Subscribe via RSS Feed

Chi riesce a contare quanti ratti ormai abitano in Piazza Manfredo Fanti?

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (14)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. giampaolo says:

    i topi fanno parte dell’arredamento che ha determinato l’aumento degli estimi catastali…vero comune di roma?!?

  2. stefania di serio says:

    Il Municipio ha fatto diverse derattizzazioni ma pare non basti. Già da gennaio stiamo lavorando con i cittadini con il Comune e l’AMA per aggrefire aggredire il problema all’origine introducendo la differenziata nell’area. Sabato 22 il progetto verrà discusso con o cittadini della zona.

  3. pinky says:

    scusi sig.ra Stefania , qual’e’ il nesso tra la differenziata e i topi ? Bisogna pulire ! Non permettere che la gente lasci quello schifo intorno ai cassonetti e fare la raccolta porta a porta !

  4. Anonymous says:

    Che poi quelli là sono tra i cassonetti più saccheggiati da chi fruga nella spazzatura. Non voglio pensare ai destini delle cose che vengono rimesse circolo, dopo essere state a contatto con le feci dei topi…

  5. dongiovi says:

    la situazione igienica di piazza fanti è allucinante: tutta l’area perimetrale dell’acquario romano, in particolare in prossimità dei cassonetti, è una latrina a cielo aperto, usata da homeless e balordi per espletare i propri bisogni. la puzza, soprattutto d’estate, è insopportabile.
    i cassonetti vengono riempiti sistematicamente dalle bettole cinesi e dai magazzini di merci della zona, che buttano grandi quantità di scarti alimentari, scatoloni, imballaggi vari, ecc. spesso i rifiuti non vengono correttamente conferiti nei cassonetti, ma buttati a caso sul marciapiede, diventando un facile banchetto per ratti. gli accumuli di monnezza e i ruscelli di orina sul marciapiede sono intervallati da chiazze di vomito, feci umane, sputi e catarro (i cinesi, e non solo, amano molto sputare rumorosamente per terra e non si fanno nessun problema a mollarti una scatarrata a 5 cm dalle scarpe se li incroci per strada).
    a questo si aggiungono i raccoglitori di immondizia, che sistematicamente riversano sul marciapiede la merce esaminata e scartata.
    molto frequenti, soprattutto su via turati, anche i rifiuti ingombranti abbandonati in strada: materassi, mobili, oggetti di ogni tipo.
    non appena potrò, scappo da questo inferno.

  6. geoff says:

    Salve, non sono romano (nemmeno italiano), ma ho vissuto a Piazza Fanti per un anno e penso di conoscere la causa principale di questa infestazione di ratti.

    È vero che si nascondono spesso sotto i cassonetti ma vengono soprattutto attirati dal cibo che qualcuno mette regolarmente sul muro di recinzione del parco e qualche volta pure al marciapiede, ovviamente per i gatti. Diverse volte, quando sono tornato a case di notte, ho assistito a vere e proprie battaglie tra gatti e ratti per il cibo, di solito circa all’altezza della farmacia Ricci, e quasi sempre hanno vinto i ratti…

  7. voglio andar via says:

    dongiovi ,concordo in tutto e per tutto con te aggiungendo che la medesima situazione si riscontra in ogni dove qui all’esquilino anche in strade che potrebbero sembrare defilate come via san quintino , via statilia e dintorni . E la cosa grave e’ che nessuno interviene per mettere fine a questo scempio , anzi viene tollerato e permesso .

  8. franci says:

    ma le gattare che portano da mangiare ai gatti no?

  9. ANONIMO says:

    ma li ci cacano e pisciano regolarmente, basta sentire il puzzo nauseabondo che c’è sul marciapiede

  10. Patrizio says:

    geoff says:
    18/02/2014 at 01:11

    Diverse volte, quando sono tornato a case di notte, ho assistito a vere e proprie battaglie tra gatti e ratti per il cibo, di solito circa all’altezza della farmacia Ricci, e quasi sempre hanno vinto i ratti…

    hahahaha oddio mi hai fatto morire dalle risate!
    Stavo quasi per proporre il trasferimento della colonia felina di largo Argentina ma mi sa che non basterebbero…

  11. giampaolo says:

    la situazione è la stessa in tutto il rione: via tasso (altezza istituto santa maria), piazza dante etc. sono nella stessa condizione. Altro che differenziata, occorre una pulizia maggiore da parte dall’AMA ed uno spazzamento ad acqua. Occorrerebbe il porta a porta, specie con i negozi commerciali. Sig.ra Di Serio, il 22 dove si discuterà di questi temi?Grazie.

  12. anonimo says:

    leggo questo post solo oggi ma… è vero!!!
    non abito lì ma un po’ di giorni fa mi era capitato di passare accanto a quei secchioni per un paio di mattine di seguito e in tutte e due le occasioni ho visto i ratti scorrazzare!!!
    ed ora leggo questo posto proprio sull’argomento.
    bè è na situazione allucinante davvero. ratti in pieno giorno in giro sui marciapiedi… mah!!!

  13. Marco says:

    Bellissime le battaglie serali tra ratti e gatti, possiamo mettere su una bisca clandestina e lucrare ulteriormente su questo QUARTIERE DI MERDA(oltre ovviamente ad aver occupato un palazzone in Via di Santa Croce in Gerusalemme)…

    Complimenti, continuate a votare la Di Serio, il Tozzi ed altra gentaglia simile e noi(ed i ratti) avremo vita facile nel vostro immondo quartiere.

  14. Marco says:

    P.S. Messaggio per Tonelli: Non serve ad un cazzo eliminare i commenti da un blog, così come non serve bannare eventualmente un IP; per tua informazione esiste il TOR (visto che immagino tu non sappia cosa sia ti metto un link: http://www.torproject.org ); noi delle occupazioni abusive ne facciamo un grande uso.

Inserisci un commento



(facoltativo)