si può fare in pochi minuti, senza rischi e prendendosi una grossa soddisfazione. L’operazione nasce da un assunto: Roma è e resta l’unica città nella quale ogni giornalaio, in centro o in periferia, è perfettamente autorizzato a permettere tutto intorno alla sua edicola [...]

Share
Eliminare il degrado costa 20mila euro

Eliminare il degrado costa 20mila euro

DEGRADO: Prontooo, mi sente?TRASLOCATORE ABUSIVO: Sì pronto.DEGRADO: Ho visto il vostro adesivo, bhe, volevo sapere se fate dei servizi… variTRASLOCATORE ABUSIVO: Si, si, mi dica…DEGRADO: No, sa, avrei bisogno di sapere quanto mi può venire a costare un servizio di eliminazione degli orridi adesivi che si trovano su tutti i secchi della immondizia a Roma [...]

Share
Chi non stacca, peste lo colga

Chi non stacca, peste lo colga

Il prezioso lettore Stefano ci chiama e ci dice: “Degrado, qui la battaglia contro gli immobiliaristi ha subìto un salto di qualità, guarda che roba, oramai ci vogliono le cesoie per toglierli“. E poi ci manda le istantanee che vedete (vedete, si fa per dire…).Ehnnò, caro Stefano, ti sbagli. Ti sbagli perché questa tipologia di [...]

Share
Ikea Okkey

Ikea Okkey

Lungi da noi voler promuovere una realtà che -con la scusa del risparmio, ma quanto poi?- sta incrostando le case degli italiani di mobilio made in tunisia tutto uguale e tutto scadente, dando lo sfratto dalle nostre abitazioni ad una di quelle eccellenze del nostro paese che risponde al nome di arredamento. Tuttavia, questa volta, [...]

Share
Abusivismo pubblicitario che viene, abusivismo pubblicitario che va

Abusivismo pubblicitario che viene, abusivismo pubblicitario che va

Sapete quanto impiega lo stato d’animo del cittadino di buona volontà a passare dall’euforia per vedere finiti i lavori di restauro dell’obelisco lateranense (al totale scoramento? Due secondi netti. Perché transitando tangenzialmente a Piazza di San Giovanni in Laterano (e tralasciando come questa sia l’ennesima isola pedonale violata, e ciò accade, non ce lo dimentichiamo [...]

Share
Cronache dalle terre di confine

Cronache dalle terre di confine

Torniamo, come abbiamo fatto già alcuni mesi fa, a parlare di Piazza Ragusa. Slargo potenzialmente bello a pochi passi dal nostro Rione, in direzione del IX Municipio, ai margini degli eleganti Piazza Lodi Heights.Ci dà il là questa ignobile vela pubblicitaria, questa vergognosa vela pubblicitaria, questa oscena vela pubblicitaria, questa fatiscente vela pubblicitaria. Prendiamo spunto [...]

Share
Api pubblicitarie abusive? Scomparse. Grazie ai blog

Api pubblicitarie abusive? Scomparse. Grazie ai blog

Questa si che è una vittoria da godersi contro il degrado della città. Piccolo obiettivo, grande risultato: le apette pubblicitarie che fino a ieri (letteralmente fino a ieri) infestavano il centro storico della città dal Babuino all’Esquilino sono state smantellate. Come? Con una operazione che definiremo ‘di squadra’. A step. 1. segnalazione&denuncia da parte dei [...]

Share
Mini vele? E che dire delle maxi?

Mini vele? E che dire delle maxi?

Non di sole apette si nutre il traffico illecito e abusivo di pubblicità semovente nella Capitale. Se le apette -che abbiamo denunciato e sulle quali, dopo i nostri solleciti, si è espresso il minisindaco del I Municipio Lobefaro iniziando un processo che porterà alla loro rimozione- sono un problema piuttosto odioso perché puntano, grazie alla [...]

Share
Conto alla rovescia per le apette pubblicitarie

Conto alla rovescia per le apette pubblicitarie

L’imbrattamento impunito del centro storico con dozzine di Api Piaggio pubblicitarie sta per finire. La denuncia di alcuni blogger romani (soprattutto MiglioraRoma e Degrado Esquilino) è stata sposata da Giuseppe Lobefaro, sindaco del I Municipio (territorio in cui si concentrano la maggiorparte di questi cartelloni pubblicitari ambulanti) il quale, nel breve volgere di pochi giorni, [...]

Share
Apette pubblicitarie. Lobefaro sulle nostre posizioni

Apette pubblicitarie. Lobefaro sulle nostre posizioni

Questo il testo della prima e-mail che, lo scorso 21 agosto, abbiamo scritto alla polizia municipale Il blog Degrado Esquilino segnala al PRIMO GRUPPO della Polizia Municipale la presenza in alcune piazze del centro storico di Apette pubblicitarie gestite dalla società Tommi Ricci ( www.tommiricci.com, il sito è quanto di più eloquente) parcheggiate negli stalli [...]

Share
Urge insetticida per api. Pubblicitarie

Urge insetticida per api. Pubblicitarie

Un problema che non riguarda soltanto il nostro Rione Esquilino (ma in questa foto siamo proprio a Piazza Vittorio), ma tutta Roma. Uno di quei problemi che nascono e crescono a dismisura, un centimetro al giorno, contanto sul lassismo delle autorità preposte benché pluri allertate da cittadini e associazioni. Di che stiamo parlando? Delle odiosissime [...]

Share