Subscribe via RSS Feed

Questa è Viale Manzoni dopo un temporale estivo?

La sciatteria tutta romana verso la manutenzione del verde. Le decine di migliaia di dipendenti comunali (quelli che scioperano per non perdere un illegale salario accessorio oltre a quello regolare) che scaldano seggiole dalla mattina alla sera. Un assurdo assessorato all’ambiente. Questo e altro rendono, in giornate di pioggia o di vento, ormai pericolosissimi e potenzialmente mortali i viali alberati della città e del nostro Rione. Ecco come si presentava ieri Viale Manzoni: un albero caduto e zero morti solo per miracolo; Via Merulana è allo stesso modo una insidia. Accade tutto per mancanza di soldi? Non ci credete. Accade per mancanza di voglia di lavorare nel 90% dei casi.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (9)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Massimo Livadiotti says:

    Gli alberi cadono purtroppo per una cura e manutenzione che non c’è…..si va dietro alle solo alle emergenze e basta! Gli olmi di via Manzoni in particolar modo negli ultimi 15 anni hanno subito ripetute capitozzature e potature dissennate (in periodi sbagliati) che hanno contribuito a far ammalare molti alberi che al primo temporale e vento vanno giù!Ma il discorso si può allargare a tutta la città…..non c’è un criterio nella manutenzione e dove alle volte basta spuntare le chiome (per interessi e per non dover intervenire per altri 5 anni) invece si capitozza (in pratica l’albero viene ridotto ad un palo senza rami secondari)e i risultati sono anche questi. Un altro esempio nel rione che grida vendetta è via Emanuele Filiberto….andate a vedere come hanno reagito alcuni alberi all’ultima capitozzatura!

  2. giampaolo says:

    io nel mio piccolo l’ho più volte segnalato con mail agli assessorati competenti, evidenziando sia l’assenza di cura e manutenzione degli alberi (i rami non potati arrivano ormai a toccare i marciapiedi) sia lo stato indecente dei marciapiedi. La risposta da parte del Comune?la più semplice e banale e sempre buona per tutte le stagioni: non ci sono fondi. ed allora ecco il risultato conseguente ad un forte temporale estivo. adesso i fondi per l’emergenza ci saranno?!

  3. me ne vado says:

    …eppoi scioperano pure!

  4. almeno per una volta sola nella storia di Roma non si lascerà ai posteri tronconi in mezza al marciapiede!

    @irreverentitaly

  5. Luna says:

    Se resuscitassero coloro che costruirono il meraviglioso quartiere Esquilino tornerebbero dritti dritti nella loro tomba, per non morire di crepa-cuore alla vista di tanta oscenità che ogni giorno dilaga sempre più all’Esquilino e in tutta Roma…

  6. b&b says:

    in tutta la zona gli alberi sono ammalati e non curati da anni , ma chi ti ascolta??!!! ….

  7. vav says:

    questo è l’Esquilino con le rendite raddoppiate grazie ai servizi e alle migliorie di cui beneficiano i residenti . Li mortè !!!!!

  8. oronzo says:

    Doveva per forza accadere, dato lo stato allucinante degli alberi e dei marciapiedi della zona. Meno male che non ci sono stati danni alle persone. Ma la cosa più allucinante è che siamo davanti a Villa Altieri, inaugurata due anni fa in pompa magna da Napolitano e mai aperta. Finchè non vengono cacciati a pedate Mrino e ignobile presidentessa del I municipio non possiamo sperare nulla.

  9. Tramvinicyus says:

    Nell’abbandono economico totale di tuttta la nazione (50% di tutta l’evasione fiscale europea solo in Italia) che cosa volete di più?
    E’ inutile “io ho chiamato”, “l’assessore fa il discorso” etc.. Se un albero in meno è un posto auto in più (e se poi l’albero mi da fastidio chiamo Goran, gli do 100 euro e me lo taglia la notte)ancora qui a dire di essere preoccupati per il verde in città? fate ridere….
    Il nostro unico destino è fare la fine della Jugoslavia, l’ho detto e lo ripeto….tra poco gli alberi li taglieremo noi….per riscaldarci quando non ci sarà più neanche la corrente elettrica….

Inserisci un commento



(facoltativo)