Subscribe via RSS Feed

Il mercatino del rubato di Porta Maggiore. Foto dell’orrore

Si tiene tutti i giorni nonostante l’impegno delle forze dell’ordine (ma non serve a nulla l’impegno repressivo quando poi le leggi – e i giudici – sono di fatto dalla parte dei fuorilegge) un incredibile mercatino di roba rubata e prelevata dai cassonetti nel bel mezzo dell’hub trasportistico di Porta Maggiore. Qui si incrociano tram, autobus, treni, taxi e qui si tiene un mercato dove vengono messe in vendita, come se fosse la roba più normale del mondo, risultanze dei furti in appartamento e refurtiva prelevata da automobili scassinate.

Nel pieno centro della città nell’anno del Giubileo.

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (14)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    un altro minimarket ma proprio mini è alle spalle del mercaro aspettano che si ingrandisca

  2. Anonymous says:

    Non capisco 1) come è possibile che con ‘sta gentaglia la legge non può far nulla e poi se invece a a vendere le stesse cose è un cittadino che paga le tasse allora in tal caso si sguinzagliano finanzieri vigili e ufficio di igiene? E in più viene multato,pignorato, marchiato ecc 2) chi sono i soggetti che acquistano roba RUBATA (e quindi impregnata di sofferenza di qualcun altro ) o prelevata dai cassonetti? MI FATE CAPIRE QUALCOSA? GRAZIE

  3. Federico Vargas says:

    Il Mercato di Porta Portese nacque proprio per “elementi” rubati , prima meccanici , poi di merci varie . Un vero e proprio “riciclaggio” a cielo aperto . Per un periodo si vendevano addirittura libretti di assegni rigorosamente oggetti di furti !!!

  4. Piero says:

    Pochi giorni fa, a 50 metri dal “mercatino del rubato” di via casilina(porta maggiore) stazionavano 8 (otto) vigili e 3 (tre) auto della polizia municipali. Chiacchieravano e gicavano con gli smartphone. Quando ho detto loro che si facevano prendere in giro con i loro comportamenti (tra l’indifferente e il connivente) si sono messi a ridere!

  5. Gatling says:

    Ho notato che già da alcuni giorni, al termine del “simpatico” mercatino dei mostri, passano a pulire (togliendo 1/10 dell’immondizia lasciata sul campo) due operatori dell’Ama.
    Probabilmente il citato mercatino è ormai definitivo e riconosciuto dalle istituzioni.

  6. Sally says:

    Souvenir!

  7. russo franca says:

    Lavorando vicino Piazza Bologna subisco ogni giorno le triple file in Via Catanzaro davanti al bar Mizzica e in Via Livorno davanti al bar m’addubbai. Ho spesso sollecitato i vigili che stazionano dentro un gabbiotto a Piazza Bologna fino al giorno in cui hanno fatto una multa a me perchè, appunto per protestare, mi ero fermata sotto il gabbiotto.

  8. Sante says:

    Shocking!

  9. Carlo says:

    Il rione dei cenci!!

  10. Sante says:

    C’est finì.

  11. Dino says:

    A me sembra roba raccattata dai cassonetti

  12. marco melli says:

    Io non ci trovo nulla di strano che un mercatino di refurtiva e/o rifiuti sia “sbocciato” spontaneamente in una qualsiasi delle piazze centrali di una città come Roma…non si può far a meno di notare infatti come anche trasporti, pulizia, classe politica/manageriale ed educazione civica (ma non solo…)siano a livelli da terzo mondo.

  13. Rocco says:

    Arte di campare!

  14. nessuno says:

    zingari di merda

Inserisci un commento



(facoltativo)