Subscribe via RSS Feed

Qualche piccola informazione sul candidato di Casa Pound al Primo Municipio

A volte ritornano. Ne vanno fieri e senza vergogna. Gli stessi volti, quelli delle sprangate di Piazza Navona. Era il 29 ottobre del 2008. Durante una manifestazione studentesca gli esponenti del Blocco Studentesco – organizzazione giovanile di CasaPound – si scontrarono con gli studenti usando spranghe tricolore e cinghiate. Uno di quei volti noti è candidato proprio come presidente per il I Municipio della Capitale. Si tratta del ventinovenne militante di estrema destra Marco Casasanta.

La sua campagna elettorale è incentrata alla lotta all’abusivismo e al degrado urbano. Quello che il movimento neofascista ha sempre alimentato attaccando migliaia di manifesti abusivi nel quartiere Esquilino come abbiamo più volte raccontato. Casa Pound ha continuato per anni a coprire di manifesti abusivi sugli storici portici di Piazza Vittorio. E poi quelle croci celtiche apparse nel quartiere proprio, del tutto casualmente, dopo la manifestazione nazionale del movimento di estrema destra il 21 maggio. Ma adesso si parla di lotta al degrado, contro balordi e clandestini in giro per il municipio.  “L’ultimo problema sono i manifesti attaccati sui muri [...]“ scrive il candidato presidente sulla sua pagina fb a un utente che gli fa notare gli attacchinaggi abusivi.

Dario Lapenta

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (7)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. daniele says:

    Ma questi poveracci stanno ancora in giro? Nel quartiere sono praticamente assenti… escono solo di notte per rovinare la città di manifesti abusivi. ridicoli.

  2. amor says:

    Non sono iscritta al movimento di casapound. Ma ho avuto modo di vedere la loro manifestazione del 21 maggio visto che sono dell Esquilino. Mi ha colpito l ordine che c è stato per tutto il tempo. Tuttavia i mezzi di comunicazione hanno messo in risalto il tafferuglio creato dai contestatori ma hanno fatto credere che invece è stato creato da casapound. Cosa non vera. I casapound sono gli unici che parlano chiaro e apertamente contro lo schifo che si è creato all Esquilino. Tutti gli altri candidati che propongono x questo quartiere deturpato da negozi di dubbia qualità e centri culturali illegali? Va be voi di Roma fa schifo siete di parte è da molto tempo che non vi seguo più. Ora ho fatto una capatina sul vostro sito ma vedo che non è cambiato niente. Buon voto x domani

  3. aldo says:

    Amor,
    l’ordine di per sé non è certo una garanzia di buon governo. L’ordine può essere militare o, molto peggio, squadrista. Non si può non notare che Casapound alloggi in uno stabile occupato e che riempia il quartiere di manifesti abusivi, persino sulle palette alle fermate degli autobus.

  4. stoca says:

    Sono solo dei poveri mentecatti, non meritano neanche queste poche righe…

  5. muret says:

    questi vivono nel passato e oltre che masochisti sono anche stupidi visto che ripropongono idee che hanno già fallito in passato e per le quali il loro idolo è finito a testa in giù e l’altro si è sparato

  6. a muret says:

    È il comunismo ad essere fallito per davvero, annacquatosi nella paccottiglia liberal. Il fascismo è stato bruscamente interrotto dall’unione di quei due mondi sopracitati.

  7. muret says:

    i comunisti hanno vinto la guerra i sopracitati sono stati schiacciati come vermi , infatti uno si è sparato l’altro è finito a testa in giù

Inserisci un commento



(facoltativo)