Subscribe via RSS Feed

Scritte naziste e scarabocchi dovunque. Così muore il Parco di Via Statilia

Triste dire “noi lo avevamo detto”. Eppure è così. Tra le critiche che lungamente facemmo al cervellotico progetto del Parco di Via Statilia c’erano quelle ridicole sedute. Spiegammo che potevano divenire lavagne per vandali e giacigli per senzatetto. E chiedemmo contromisure. Sui senzatetto ci venne dato retta e riuscimmo a far montare dei separatori in metallo. Sui writer no: chiedemmo una vernice antiwriter in modo da rendere lavabile la superficie, ma non fu possibile. Certo è difficile correre dietro ad un progetto inadeguato e ad un contesto che impedisce ormai da mesi la chiusura notturna del parco. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Ed è solo l’inizio perché la Teoria delle Finestre Rotte si è appena innescata: degrado chiama degrado. Come potete vedere anche dalle foto. I graffiti chiamano i giacigli abusivi, e poi la sporcizia, e poi altro crimine maggiore. Funziona purtroppo così. Ecco perché il fenomeno andrebbe arginato da subito. (chiediamo a tutti di scrivere a pics.polizialocale@comune.roma.it per un intervento urgente). Anche perché stanno arrivando anche le scritte naziste. Neppure su quelle si interviene?

Un luogo che potrebbe essere un sogno diventa, sempre di più, un posto dove bisogna vergognarsi di portare i propri figli. Un contesto di degrado, vandalismo e abbandono inaccettabile.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (21)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. brx says:

    era annunciato !e chi lo scriveva qui nei giorni della esaltata innaugurazione elettorale e’stato giudicato un guastafeste .Del resto che ti aspetti da sto’schifo di zona di quartiere solo chi ci vive sa che cosa vuol dire esquilino .

  2. Massimo Livadiotti says:

    Domani faremo il punto sulla situazione…..al momento c’è uno stallo dovuto al fatto che essendo l’area divenuta di competenza del Servizio Giardini ed essendo lo stesso mezzo commissariato….possiamo dire che la situazione rischia di diventare una sorta di ‘Terra di mezzo’….credo che il municipio possa ancora fare qualcosa. Intanto con i residenti ci stiamo prendendo cura di salvaguardare le ultime piante e fiori messe a dimora….la questione della chiusura e apertura è fondamentale. D’altronde il sottoscritto era tra i pochi a sconsigliare inaugurazioni e tagli di nastri elettorali….senza un vero piano di gestione. Ci rimbocchiamo le maniche e speriamo di essere contagiosi…..

  3. roht says:

    fosse solo l’esquilino a fare schifo

  4. Anonymous says:

    chimate sorrentino ci pensa lui

  5. pippo says:

    e’chiaro lo schifo e’in tutta roma o meglio in quasi tutta roma e c’e'pure di peggio ma tra i quartieri del centro e’il peggiore sporco violento insicuro senza cura x il verde e le strade buie e piene di buche

  6. pippo says:

    mi sa che i VIPS! che fino ad oggi dicevano che bello vivere all’esquilino quartiere trendy se ne scapperanno a prati o ai parioli o perche’no al fleming…..

  7. Fab says:

    …ma come la lettera che giustifica l’aumento delle rendite catastali dice che viviamo in un quartiere in !!!

  8. Francesco says:

    ma tagliamole ste mani a sti graffitari de merda, je venisse un cancro alle ossa

  9. Dionisio says:

    Retake!

  10. Magica says:

    Pienamente d’accordo con Pippo !

  11. vav says:

    qualche radical chic che ha comprato qualche anno fa a prezzi esorbitanti casa ( per questo tra l’altro ci hanno pure aumentato le rendite )all’esquilino perche’faceva figo il quartiere multietnico si lamenta ora del degrado segnalato dai comuni mortali da anni ….

  12. Pilar says:

    F B I

  13. Anonymous says:

    meglio il commissario bassettoni

  14. anon says:

    telecamere
    telecamere
    telecamere
    fanculo la privacy, tra un po la gente sbrocca

  15. anon says:

    e comunque che credete che chi fa questi “tag” e’ qualche poraccio?
    o invece si tratta di qualche cazzone della classe media o, peggio, figlio di qualche ‘artista’?

  16. Anonymous says:

    Santa Croce è una delle zona più belle di Roma, non bangladesh wave che vi piace tanto. E’ Esquilino per ripartizione geografica, ma corrisponde al centro storico.
    Il parco è monopolizzato dai soliti schizoidi disperati dell’occupazione abusiva, coi loro cagnacci fetenti sciolti, il parco è diventata una canaia ed è inaccessibile. Per completare l’opera hanno vandalizzato i cartelli coi divieti (comp0rendenti il divieto di lasciare i cani sciolti).
    Fortuna che sta mondezza sub umana ormai è sotto l’occhio del ciclone.

  17. pippo says:

    beato a te caro anonymous! le occupazioni e l’illegalita’sono sempre piu’vive e in salute ! E’piu’facile che la gente normale abbandoni sta’meraviglia di esquilino .E x favore non criminaliziamo gli animali , magari avessimo la sensibilita’canina .Il genere umano e’monnezza e strafottenza W i cani W tutti gli animali !!!

  18. ciruzzo says:

    e la tizia che ciba i gabbiani e nessuno interviene!! E chiudiamole le fontanelle che causano degrado schifoso ,siamo tutti incivili e non in grado di usarle solo x bere e poi chiuderle .

  19. Chiara says:

    Alla tizia che ciba I piccioni, gli abbiamo rubato il riso dalle mani. Nulla e’ servito con il suo lamento “anche loro devono mangiare”.
    Le canare che chiudono I cancelli per I loro poveri cani senza guinzaglio????
    Ricordo inoltre che le catene acquistate da Quattro poveri cristi che ci credevano sono state spezzate durante la notte.

  20. ciruzzo says:

    quella tizia lancia pure pezzi di carne cruda . Tra un po’la zona sara’invasa da gabbiani geneticamente modificati e aggressivi, da piccioni fastidiosi e da umani depravati menefreghisti e zozzoni .W l’illegalita’legalizzata W il paese dei balocchi W l’italia delle liberta’

  21. Alfredo says:

    Ciao,avevo inviato la mail ai pics relativamente alle scritte naziste sulla panchina che avete mostrato in foto e questa è la loro risposta.

    Prot. n. RH/2015/37650 del 18/02/2015

    Coll. prot. n. 33428/15

    Gent.mo sig. XXXXXXXXX

    nel ringraziarLa per la segnalazione che ci aiuta a mantenere il decoro della nostra città, si informa che in data 16 u.s. personale dell’AMA Linea Decoro coordinato da personale della scrivente Sezione ha effettuato intervento di cancellazione scritte presenti nella località in oggetto meglio indicata.

    L’occasione è gradita per inviare, cordiali saluti.

    Comando Generale

    Sezione P.I.C.S.

    c/o Gabinetto del Sindaco

Inserisci un commento



(facoltativo)