Subscribe via RSS Feed

Ancora sui lavori a Piazza Vittorio. Come hanno reagito alle piogge?

Torniamo dopo non molto tempo a criticare ancora una volta i lavori svoltisi, recentemente, tutto attorno a Piazza Vittorio. Lavori che abbiamo duramente criticato perché non risolvevano il problema a nostro avviso principale della piazza per la sicurezza della fruizione dei giardini e non solo: la sosta selvaggia. Non solo quella dal lato dei portici che davvero rende la circolazione insidiosa e stressante specie in direzione San Giovanni venendo da Statuto, ma anche la sosta selvaggia nei golfi: auto che stanno di fronte ai cancelli rendendo impossibili eventuali evacuazioni di emergenza. E il tutto nonostante i divieti e i passi carrabili.

Oggi, grazie alle grandi (?) piogge degli scorsi giorni, abbiamo evidenza sulla qualità dei lavori rispetto alle pendenze, al drenaggio e a tutte quelle caratteristiche che dovrebbero fare un buon lavoro. E non ci sono commenti ulteriori da fare. Solo costatare ancora una volta il fallimento di questo – costoso – intervento di riqualificazione della Piazza che sarà ricordato per non aver riqualificato alcunché, ma semmai per aver acuito i problemi già esistenti. E gli scivoli per non vedenti e portatori di handicap si sono trasformati nell’Acqua Piper di Guidonia grazie alla sciatteria delle ditte romane incaricate da sciatti politici e da sciattissimi funzionari comunali nell’ambito di sciattissimi bandi di gara.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (1)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. marte says:

    tanto, gli scivoli per i non vedenti o sono disastrati (vedi quello in Via Carlo Alberto davanti a S. Vito, ormai diventato una buca pericolosissima) oppure sono usati come parcheggio auto, tanto i vigili non ci sono mai…

Inserisci un commento



(facoltativo)