Subscribe via RSS Feed

Gli aggiornamenti da Piazza Dante by Cittadino David

Da più di un decennio i cittadini e le associazioni di quartiere discutono sulla riqualificazione di Piazza Dante. Parola d’ordine: togliere la piazza alla malavita, sanarla dalla criminalità e restituirla ai cittadini che si sentono insicuri e sono stanchi della pericolosità del luogo. Stop ai bivacchi nei giardini, alle risse, agli accoltellamenti, basta rifiuti, urina, feci e vomito. Visto tutto ciò lo stato italiano cosa fa? Riqualifica finalmente la Piazza e restituisce i suoi giardini alla popolazione? Macchè. L’infernale macchina statale cede il vecchio e mirabile Palazzo delle Poste ai Servizi Segreti Italiani che ne fanno la propria sede. E partono i lavori di demolizione e ristrutturazione del fatiscente palazzo. La Piazza, quindi, invece di essere ripulita e finalmente bonificata è divenuta un cantiere, che durerà molti anni. All’interno dei giardini è sorta, improvvisa e non prevista, una vera e propria cittadella fatta di caseggiati, rampe e quant’altro. Noi residenti tenuti all’oscuro e imbambolati con le chiacchiere non abbiamo nemmeno capito come, dopo l’abbattimento, verrà ricostruita l’immensa, orrenda superfetazione che, situata sulla cima del palazzo, era una mostruosità condonata dallo Stato allo Stato: un enorme e palese conflitto d’interessi. Non ci è stato fornito alcun progetto e non siamo riusciti a capire chi abbia vinto l’appalto e se ci sia stato un regolare concorso. Tutto segreto. I Servizi avevano poi promesso che con l’inaugurazione del cantiere Piazza Dante sarebbe divenuto luogo sicuro e pulito: che balla clamorosa! I vigilantes ci sono eccome, anche i fari di notte, e le alte barricate. Ma è tutto per proteggere il cantiere, non i residenti. Che prima erano senza giardino per via della criminalità ed ora per via del cantiere.

David

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (9)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. voglio andar via says:

    qui non si salva piu’ niente e nessuno . Citta’ sprofondata nell’incuria e nella merda , dov’e’ finita la roma dei musei , delle bellezze storiche a cielo aperto , dei bei locali e della bella gente , delle passeggiate e del ponentino ??? Meglio andar via !

  2. ANONIMO says:

    una piazza diventata una discarica, anche i cani si schifano di andarci a cacare

  3. Anonymous says:

    Veramente senza logica. Un’immobile che vale oro in una zona centralissima. Poteva essere venduto per farne un albergo. Invece lo stato spenderà una barca di soldi per riempirlo di burocrati strapagati e nullafacenti.

  4. pippo says:

    una bella indagine su chi come quando e perchè ha deciso tutti quei mastodontici lavori in un edificio utilizzato dalle poste senza alcun problema e quindi in perfetto stato ….eppoi i servizi segreti come se avessimo abbiamo bisogno dei servizi segreti !!! A Paperopoli i servizi segreti !!!!

  5. griffin says:

    non avete idea… vedo tutto dal mio ufficio… il palazzo è stato sventrato e deturpato in barba a qualunque autorizzazione… non sono un tecnico ma credo che il cantiere sia fuori legge quanto a sicurezza… il rumore è continuo e insopportabile

  6. letterio says:

    Gentili signori,
    i commenti che ho letto non mi sembrano condivisibili per vari motivi, che non vale la pena commentare per il loro palese carattere qualunquista.
    Per quanto mi riguarda ritengo che si possa chiedere di eliminare la recinzione di quella parte di piazza che è rimasta utilizzabile.In effetti Piazza Dante è pericolosa perché circondata da muri e cancellate che tolgono visibilità dalle strade limitrofe e,quindi,creano uno spazio riservato..per i male intenzionati!!!!! E’ necessario aprire ….e sorvegliare.
    Solo cosi si potranno portare i bambini o fermarsi a leggere il giornale.In conclusione il sottoscritto auspica che la piazza sia ristrutturata con la eliminazione di quel “senso di chiuso “che la caratterizza adesso.
    Grazie per l’ attenzione e arrivederci a piazza Dante.

  7. Meg says:

    D’accordo, ma concretamente, cosa possiamo fare?! A chi bisogna denunciare tutto questo schifo? Io abito in zona e onestamente non ne posso più di tutto lo schifo che altri prima di me hanno elencato. Io credo che potremmo tentare di chiamare il Comune allo 060606 tutti i giorni, in tanti, perché questa è una zona che tutti i giorni va pulita. Voglio dire, se continuiamo solo a lamentarci, cambierà ben poco. Sono disponibile a collaborare attivamente a qualsiasi tentativo di miglioramento… proviamo a fare qualcosa, io ci sto, vi prego!

  8. letterio says:

    Anche io,potremmo fissare un incontro a piazza Dante….contarci….discutere ,,,comitato Piazza Dante……Personalmente non ho alcuna esperienza specifica in questo settore,Ho solo il desiderio di vedere la piazza pulita e sicura per poter portare il mio nipotino a giocare .

  9. go here for the top clock sync anywhere

Inserisci un commento



(facoltativo)