Subscribe via RSS Feed

Tag: "marciapiedi"

Non si sa come sia possibile, ma i marciapiedi di Manzoni peggiorano ulteriormente

Non si sa come sia possibile, ma i marciapiedi di Manzoni peggiorano ulteriormente

Facciamo un rapido punto sulla situazione di Viale Manzoni. La totale assenza di manutenzione e il disfacimento dei marciapiedi obbligano il Comune (ma presto interverranno i Vigili del Fuoco?) a eliminare la possibilità di transito sul marciapiede. Presto tutti i percorsi pedonali saranno chiusi se si va avanti così

Share
La grande novità di Via Emanuele Filiberto. E non guardate il marciapiede (!!!), guardate il cartellone

La grande novità di Via Emanuele Filiberto. E non guardate il marciapiede (!!!), guardate il cartellone

Ci aspettano due mesi di follia per quanto riguarda i cartelloni. Nel nostro Municipio, entro le mura, il problema è attenuato anche se molto presente, ma in tutta Roma l’indicibile mafia dei cartelloni si sta preparando all’ultimo grande banchetto. Guardate cosa diamine è successo a Via Emanuele Filiberto

Share
Marciapiedi che racconteremo ai nostri nipotini

Marciapiedi che racconteremo ai nostri nipotini

E’ l’ennesimo video che non merita commenti. I marciapiedi, ormai, nel centro di Roma, in strade anche celebri, frequentate, famose come Via Statilia hanno i marciapiedi in terra battuta. Ebbene sì. Una situazione che in primis è umiliante per i cittadini. Costretti a vivere in una città che non ha nulla di “città”.

Share
Come vi piacciono di più i marciapiedi? Così, o così?

Come vi piacciono di più i marciapiedi? Così, o così?

Prendiamo lo spunto per la scandalosa proliferazione di bancarelle nei nuovissimi marciapiedi accanto alla Stazione Termini per proporvi due immagini e capire come vedete voi il suolo pubblico e gli spazi comuni…

Share
I lavori Amla. Ulteriori schiaffi al nostro territorio

I lavori Amla. Ulteriori schiaffi al nostro territorio

Chi ci guadagna a far vivere le persone nel brutto, nel disordine, nella prepotenza? Sicuramente ci guadagna chi dovrebbe riqualificare le strade dove ha occupato suolo pubblico per anni e poi non lo fa. Sicuramente ci guadagna -purtroppo alcuni commercianti in primis- chi lucra dall’economia del degrado. Un caso emblematico in Via Emanuele Filiberto, luogo infrequentabile un tempo tra le vie più commerciali di Roma

Share
A Via Statilia non c’è solo il Parco

A Via Statilia non c’è solo il Parco

Non c’è solo il Parco, ci dicono i nostri lettori. Si guardino anche le altre parti, vergognosamente abbandonate, di Via Statilia e di Via San Quintino. Ci siamo andati e, in effetti, pare il Vietnam, la Cambogia, Beirut di trent’anni fa. Come è possibile che ci siamo abituati a tutto ciò?

Share
Ma che senso ha rifare un marciapiede se poi non ci puoi salire?

Ma che senso ha rifare un marciapiede se poi non ci puoi salire?

Via Ludovico di Savoia, Via Umberto Biancamano, Via Menabrea, Via Carlo Felice. Lavori pubblici in corso in questi giorni. Peccato che si asfaltano centinaia di metri di strada mentre per quanto riguarda i marciapiedi sono pochi brandelli quelli ad essere riqualificati. E visto che la sagoma non è a norma, le auto continuano a posteggiare in curva e sulle strisce pedonali dopo avere avuto la soddisfazione di sfrecciare su strade ben riasfaltate. E i pedoni continuano a spaccarsi le ginocchia.

Share
E visto che ieri abbiamo parlato di marciapiedi…

E visto che ieri abbiamo parlato di marciapiedi…

Situazione di emergenza che dovrebbe essere citata in qualche denunzia, in qualche class action, in qualche diffida europea per mettere in mora il Comune di Roma. E’ assolutamente fuorilegge, infatti, tenere le strade in queste condizioni. Impedendone l’uso a anziani, carozzine, passeggini, non vedenti, portatori di handicap costretti in sedia a rotelle. Qui, anche qui, c’è tutta la violenza (violenza!) in grado di sprigionarsi in questa città.

Share
I tombini rotti sono pericolosi, mettiamoci quattro zeppi di ferro arrugginito, no?

I tombini rotti sono pericolosi, mettiamoci quattro zeppi di ferro arrugginito, no?

L’ennesimo curioso ritrovato dell’arredo urbano capitolino, qui all’Esquilino. Non solo i tombini sono in un ridicolo cemento “sbriciolabile” ma quando, ovviamente, si distruggono, anzi si sbriciolano, vengono protetti da un orripilante steccato di pali arrugginiti, appuntiti, pericolosissimi. Tenuti insieme da un nastro di plastica bianco e rosso. Un orrore, nel pieno centro della Capitale del paese. Su marciapiedi che sono già, abbondantemente, da quarto mondo.

Share
A qualcuno fischiano le orecchie?

A qualcuno fischiano le orecchie?

Lettera a Degrado Esquilino da parte del Comitato Via Emanuele Filberto. L’argomento? Ancora una volta la fine dei cantieri sulla via e la riqualificazione dei marciapiedi. E’ chiedere troppo chiedere che vengano realizzati come si fa in tutta Europa? A partire dalle orecchie…

Share
Da quanti mesi è lì questa vergogna?

Da quanti mesi è lì questa vergogna?

L’incrocio tra Via Conte Verde e Via Nino Bixio è in queste condizioni da un trimestre buono. Nessuno passa per manutenere. Decine di vigili urbani transitano, ma evidentemente nessuno segnala. E intanto c’è da ricordare come mai questo incrocio venne dotato di isola salvagente…

Share
Ci pensa il Generale

Ci pensa il Generale

Forse molti non lo sanno, ma c’è un consigliere comunale che vuole bene al nostro territorio. E in particolare vuole bene alla zona più disgraziata dell’Esquilino, quella che ha meno problemi sociali e meno immigrazione e che dunque è relegata a inutile orpello dell’Esquilino folcloristico. Per l’Esquilino del sud il Generale Torre ha già fatto degli interventi e altri, ancor più importanti, sono in programma. Ci abbiamo scambiato qualche battuta.

Share
Se questo è un marciapiede

Se questo è un marciapiede

Alcuni eterni lavori trasformano, in un tratto, il marciapiede di Via Merulana in un terribile trappolone mortale per romani e turisti. Lo abbiamo fissato con un video.

Share
Regalo di Natale? Parapedonali nuovi nuovi

Regalo di Natale? Parapedonali nuovi nuovi

Continia senza quartiere la lotta per rendere le nostre strade un posto assai inospitale per cafonazzi, coattelli e prepotenti. Un altro piccolo passetto è stato fatto a margine dei lavori -di cui vi abbiamo parlato giorni fa, a Via Umberto Biancamano. Nell’ambito di un’ordinaria riasfaltatura d’emergenza dei marciapiedi, i comitati di zona (in particolare bisogna [...]

Share
Siore e Siori, il rattoppo

Siore e Siori, il rattoppo

La classica montagna che ha partorito il topolino? Molto, molto peggio. Nel fazzoletto di strade che vanno da Viale Carlo Felice a Villa Volkonsky per quest’anno ci si aspettava una grande riqualificazione. Viale Carlo Felice stessa doveva essere messa a soqquadro dall’Atac e completamente ristilizzata, le altre strade dovevano essere rimodellate grazie a circa 700mila [...]

Share
Qui Beirut, salvateci!

Qui Beirut, salvateci!

E invece pare proprio che a nessuno interessi venirci a mettere in salvo. Stretti come siamo dalla burinaggine dei suv in sosta selvaggia sopra agli alberi, ad una manutenzione che non ci considera, a ditte incaricare di fare una cosa che invece ne fanno un’altra, a addetti comunali che vivono le richieste dei cittadini come [...]

Share
Termini. Marciapiedi da imitare

Termini. Marciapiedi da imitare

Bambine e bambini che giocano all’impazzata nelle stradine attorno alla Stazione. Si rincorrono. Urlano. Fino a qualche tempo fa l’avreste mai detto? Avreste mai ritenuto possibile una scena simile in quella kasbah di viuzze marcite, maleodoranti, caotiche di sordidi bar e zeppe di loschi figuri ad ogni ora del giorno e della sera? Eppure è [...]

Share
Latrina Vittorio

Latrina Vittorio

Nuovi uffici dell’Enpam? Nuovi ristoranti con innovative formule imprenditoriali? Restauri di palazzi di lusso? Probabile rifacimento di portici e giardini? Ma cosa conta, tutto ciò, se poi basta un tratto di penna da parte del Comune che, per risparmiare, esautora dei loro contratti tutte le cooperative che si occupavano delle pulizie “particolari” della città? Cosa [...]

Share
“Neppure riusciamo a uscire di casa ormai”

“Neppure riusciamo a uscire di casa ormai”

Vorrei documentare con alcune foto le condizioni impossibili cui dobbiamo soggiacere per entrare ed uscire di casa. Le foto si riferiscono alle vie Principe Aimone, Statilia e San Quintino dove questa situazione perdura da almeno cinque anni, senza che nessuno se ne occupi, nonostante tutti i tentativi messi in atto da noi residenti. Oronzo Tampone [...]

Share
Clamoroso a Via Gioberti

Clamoroso a Via Gioberti

Proseguiamo anche oggi a parlare di dimensioni delle carreggiate. Dato fondamentale, come vedremo anche grazie ad un filmato, per dare ordine alla città che ha il traffico più caotico d’Europa. Tutti i cittadini di Roma, non solo quelli che vivono all’Esquilino, conoscono -magari non di nome- Via Gioberti. Si tratta di quella strada famigerata che [...]

Share
Signori, si allarga!

Signori, si allarga!

Dopo tante critiche -e tante non mancheranno in futuro, tze tze!!!- dobbiamo in queste settimane dire “bravo” e dire “grazie” a Yuri Trombetti, assessore ai Lavori Pubblici del Primo Municipio che si sta adoperando per rendere credibili e coerenti i cantieri in corso nel nostro territorio. Se le cose a Via Sommeiller vanno piuttosto bene [...]

Share
La carica dei 105

La carica dei 105

V’è una cosa che è ancora peggiore che lasciare le strade senza riqualificazione: riqualificarle a metà! E’ quello che, purtroppo, sta succedendo a Via Gioberti (strada dove da mercoledì, peraltro, inizieranno i lavori di rimozione dell’armamento tramviario e conseguentemente di riasfaltatura): il grande cantiere di riqualificazione urbana curato da Atac limita infatti il suo intervento [...]

Share
I famosi tre milioni

I famosi tre milioni

Abbiamo scritto a Dino Gasperini, delegato del Sindaco per il Centro Storico, le nostre deduzioni sulla proposta di delibera che il Consiglio Comunale si appresta ad approvare per prorogare la possibilità di utilizzo dei 3 milioni di euro racimolati dai tecnici comunali e da Gasperini stesso tra gli stanziamenti non spesi risalenti al Giubileo e [...]

Share
La volta buona?

La volta buona?

Non vogliamo cantare vittoria prima di vincere, non vogliamo dire gatto prima di averlo nel sacco, non vogliamo mettere il carro davanti ai buoi e dicerie varie, ma sembrerebbe proprio che il cantiere di Via Sommeiller, almeno lui, sia destinato a esiti positivi. Le anomalie che avevamo riscontrato e rispetto alle quali avevamo avuto un [...]

Share