Subscribe via RSS Feed

Il disastro del Parco di Via Statilia. Situazione emergenziale

Evidentemente la Giunta Marino e quella di Sabrina Alfonsi al Primo Municipio ha intenzione di passare alla storia come l’amministrazione che ha definitivamente massacrato gli spazi pubblici e gli spazi di aggregazione della città. Anche in riferimento a quel poco che di buono era stato fatto dalla Giunta precedente.

Il Parco di Via Statilia è un esempio lampante. La situazione inizia ad essere davvero emergenziale. Non si contano i giacigli ormai presenti nell’area verde da pochi anni inaugurata. Non si sa quanta gente dorme ogni giorno nel parco. Le condizioni igieniche sono precarie. Da tempo non viene sfalciata l’erba e le piante infestanti sono alte più di un metro: soffocano gli arbusti che alcuni volontari avevano piantato anni fa. C’è immondizia dappertutto sia dovuta alle frequentazioni notturne del parco sia dovuta al fatto che le panchine (tutte imbrattate) vengono usate come luogo di incontro di beoni e ubriaconi seriali. Le sedute sono di nuovo piene di scarabocchi dopo essere state pulite dai Pics non molte settimane fa. Il parco non è più frequentato dalle persone del quartiere e men che meno dai bambini: sono scappati tutti.

E’ impensabile un intervento del Muncipio che, assieme all’Assessorato all’Ambiente, non sono interessati a garantire la decenza, restano i Pics (che sono già intervenuti in passato) che vi chiediamo di interessare assieme a noi scrivendo a pics.polizialocale@comune.roma.it affinché ripristino un minimo di dignità per questo spicchio di città che verrà presto trascorso da decine di migliaia di pellegrini in occasione del Giubileo.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (15)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. brx says:

    la colpa in primis e’ dell’ incivilta’ umana .Poi non hai ancora capito che i politici e non solo ci mangiano col degrado !! Al massimo per il primo municipio esiste Monti con i suoi radical chic .Esquilino fogna di Roma

  2. stewa says:

    E’ avvilente la situazione.
    Ma non doveva diventare (Roma) una città a misura di bambino (secondo il Sindaco)???
    le numerose mail e telefonate di protesta che ho fatto alla polizia locale hanno avuto un grande effetto !!!.
    Sarebbe meglio che il Parco venga chiuso stante l’inciviltà di molti e la cura di pochi.

  3. Fabio says:

    Tanta amarezza. Incredibile. Ormai non si puo’ neanche piu’ essere felici quando inaugurano un’area del genere, perchè si sa che nel giro di pochissimo tempo diventerà devastata e infrequentabile. Ma che speranza c’è in questa città? Ma gli amministratori, non si vergognano? Marino sicuramente no, ma la Alfonsi? Speriamo ci legga…riesci a guardarti allo specchio la mattina sapendo che questo è il risultato del tuo lavoro?

  4. ciruzzo says:

    mancanza di rispetto totale e il brutto esempio viene dall’ alto . Bastava fare un’ area x i cani , uno spazio bambini ed uno x gli anziani con una spesa irrisoria ed invece sta monnezza e’ costata una cifra assurda , svariate centinaia di migliaia di euro …. Vergogna

  5. nino says:

    il brutto esempio viene proprio dal primo municipio, luogo in cui si chiacchiera a vuoto , non possono nulla non hanno potere non hanno soldi x la citta’.Chiudiamo i municipi e facciamo lavorare i dipendenti del comune di Roma che sono in grado di gestire le problematiche di tutto il territorio visto che sono migliaia e migliaia

  6. robert says:

    questi che verniciano sopra le lastre di pietra delle sedute per coprire le scritte non sono meglio dei cani che le imbrattano.
    la pietra si pulisce con l’idropulitrice o con la sabbiatrice

  7. nino says:

    non userei la frase cani che imbrattano e’ una offesa a questi esseri innocenti .W i cani !!!

  8. pasquino santacrocino says:

    Er cane mio, lì c’ha sempre cagato e io ho sempre pulito. Lì c’ha giocato pe’ ‘n sacco d’anni. E puro io da regazzino. Mo’ che so’ vecchio me domanno: ma perché tutti ‘sti marioli nun vanno a rompe er cazzo a li Parioli?

  9. Lucas says:

    Forse dobbiamo arrenderci all’evidenza: Roma non sarà mai vivibile. Abbiamo avuto una giunta peggio dell’altra e la cosa triste è che se si andasse a votare domani non ci sarebbe nessuno, dico nessuno di decente da votare….

  10. barney says:

    una soluzione c’è. Sono ripetitivo, lo so, ma dovremmo raccogliere firme per staccarci dal comune di roma e istituire il comune di esquilia. solo allora potremmo cessare di essere il cortile di servizio del centro storico

  11. Chiara says:

    Speravo di lasciare il mio quartiere e di tornare un giorno a vederlo brillare. Invece, peggio che mai!
    Che peccato… tanti giorni e soldi sprecati per fare di questo parchetto un luogo per tutti, ma ahime’, l’ignoranza regna.

  12. amor says:

    Sì anche io concordo per l istituzione del comune di Esquilia

  13. assio says:

    Esquilino come tutta Roma , ognuno fa come gli pare, ormai l’ illegalita’ e’ leggittimata .Bisogna solo andarsene e lasciare Roma e l’ Esquilino nelle sapienti mani di chi non paga un ca…. e vive a sbafo di chi paga

  14. stewa says:

    oggi sono venuti a pulire il parchetto e tagliare l’erba.
    penso che se tutti noi che ci teniamo contribuiamo facendo notare a chi lo sporca che non si deve fare, che è un bene comune che va tutelato, forse le cose andranno meglio…

  15. Nancy says:

    S.O.S.

Inserisci un commento



(facoltativo)