Subscribe via RSS Feed

Zona Termini. Come hanno rovinato i bei marciapiedi nuovi. Chi ha dato le autorizzazioni?

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (12)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Magica says:

    Siamo alle solite ! Ma perché non mandate ste foto direttamente al Sindaco ?!? Ma a lui personalmente però !

  2. Antonio says:

    Proprio oggi ho notato un’altra, ancora, nuova bancarella sui marciapiedi davanti alla stazione Termini. I visitatori avranno più facilità nel capire che sono approdati nel TERZO MONDO. Poi, basta muoversi, in qualsiasi direzione, si trova il degrado NON solo bancarelle. Altro che omertà,a Roma nessuno vede, nessuno parla e nessuno se ne frega dell’immagine che questà città, come capitale, da al mondo intero.

  3. premio bancarella says:

    …scommettiamo che tutti conoscete il nome del titolare della licenza? ma insomma, basta basta e basta. vietiamo tutto il commercio ambulante, in tutte le sue forme. si revochino le licenze e basta. che paese di merda

  4. premio bancarella says:

    mi viene in mente questo coretto da stadio: “c’ha il colera, c’ha la salmonella, la città della bancarella”
    che schifo

  5. anonimo says:

    il bello è che poi allo stadio gli “orgoglioni” romani fanno pure i cori di scherno verso altre città, di cui una ben nota in particolare…
    dovrebero guardare meglio il posto dove vivono, e forse la smetterebbero di insultare gli altri stavolta.

  6. energia01 says:

    A via Giobetrti, verso la stazione, i larghi marciapiedi sono occupati anche dagli ambulanti senza bancarelle; quelli che hanno semplicemente una specie di cassone su cui espongono la merce.
    In mezzo al marciapiede.

    Ma perchè? Perchè deve essere sempre uno schifo?

  7. max44 says:

    Anonimo,i romani non esistono più,qui vi è solo un accozzaglia di persone venute da tutta Italia e da tutto il Mondo,che perdendo il controllo sociale che avevano nel loro paesetto si sentono liberi di fare quello che vogliono ed il fatto che parlino il romanesco è solo un incidente di percorso.

  8. max44 says:

    Il massimo si raggiunge di fronte all’entrata della stazione in via Giolitti,dove oltre alle bancarelle più o meno abusive(per me sono tutte abusive)vi sono doppie file da entrambi i lati della via negando il transito a tutti e in modo particolare ai mezzi del trasporto pubblico,io proporrei via Gioberti solo corsia preferenziale e mandare i mezzi privati per via Cavour e sarebbe utile anche per loro in quanto salterebbero la strettoia di via Giolitti.

  9. GIULK says:

    le bancarelle davanti alla stazione sono orrende così come quelle sotto i portici di piazza vittorio. I marciapiedi nuovi sono un disastro un po’ ovunque (fatevi un giretto a via principe eugenio…) a prescindere dalle bancarelle…forse i lavori di restauro sono stati fatti con materiali un tantino scadenti??

  10. Dottorpav says:

    Quelle bancarelle forse hanno autorizzazione (MA comunque potrebbe essere stata rilasciata in modo illegittimo o utilizzata senza rispetto delle regole).
    Comunque così come si presentano sembrano violare più regole del commercio ambulante, p.e.
    - appendono merce sotto ombrellone e ad altezza maggiore di cm160, hanno dimensione superiore a mq12 (che è il max per una bancarella ambulante), ostacolano passaggio pedoni su marciapiede in quando sono a meno di mt2 dal muro.

    Segnalate con tenace pazienza a @PLROMACAPITALE le cose stanno cambiando – #ambulantiOnesti dicono basta a #ambulantiIMPUNITI -

    Dottorpav se vuoi puoi seguirmi si twitter

  11. Isole greche says:

    Sì… mandatele al Sindaco così darà “una punizione esemplare e severissima”… ma mi faccia il piacere… qui sono tutti collusi dal primo all’ultimo!!!

  12. ferter says:

    il 99% delle bancarelle presenti a roma sono illegali, per una serie di motivi, tra cui quelli elencati da Dottorpav. Basterebbe anche sono applicare il codice della strada, dato che i furgoni sembrano godere di immunità nel parcheggiare sistematicamente in doppia fila o in divieto di sosta/fermata. ma nessuno lo fa. non ho mai visto un vigile multare i furgoni delle bancarelle. mai. eppure stanno lì, in divieto, tutti i santi giorni. a questo punto è OVVIO che c’è stata una decisione dall’alto con cui si è stabilito che non si deve intervenire, in sprezzo alla legge ma soprattutto alla sicurezza dei cittadini e al decoro delle strade. inutile lamentarsi, questi sono stati autorizzati a prendersi le strade e noi non ci possiamo fare niente.

Inserisci un commento



(facoltativo)