Subscribe via RSS Feed

Quello a sinistra è un marciapiede. Due strade da sistemare urgentemente

Il problema riguarda moltissime strade di Roma: percorsi pedonali completamente rubati dalle lamiere. Illegalmente. Come se loro avessero più diritto di vivere e di esistere rispetto ai pedoni. Come se umiliare questi ultimi sia una azione da poco conto, un male necessario. Siamo nel cuore della città. A 50 metri dalla Cattedrale di San Giovanni in Laterano, quello sullo sfondo è il bellissimo Casino Massimo Lancellotti su Via Boiardo (150 anni fa qui c’era solo lui, il resto campagna), dietro c’è via Tasso e le strade sono ridotte così. Autorimesse abusive pericolosissime per i pedoni. Prima che qualcuno ci lasci le penne, e comunque per evitare questa situazione umiliante per tutti (specie per i turisti che affollano la zona), chiediamo che il Municipio si occupi di sistemare sia Via Aleardo Aleardi sia Via Francesco Berni. Occorre allargare un po’ i marciapiedi e rifarli.  O, almeno. Proteggerli con dei parapedonali. Nel frattempo occorre chiedere alla Polizia Municipale di passare quotidianamente per le opportune contravvenzioni e, se possibile, vista la gravità della cosa, per le rimozioni coatte. A sti coatti…

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (9)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Patrizio says:

    L’intervento più urgente in 1° municipio è secondo me mettere in sicurezza la salita del Grillo/via Tor de’ Conti. Qualche mese fa hanno disegnato le strisce che impongono il divieto di sosta ma a Roma si sa ciò che avviene in questi casi…e sulla strada che costeggia il foro di Traiano passano migliaia di turisti al giorno!

  2. Anonymous says:

    Ovviamente d’accordo, ma … BASTA! BASTA citare i turisti! Chissenefrega! Il turista passa una volta nella sua vita da quella strada! è quindi SOPRATTUTTO per gli essere umani che vivono a Roma che queste barbarie DEVONO essere eliminate! Poi, certo, è anche importante per i turisti, ma dopo, molto dopo!

  3. giampaolo says:

    passandoci purtroppo spessissimo, sulle strade citate e su via tasso cito anche l’orrendo stato del manto stradale (che diventa l’unico posto in cui camminare data l’inciviltà delle persone) oltre che la forte sporcizia dei marciapiedi

  4. Renzo says:

    E oltre al rischio sicurezza stradale vogliamo dire QUANTO perde il comune di Roma per consentire parcheggi illegali in zone dove il parcheggio si paga?

    Come se col bilancio che abbiamo potessimo permettercelo!

    E in più è uno schiaffo alla gente onesta che paga il parcometro.

    PALETTI E PARAPEDONALI E PASSA LA PAURA!

  5. Paolo says:

    Purtroppo ne abbiamo parlato già parecchi mesi fa, ma nulla è cambiato. Credo che per via Aleardi la soluzione sarebbe istituire la sosta a spina sul lato sinistro (dove non ci sono palazzi) eliminando quello in linea sul lato destro per ampliarne il marciapiede e rendere più piacevole il passaggio dei pedoni.

  6. Sessorium says:

    Buona idea Paolo.

  7. p@blito says:

    assolutamente inutile il marciapiede sul lato dx (rispetto al senso di marcia), va eliminato e allargato – se possibile – l’altro.
    ovviamente i posti auto, oggi abusivi, vanno fatti diventare a pagamento.

  8. gigino o'fetente says:

    sosta a 2 euro l’ora e controllo . Situazione strade e marciapiedi di via san quintino e via statilia drammatica …..

  9. Marco says:

    Ricorda tanto via Cappellini, qui nella downtown dell’Esquilino…

Inserisci un commento



(facoltativo)