Subscribe via RSS Feed

Sì alla preferenziale su Via Emanuele Filiberto. C’è la pagina Facebook (e la mozione in Municipio)

Si struttura la battaglia di civiltà per portare una preferenziale a Via Emanuele Filiberto, laddove il tram 3 perde 10 o 20 minuti di tempo e li fa perdere a tutti i suoi passeggeri, moltiplicato per tutti. Tutti i giorni. Abbiamo parlato a lungo della questione nei giorni passati e scorrendo i post potete documentarvi. Quello che vi chiediamo ora è solo di collegarvi e di cliccare un bel “mi piace” su questa pagina Facebook in modo da generare una piazza virtuale dove poter continuare la battaglia.

Una battaglia che, tuttavia, prosegue anche sul piano politico e amministrativo. Il consigliere Stefano Tozzi, di Fratelli d’Italia, è stato di parola rispetto a quanto dichiarato nei nostri commenti e ha depositato una mozione in Consiglio Municipale che impegna il Primo Municipio a interessarsi della questione. Resta sempre una mozione, ma speriamo che muova qualcuno e speriamo che accolga le firme di molti consiglieri.  Dopodiché bisognerà salire di livello e andare dagli assessori competenti in materia, come vi abbiamo già chiesto di fare nei giorni passati.  Di più: la mozione di Tozzi non parla solo di Emanuele Filiberto, ma anche di Via Cavour, nella parte alta della strada, infatti, il nostro povero tram (non il 3, ma le altre linee che raggiungono Termini) perde altri 10 minuti perché è costretto a fare un tratto (tra l’altro in nome del nuovo percorso, pensato dall’Agenzia della Mobilità pochi anni fa) privo di protezione. Se riusciamo a recuperare tempo a Via Cavour e a Via Emanuele Filiberto possiamo consentire a queste linee di fare il loro percorso praticamente nella metà del tempo. Una svolta. Avanti!

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (17)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Andrea says:

    Giusta la prefernziale anche su Via Cavour, ma il 3 con Via Cavour non centra nulla. Su via Cavour ci passano i tram 5 e 14!!

  2. Tramvinicyus says:

    E simmo’ l’ha detto feisbucche…de corsa ce va a mettela Marino aa preferenziale, co la lingua!
    Al giorno d’oggi è così; una volta c’era la politica, adesso “la politica” siamo noi”, ciascuno è una televisione privata, ciascuno di noi è un’emittenza. Tutti come Homer e la sua Sciampista al Senato come alla Camera, feisbucco questo, tuitto quell’artro, come me sò persa er portafojo, o come quell’altro politico ha la prostata vecchia etc., secondo me siete degli illusi.
    Fino a pochi anni fa scattavo le fotografie ai mezzi pubblici come ho sempre fatto da 30 anni a questa parte.
    Da un pò di tempo come tiro fuori una macchinetta fotografica mi saltano addosso chiedendomi “de che blogghe sei?”.
    Be’, se sul serio metteranno gli zoccoletti di marmo a proteggere il tram non posso essere che contento, ma solo in Via Filiberto?
    Ce ne vorrebbero in ogni luogo…. staremo a vedere….

  3. Anonymous says:

    Magari …!!!
    Il tram 3 ha bisogno di:
    1-percorso tutto su preferenziale
    2-arrivare sino al suo naturale capolinea di stazione trastevere (per ora)
    3-essere attivo sino almeno a mezzanotte come tutti gli altri tram normali
    4-a regime: frequenza ogni 4 minuti certi e affidabili (come il tram 8, preferenziale in travertino su tutto il percorso (come il tram 8, orario sino alle 3 di notte (come il tram 8)
    5-in futuro devono esistere anche il 3A sino a Casaletto, il 3B sino ad Argentina/Venezia, il 3C sino a Risorgimento, il 3D-ad anello. Deve avere, come dovrebbero anche gli altri, tram la priorità semaforica in TUTTI i semafori
    6-N.b. per fare il preferenziale su via Emanuele Filiberto NON è necessario interrompere il servizio: basta deviarlo momentaneamente da Porta Maggiore verso Piazza Vittorio e poi su via Manzoni. Non si azzardassero a bloccarlo di nuovo.
    7-Ripristinare l’anello per via Fontana, via Merulana che permette eventuali (o anche definitivi) percorsi abbreviati dai capolinea distanti (Casaletto, Risorgimento, Argentina/Venezia) sino all’anello descritto e ritorno senza capolinea
    8-Ripristinare il capolinea di Piazza Argentina, se quello di piazza Venezia non è in grado di supportare 2 linee (utile anche per il prossimo auspicato prolungamento sino a San Pietro). Qualcuno lo ha SCIAGURATAMENTE smantellato a primavera scorsa (possiamo denunciarlo?)

  4. Paolo says:

    Bisognerà risolvere il problema dei veicoli che – provenienti da S. Giovanni – attualmente possono svoltare a sinistra per imboccare via Fontana. Per quanto riguarda i mezzi ATAC, dal capolinea posso benissimo girare a destra verso la piazza, come acacdeva fino a poco tempo fa. Alle auto dovrebbe invece essere segnalato un percorso alternativo prima dell’imbocco di Carlo Felice. Senza la svolta a sinistra non ci sarebbe più il caos quotidiano che tiene impegnati due vigili per tutta la mattina (e che provoca un insopportabile concerto di clacson).

  5. oronzo says:

    Se non si sblocca l’assurda pazzesca situazione di via Domenico Fontana dove i geni hano fatto convergere due correnti opposte che bloccano via E.Filiberto non ci può essere preferenziale (magari con barriere protettiva) che tenga.

  6. oronzo says:

    Continuo: D’altra parte se via Merulana può essere imboccata verso S.Maria Maggiore solo da S.Giovanni, vista la geniale trovata di un pezzo di viale Manzoni a senso unico, non può che esserci il casino che si verifica tutti i giorni

  7. Red says:

    Ma perchè si dovrebbe andare a sinistra a via fontana provenendo dalla piazza quando si può imboccare appunto la piazza?

    Cmq il problema generale è che ci sono troppe macchine in zone di Roma che non sono fatte per le macchine.

    Per alleggerire il problema ci vuole subito la sosta a pagamento ovunque nel centro e semicentro e soprattutto tolleranza zero contro il parcheggio illegale.

    Vedi poi come diminuiscono le macchine a via Fontana.

  8. Paolo says:

    Per Red: le auto provenienti da via Carlo Felice non possono proseguire verso la Piazza, devono obbligatoriamente girare a ds su via Emanuele Filiberto. Quando poi giran o a sinistra su via Fontana si crea il caos. In ogni caso sono d’accordo con te: vanno penalizzate le auto e aumentata la velocità di servizio dei mezzi pubblici con preferenziali vere ovunque (vedi per esempio Corso Vittorio Emanuele e via Veneto dove la preferenziale è sempre invasa da auto un sosta).

  9. Tramvinicyus says:

    “Forse non tutti sanno che 21988″ si è arrivati al punto in cui c’è il terrore di azionare uno scambio, per quanto riguarda la situazione del tram a Roma (io, vedasi nick, penso di saperne qualcosa…).
    I tram che arrivano da Piazza Venezia, diretti in rimessa, si rifiutano di svoltare a sinistra (alt. Min. Pubblica Istruzione) perché taglierebbero la strada al tram in direzione opposta. Vanno quindi fino a Trastevere FS e poi invertono la marcia nel “loop” (anello).
    Stessa cosa da Mancini verso Belle Arti. Si va dritto fino a Flaminio si inverte la marcia (cambio banco, causa assenza di anello) e si ritorna indietro connettendosi a Valle Giulia.
    Gli “anelli d’emergenza” (Via Fontana/Merulana/Manzoni e Tor De’ Schiavi) sono stati entrambi disattivati (taglio del binario) per la stessa ragione, perché il loro azionamento comportava l’attraversamento del binario della direzione opposta.
    Secondo voi si può ottenere una preferenziale in Via Filiberto, quando per fare una semplicisssima mossa che a Milano (rete tramviaria più estesa d’Italia, 115 KM di binari posati e 17 linee) oppure a Napoli (3 linee) a Messina, a Cagliari a Sassari, risulta all’ordine del giorno?
    Si può ottenere la più stupida deviazione di una corsa tramviaria a Roma senza la consueta “commissione sindacale del blablablà blablablà”
    Vi rendete conto di cosa stiamo parlando?
    Dai ragazzi….buoni sogni di preferenziale a tutti…..
    PS E naturalmente buoni sogni tramviari ad Anonymous di cui sopra….

  10. Anonymus says:

    Per RED; vista la tua conoscenza approfondita. Il problema dell’azionamento dello scambio per le “svolte a sinistra” è un problema ovunque o solo da noi? Nell’ultimo caso, come è stato risolto altrove? Come facevano quando a Roma (ad esempio nel 1929, ma anche fino ad inizio anni ’70) c’era una estesa rete di binari? Non giravano MAI a sinistra?

  11. Anonymus says:

    Scusate… la domanda era per TramVinicyus, non per RED. Comunque non ho capito bene; perchè all’altezza di via Induno non girano a sinistra? Comunque devono girare a sinistra alla stazione trastevere; cosa cambia?

  12. Anonymous says:

    Oggi attendevo il bus in via Monza (16 oppure 810) per andare in piazza Lodi. Attesa monitorata sul telefonino tramite il sito ATAC. Le vetture erano a 5, 6 fermate, ma non si muovevano. Ho dovuto rinunciare ad andare in piazza Lodi. Sono tornato verso via Merulana con un 85. Sorpresa in via Labicana, incrocio via Merulana tempi assurdi causati dai tempi semaforici regolati da poveri vigili al cospetto di un traffico pazzesco. La corsia di sinistra di via Merulana era chiusa e le macchine erano state deviate in quella di destra occupando anche il preferenziale. Ho fatto le mie rimostranze al povero vigile che non ci entrava per niente ed era costretto ad obbedire a direttive che avevano deviato il traffico privato sul preferenziale. Risultato: a chilometri di distanza, via Monza, gli autobus davano tempi di attesa pazzeschi. Possibile che NON capiscano che le preferenziali devono essere salvaguardate COMUNQUE anche in caso di emergenza (come oggi su via Labicana)? Almeno se qualcuno vuole spostarsi può contare sul bus … tanto le macchine sono bloccate lo stesso. Quindi: ZTL presto per tutto l’Esquilino.

  13. Nico says:

    Pazzesca la situazione di Domenico Fontana (dove abito!!!). Confluiscono: emanuele filiberto + santa croce + statilia, praticamente tutta la tangenziale est e tutta piazza vittorio. Se esci dalla tangenziale allo scalo san lorenzo, non hai altra possibilità, devi passare sotto casa mia!!!
    Sto cercando di raccogliere le firme come sugerito dai vigili che tutte le mattine regolano il traffico delirante, ho già scritto al sindaco senza ovviamente risposta.
    Va ripensata tutta la circolazione, ztl e cordolo sono veramente finezze dell’ultima ora!

  14. Tramvinicyus says:

    @ Nico:
    mia zia abitava al 40…
    Secondo me invece il viale adiacente alla Basilica va orientato tutto a senso unico a scendere (visto che è orientata così anche Viale Carlo Felice) e, proveniendo da fuori porta deve essere istituito l’obbligo di proseguire dritto.
    Poi chi deve andare a sinistra transiterà proprio in Via Fontana, svolta a sinistra regolata da semaforo, ovvio. Al posto dei cipressetti della Scala Santa si potrebbe fare una corsia per tornare indietro.

    @ Anonymous prima di Nico.
    Chiedi ai tramvieri se svoltano a sinistra serenamente quando guidano il tram, chiedi loro se si verifica il fatto di esser costretti a tagliare il binario del senso opposto in caso di svolta e vedi cosa ti rispondono. Se siamo arrivati a questo livello, sarà un pò difficile la preferenziale in Via Filiberto, ecco tutto.

  15. Geppo says:

    corsia riservata con cordolo in travertino e telecamere di controllo

  16. Paolo says:

    Messaggio: vogliamo la preferenziale per la linea 3 su via Emanuele Filiberto.

    Leggete la risposta surrealista dell’ATAC. Non si sono neanche presi la briga di leggere!

    Gentile Cliente,

    in riferimento alla Sua segnalazione del giorno 3 ottobre, La informiamo che, limitatamente alle competenze di Atac, verranno incrementati i controlli da parte degli Ausiliari del Traffico lungo il percorso della linea 3, con particolare attenzione al tratto stradale indicato, quale attività di contrasto all’occupazione delle corsie preferenziali da parte dei veicoli privati. Ci scusiamo per ogni inconveniente o disagio procuratoLe e Le chiediamo di contattarci nuovamente qualora la problematica dovesse ripresentarsi.

    Cordiali saluti.

    Atac Spa
    Direzione Commerciale, Marketing e Customer Care
    Rapporti con la Clientela

  17. Paolo says:

    Il Consiglio Municipale ha appena approvato all’unanimità l’istituzione della corsia preferenziale su Via Emanuele Filiberto.
    E’ il momento di insistere con ATAC!

Inserisci un commento



(facoltativo)