Subscribe via RSS Feed

La triste storia della macchinetta nera a Via Machiavelli angolo Piazza Vittorio

Ogni giorno. Ogni santo giorno. Sempre la solita macchinetta nera. Sempre il solito posto, come fosse riservato .Un po’ sulle strisce, un po’ nell’intersezione, sicuramente in divieto di sosta, sicuramente a rendere invisibile l’attraversamento pedonale per le auto che sopraggiungono e dunque assai pericoloso per i pedoni che traversano la strada. Insomma rendere un incrocio pericoloso, insidioso, rischioso per le auto che transitano, per le bici, per i motorini, per i pedoni e farlo perché? Solo per parcheggiare di fronte al negozio? Solo per risparmiare pochi euro di strisce blu? E soprattutto perché la Polizia Municipale – alla quale vi chiediamo di rivolgervi anche voi, ogni giorno, come facciamo noi – non interviene pur sollecitata ormai da settimane? E, infine, perché a questa auto viene consentito di ingombrare il pubblico suolo pur avendo una polizza assicurativa – almeno questo appare affacciandosi sul lunotto – scaduta da mesi e mesi?

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (12)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Andrea says:

    Forse non se accorto che è in divieto. Basterebbe inciderglielo sul cofano.

  2. Giorgio M olli says:

    ….la polizia municipale!?!? Che cos’é?

  3. Magica says:

    A piazza Vittorio ma con tutto quello che c’è ci meravigliamo della macchina in divieto ?!? Ma figurati…!

  4. Faber says:

    ma e’ nera! poi ci dicono di essere razzisti

  5. Anonymous says:

    ……..semo finiti!!.
    Questa e’ purtroppo la triste realta’.
    Nato. vivo, e lavoro in questa citta’ che amo visceralmente,nonostante tutti i suoi voluti grandi difetti.
    Forse ci vorrebbe una manifestazione spontanea, pacifica, di massa di tutti i residenti (veri). Potrebbe servire secondo voi?

  6. DiPiazzaVittorio says:

    Venite a vedere i furgoni degli ambulanti parcheggiati sotto il cartello del divieto di sosta, l’evento è gratis.
    Perchè non organizzare un tour per i turisti. Lo potremmo intitolare ‘Le merde di Roma’

  7. giampaolo says:

    Magica comprendo cosa vuoi dire ma degrado e inciviltà, accanto agli stranieri che fanno i loro bisogni in ogni angolo della piazza, accanto alla sporcizia e alle bancarelle sotto i portici, accanto ai giardini ridotti a dormitorio, è anche parcheggiare in questo modo!!!

  8. la grande monnezza says:

    che simpatica coincindenza: anche a via san quintino, incrocio via statilia, c’è sempre la 600 nera della tipa che lavora alla compagnia di assicurazioni in divieto. Non solo: sul parabrezza ha pure un cartello con la dicitura “ti prego non farmi la multa”

  9. ANONIMO says:

    anni e anni di lassismo dei rubastipendio che non fanno il loro dovere

  10. La grande mondezza says:

    Il problema sono quasi solo loro: cambiano nome, ora vanno anche in bici ma i vigili restano la vergogna della città.

  11. learn more says:

    click here for the best antique clock anywhere

  12. paolo dell'esquilino says:

    CAPISCO LE LAMENTELE, PERO’ QUALCUNO IL sindaco marino L’HA VOTATO! AVETE VISTO COME VI HA CONCIATO VIA MERULANA E VIA LABICANA? E CHE DIRE DEI FORI IMPERIALI, LUOGO DELLE SUE SCORRIBANDE IN BICI? PER QUESTO VUOLE ASFALTARE TUTTI I SAMPIETRINI! ANCH’IO ABITO ALL’ESQUILINO.. PURTROPPO, PERO’ marino NON L’HO VOTATO!! ALLE PROSSIME ELEZIONI!

Inserisci un commento



(facoltativo)