Subscribe via RSS Feed

Tag: "immigrazione"

Se questa è una moschea…

Se questa è una moschea…

Continuano ad aprire, tra l’altro in maniera probabilmente abusiva, luoghi di culto un po’ in giro per il Rione. Ma non sarebbe più dignitoso e interessante predisporre una bella moschea vera che potrebbe diventare oltre a punto d’orgoglio per la popolazione islamica anche un richiamo turistico in questa parte di città che deve valorizzare il suo essere multietnica?

Share
Massacrare una stupenda piazza storica. Piazza Vittorio ad esempio

Massacrare una stupenda piazza storica. Piazza Vittorio ad esempio

Incredibile lo stato di vandalizzazione di Piazza Vittorio da parte degli immigrati che usano i muri e le storiche colonne per pubblicizzare le loro attività. Difficile lamentarsi di loro visto che, una volta arrivati a Roma, hanno visto quale era l’andazzo e si sono semplicemente adeguati

Share
Il nuovo assetto dell’entrata dell’Es Hotel

Il nuovo assetto dell’entrata dell’Es Hotel

Da qualche temo l’entrata del famoso Es Hotel su Via Turati è migliorata a causa di alcuni cambi di ‘confine’. L’amministrazione comunale (o municipale) ha ‘consegnato’ all’albergo un pezzo di strada. L’area oggi è molto più decorosa, ma in virtù di quale accordo?

Share
Via Carlo Emanuele I o una favela cingalese?

Via Carlo Emanuele I o una favela cingalese?

Continuano le lettere strazianti in arrivo alla redazione di Degrado Esquilino. Questa volta il racconto, che ci lascia davvero basiti perché anche noi consideravamo quella via un posto tranquillo, proviene da Via Emanuele Filiberto. Leggete la missiva tutta d’un fiato, perché racconta per filo e per segno l’ennesimo carnevale della sopraffazione, del degrado, della prepotenza. E del totale abbandono che, di fronte a ciò, oppongono le forze dell’ordine

Share
Decine di parolacce davanti a San Giovanni in Laterano. E poi il lavoro nero

Decine di parolacce davanti a San Giovanni in Laterano. E poi il lavoro nero

Avevamo promesso altre storie dall’immondo Summer Village di San Giovanni in Laterano previsto fino ad agosto a umiliare tutta una fetta del nostro quartiere, e infatti eccole. Altre storie terribili. Di volgarità, illegalità, sopraffazione, impunità totale…

Share
Ecco quale è lo spettacolo all’Auditorium di Mecenate

Ecco quale è lo spettacolo all’Auditorium di Mecenate

Ubriachi, sbandati, piscioni, sbronzi di Tavernello, puzzolenti. Hanno occupato un angolo pregiato –uno dei pochi- del Rione e ne privano l’utilizzo a coloro che, con i propri contributi, lo hanno pagato: i cittadini, le famiglie, gli anziani. Un problema che forse sarebbe stato risolto o non si sarebbe mai presentato in presenza di un arredo urbano più accuratamente concepito. E con panchine e sedute anti-bivacco. Non è un caso se in tutto il mondo le panchine si fanno così…

Share

L’omicidio di Morena è la fotografia di una Roma nuova. Un posto strano

Strana la storia dell’omicidio di Morena. Non tanto per il movente che non c’è, per la vittima apparentemente integerrima. Strana per il contesto. Perché fotografa una Roma che cambia, che subisce una torsione. E non parlo della napoletanizzazione della città, quella è già in corso da tempo: ci si ammazza per strada come a Scampia, [...]

Share
David e i suoi (atroci) reportage da Piazza Dante

David e i suoi (atroci) reportage da Piazza Dante

Ennesimo episodio di sangue in Piazza Dante. Dove sembra che ci si debba immergere, ogni volta che ci si transita, nella New York degli anni Settanta. David, cittadino della zona, ogni tanto di scrive aggiornandoci sugli accadimenti. Che sono sempre più incredibili.

Share
Il vero volto dell’Esquilino è questo qui?

Il vero volto dell’Esquilino è questo qui?

Un progetto artistico-fotografico-sociale. Due giovani studenti di fotografia ed una idea ‘politica’: chi di dà il suo volto per una foto in cambio di un euro? Ovviamente, quando fai una roba simile a Piazza Vittorio, devi aspettarti di tutto…

Share

Davvero è razzismo dire che i rom se ne devono andare?

Il sindaco ci deve dare una casa. Anche piccola. Anche popolare. Ci stringiamo, ci arrangiamo. Questo chiedono i rom che si sono rubati la Basilica di San Paolo e non se ne vogliono andare senza nulla in cambio. La cosa più amara è che a noi questo tipo di prepotenze sembrano normali, ordinarie. Anzi, a [...]

Share

Quella bizzarra intesa e complicità tra vigili e zingari…

Sono state fatte numerose segnalazioni, in forma di esposti e di lettere ai giornali, in merito all’accattonaggio e alle attività abusive con intralcio al traffico nella zona di Viale Castrense e immediate adiacenze. Di fronte alle continue segnalazioni i vigili del IX municipio sono sempre inerti e insultanti, arrivando a negare di aver mai ricevuto [...]

Share
E intanto si chiacchiera

E intanto si chiacchiera

L’ennesmo incontro pubblico. Basato sul nulla. Come se per fare un parchetto più piccolo di un giardino privato sia necessario parlamentare per mesi. Oggi altra riunione sul Parco di Via Statilia dove, profittando di chi chiacchiera, i senza tetto stanno stabilendosi in pianta stabile.

Share
La lettera della disperazione

La lettera della disperazione

Sfiancati da uno tsunami di degrado ch sembra inarrestabile e che ricopre di fango, rumenta e detriti tutto il territorio e in particolare la zona di Via Principe Amede e del Mercato Esquilino, una amplissima rosa di associazioni, blog e comitati del territorio ha realizzato e sottoscritto una lettera. Un appello che ha la speranza e l’auspicio -vani?- di sensibilizzare le autorità a tutti i livelli. Leggiamolo e sottoscriviamolo pure da qui…

Share
Qualcuno ancora crede che i vu cumprà agiscano per loro conto?

Qualcuno ancora crede che i vu cumprà agiscano per loro conto?

Dal sagrato di Santa Maria Maggiore vanno via camion bar e bancarelle e, contestualmente, arrivano i vu cumprà delle pashmine. Guarda che caso. A San Giovanni in Laterano, in occasione del mercatino di Natale, pubblicizzato sul sito di un consigliere comunale, alcuni banchi erano affidati agli stessi venditori che solitamente stanno sul sagrato della cattedrale a vendere abusivamente. Guarda che caso…

Share
Sono durati un mese

Sono durati un mese

Ultimi giorni di novembre 2010: i nuovi cassonetti compaiono all’Esquilino e dintorni. 9 gennaio 2011, tutti i cassonetti vengono imbrattati dai traslocatori. La vana speranza che con il ricambio dei secchi andasse nel dimenticatoio anche l’orrenda visione dei cassonetti completamente foderati di adesivi pubblicitari abusivi è andata perduta. Ma, visto che la Municipale non può far nulla, una proposta per far passare la voglia a questi zozzoni la buttiamo lì noi…

Share
Moschea sì, ma come diciamo noi

Moschea sì, ma come diciamo noi

I luoghi di culto? Ben vengano a patto che stiano nelle norme, che siano in regola, che siano assolutamente entro la legalità e che siano autorizzati. E se possibile, che siano belli, tutti, non solo quelli cattolici (solitamente bellissime chiese), ma anche gli altri. Ecco cosa abbiamo risposto, essenzialmente, ad un quotidiano che ieri ci [...]

Share

Non licenziate mai un dipendente cinese

Semmai diventaste o foste imprenditori e aveste tra i vostri dipendenti un cinese, bhe, pensateci non due, ma duemila volta prima di licenziarlo. L’altro giorno, a Via dell’Omo, un cinese è stato fermato con una scimitarra in mano mentre andava a tagliare la testa al datore di lavoro di un suo compare, ingiustamente (secondo chi [...]

Share

“I figli nati a Roma degli immigrati sono stranieri”

Noi lo diciamo da tempi non sospetti e su questo blog, andando a ritroso, ci sono le prove: Laura Marsilio è una ignobile poraccia. Proprio una poraccia. Una minus habens. Una che non c’arriva. Lo vedi dalla faccia. E’ contro gente come lei, che bisogna essere razzisti. Dobbiamo arrivare al punto in cui personaggi come [...]

Share

Ci mancava il lavavetri pazzo

Avete mai visto niente del genere? Volevo segnalare, all’incrocio tra Viale Manzoni e Via di Santa Croce in Gerusalemme, la presenza di un gruppo di lavavetri e di una persona in particolare di questo gruppo, particolarmente “intraprendente” nell’espletare la sua, chiamiamola così… occupazione. Egli infatti tende dei veri e propri agguati – lanciandosi da dietro [...]

Share
Cosa significa essere crudeli?

Cosa significa essere crudeli?

Sono Maria Elisabetta Bigliazzi, abito a Via Leopardi e leggo assiduamente il vostro blog. Sono ormai 12 anni che risiedo all’Esquilino, quartiere che ovviamente adoro, tant’è che ho deciso di comprarvi casa. Sicuramente non è un quartiere facile in cui vivere, per tutti i motivi che voi ben conoscete e in particolar modo se si [...]

Share

Leggendo il Mercato Esquilino

Non propriamente una nota, quest’oggi, ma piuttosto un consiglio per la lettura. Invitiamo infatti i nostri lettori a trasferirsi momentaneamente su Dissapore, pregevole gastro-blog ricco di notizie e riflessioni sul mondo del cibo e i suoi dintorni, per degustarsi un articolo che Dissapore dedica al Mercato Esquilino. Leggetevelo e diteci: articolo troppo buono? Travisa l’effettiva [...]

Share
Le forche caudine di San Giovanni

Le forche caudine di San Giovanni

Capita non di rado di vedere persone che si sentono più sicure ad affrontare un passaggio arrischiato nel fornice utilizzato dalle macchine piuttosto che passarci in mezzo. Sfidare le auto impazzite piuttosto che transitare nelle forche caudine zingare di porta San Giovanni. Nel fornice pedonale, infatti, nell’unico fornice pedonale utile dalla parte di qua (verso [...]

Share
China Town, i morti ammazzati e i politici che perdono occasioni per tacere

China Town, i morti ammazzati e i politici che perdono occasioni per tacere

Come i nostri lettori sanno, a noi i morti ammazzati piacciono da impazzire. Ci piacciono non in quanto tali, poveri diavoli, ma in virtù del fatto che consideriamo la nostra città immersa indubitabilmente in uno stato di guerra civile de facto e siamo assolutamente consapevoli che in guerra i morti sono il pane e il [...]

Share
Cattedrale suq

Cattedrale suq

Ne avevamo parlato qualche giorno fa per far cenno ai progetti che abbiamo per lei, oggi dobbiamo riferirci alla nostra Cattedrale riferendo la dura realtà dei fatti. Le parole saranno davvero poche, lasciamo tutto quanto al video che abbiamo girato ed ai commenti vostri che sicuramente non mancheranno. Osserviamo soltanto che stiamo di fronte alla [...]

Share