Subscribe via RSS Feed

Corsia preferenziale a Via Emanuele Filiberto. La vogliamo subito

Si tratta di immagini semplicemente umilianti. Ma non sono l’eccezione, anzi si ripetono tutti i santi giorni: mattina, pomeriggio e sera. Se il vostro autobus ritarda e siete dalla parte opposta della città, magari è colpa dell’ingorgo a Via Emanuele Filiberto. Se il vostro tram non arriva, idem. Sul tram è ancor più grave: il 3 corre in corsia riservata su Viale della Regina, fa praticamente lo stesso a San Lorenzo e anche sull’omonimo Scalo, salvo il nodo di Porta Maggiore (ma un semaforo su Via Grandis non risolverebbe?) è in corsia riservata su Viale Carlo Felice e poi su Manzoni e Labicana. E ancora al Celio e all’Aventino fino a Piramide. Potrebbe essere di fatto un metro’ leggero, ma così non è perché ci sono 500 metri in cui il tram deve, non si sa perché, fare a spallate con pullman turistici, auto in doppia fila e traffico privato. Le auto invadono i binari, li utilizzano per passare. Via Emanuele Filiberto è uno stradone di dimensioni generosissime, potrebbe tranquillamente ospitare la sosta, le corsie per il transito, e una corsia preferenziale centrale tanto più che qui il tram non ha previsto fermate. Dunque perché c’è questo caos che pare di stare in India? In base a quale assurda scelta? 15 o 20 minuti sono le attese che il tram deve patire per passare da queste forche caudine. I passeggeri alla fermata di Viale Manzoni aspettano un tram che sta a 25 metri da loro ma che non ce la fa ad avanzare. Lo chiediamo al Sindaco Marino ed al presidente del Municipio Alfonsi (oltre che a tutti i consiglieri, comunali e municipali): signori, perché chi viaggia con il mezzo pubblico, per di più su ferro, deve subire gli stessi ritardi che subisce chi opta per il mezzo privato? Non è una ingiustizia clamorosa questa? Non è un pazzesco incentivo a prendere l’auto?
Il tram 3 deve viaggiare, in questo tratto, in corsia protetta, alle auto private non deve essere consentito di muoversi sulle rotaie. Lo spazio c’è in abbondanza e tutti possono convivere su questo grande stradone. Ma se lo spazio c’è, chiederete voi, perché oggi appare necessario, per far defluire tutti i flussi, utilizzare anche la striscia di asfalto che ospita le rotaie? Semplice (e torniamo al discorso fatto per Via Merulana): perché si consente su Via Emanuele Filiberto una scandalosa sosta selvaggia di seconde  e talvolta di terze file. Ecco il motivo. La carreggiata destinata alle auto è quasi interamente occupata da auto in sosta illegale, e dunque alle auto in transito non rimane che invadere la sede tramviaria. Dunque preferenziale e stop alla doppia fila. Tutti potranno finalmente passare in maniera fluida e se, per qualche minuto durante le ore di punta, le auto saranno troppe e si bloccheranno, beh, il tram, come è giusto che sia, sfilerà veloce al loro fianco pulito e silenzioso. Così accade in tutte le città dell’occidente evoluto. Se volete che questo non accada anche da noi (visto che mettere due cordoli non può rappresentare un problema di soldi e inoltre rende la strada estremamente più sicura e gli incidenti non sono mancati in passato), se volete che questo non accada, dicevamo, ci dovete spiegare il motivo perché non ve n’è uno apparente!

E’ una battaglia di civiltà che può migliorare la qualità della vita di centinaia, anzi migliaia di persone stappando un collo di bottiglia di tutto il trasporto pubblico e rendendo più agevoli gli spostamenti di mezza città: combattiamola!

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (41)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Francesco says:

    Via Emanuele Filiberto è una cosa scandalosa. Sarà larga 40metri ci può stare preferenziale protetta e pure una ciclabile. Diventerebbe quasi una metro leggera. Perchè le cose che costano 4 soldi e portano benefici enormi non si fanno? SOno interventi semplicissimi e la cui enorme utilità è evidente a chiunque. Possibile che gli esperti di mobilità di ROma si industriano solo per infilare i parcheggi a spina in ogni angolo possibile?

  2. Laite says:

    Proposta significativa da sponsorizzare il più possibile. Come facciamo?

  3. Stefy says:

    Solo facendo preferenziali protette si incentiva a lasciare l’auto a casa e prendere il tram, se invece devo fare la stessa fila che farei in auto allora tutti continueranno a scegliere l’auto

    Preferenziale subito a via Emanuele Filiberto!

  4. Emanuele says:

    Beh questa è semplicemente incredibile….credo di non aver visto da nessuna parte del mondo un tram che si mettein fila insieme alla auto. Come possiamo fare qualcosa? Ma una raccolta di firme da consegnare all’ URP del Dipartimento Mobilità?

  5. Haber says:

    Ma ragazzi questa sembra l’Iraq, ma chi è che sevizia la città!!!???

  6. Kafiero says:

    Corsie preferenziali subito. Specie in casi tipo questo dove l’unica conseguenza è semmai l’eliminazione di un po’ di tripla fila. DAIIIIIIIII

  7. yorkie says:

    ZTL in tutta la zona san quintino , statilia , manzoni , emanuele filiberto , piazza vittorio etc. e poi le preferenziali , altrimenti per i residenti e’ la morte x inquinamento acustico e da smog

  8. Anonymous says:

    poi ci si domanda perchè il tram 3 impiega una vita a compiere il suo tragitto ed è inservibile per chi lavora e non può aspettare ore alla fermata!!!!!!!
    o ancora ci si chiede come mai il tram 3 improvvisamente sparisce sostituito da autobus sgangherati.
    ma andrebbero cacciati via tutti quanti a calci

  9. Tramvinicyus says:

    Solo in Via Filiberto, credete che in Via Labicana non serva? Il problema è un altro: il 3 si può gestire con simili catafalchi? Possiamo gestire una tramvia urbana con materiale rotabile, studiato, progettato e venduto alle altre città del mondo occidentale per tutt’altro tipo di esrecizio?
    Non si riesce a decidere come non rendere i Cityway mortali (una volta tolte quelle montagne di cemento in Via Labicana)e secondo voi si prenderà una decisione efficace in Via Filiberto?

    E dal 1982 che mi sono appassionato al TPL a Roma e all’estero (da qui il nick), credo di conoscerlo bene. Non datemi del pessimista se vi dico che il più stupido zoccoletto di marmo per proteggere il tram a Roma farà la fine della vostra tanto sperata pista ciclabile…..

  10. Ambedue says:

    Non è pensabile che dopo questo accorato appello non si muova niente. Pare che lo fanno apposta a tenere il tram inefficiente, non ha senso.

  11. Remo says:

    Subito!

    E non con la vernice, ma col cordolo in travertino come a viale trastevere!

    Perchè non si fa partire una raccolta firme?

  12. yorkie says:

    ancor prima di tutto cio’ tocca aumentare la tariffa oraria x la sosta a 2 euro e non permettere ne’ gli abbonamenti mensili ne’ la ridicola somma di 4 euro al giorno e allora forse ci saranno meno auto e potranno passare meglio i mezzi pubblici che in ogni caso devono essere aumentati

  13. Anonymous says:

    Una cosa si può fare, scrivere in maniera massiccia alla PEC del comune che è costretto a dare delle risposte.

    Io l’ho appena fatto, vi invito a scrivere ai seguenti indirizzi:
    protocollo.gabinettosindaco@pec.comune.roma.it,
    protocollo.mobilitatrasporti@pec.comune.roma.it,
    protocollo.polizialocalegr01@pec.comune.roma.it,
    protocollo.mun01@pec.comune.roma.it

  14. letizia cicconi says:

    stradaccordo ieri la situazione era allucinante, ditemi come ci possiamo organizzare io do una mano se volete

  15. letizia cicconi says:

    ho appreso che a giorni cosi riferiscono almeno fonti dell’assessorato ai lavori pubblci del comune cominceranno i lavori di rimozione dei newjersey su via labicana con cordoli di granito sarebbe il caso di approfittarne e chiedere che questi lavori vengano fatti anche su via e.filiberto ,naturalmente il 3 si ribloccherà un altra volta ma secondo me è il caso di insistere adesso

  16. Massimiliano Tonelli says:

    Giustissimo, con pochissima spesa e con qualche metro lineare di cordolo in granito in più si potrebbe ricollegare tutta la preferenziale con un vantaggio enorme. Anche a livello estetico.

    Come possiamo fare? Chi si può muovere?

  17. Anonymous says:

    Potrebbero esserci problemi tecnici come al solito. Ma ritengo sacrosanta la richiesta che va allargata anche a via Cavour. Predisporrò un atto di consiglio peccato che letizia non me lo puo’ firmare ne sento un po’ la mancanza a disposizione.
    Stefano Tozzi

  18. Anonymous says:

    SACROSANTA BATTAGLIA DI CIVILTA’! VOGLIAMO LE PREFERENZIALI!!!

  19. Anonymous says:

    Bravo Stefano, tienici informati

  20. yorkie says:

    Cara Letizia , accanto ai cordoli e’indispensabile rivedere la politica tariffaria della sosta auto , se non aumentiamo il ticket orario almeno a 2 euro ed impediamo la ridicola tariffa giornaliera a 4 euro , nonche’ l’abbonamento mensile , il problema traffico non lo risolviamo e non e’giusto che i residenti vivano nel disagio smog

  21. Remo says:

    Ma la tariffa a 4 euro non è stata già abolita?

  22. letizia cicconi says:

    sulle tariffe so poco, non sono più in consiglio, ma mi informo, sui cordoli credo che bisogna spingere sia con atti di consiglio che con lettere proposte ed inizative dei cittadini,se posso dare una mano io ci sono

  23. yorkie says:

    spero le tariffe a 4 euro siano state abolite . Il traffico su via emanuele filiberto e’ notevolmente aumentato , come su via statilia , dove la situazione è , come al solito , aggravata dalle auto della polizia in seconda fila e non ci sta niente da fare …. i cordoli su via emanuele filiberto sono indispensabili , ma sicuramente aggraveranno il traffico sia sulla stessa via che su via statilia . o si fa una seria politica del servizio pubblico e della viabilità o qui all’esquilino si morirà di traffico

  24. Anonymous says:

    Come giustamente dice Letizia anche i cittadini si devono far sentire, il problema è che spesso non si sa a chi rivolgersi.
    Se Letizia ci da qualche email, fax, telefono a cui rivolgersi potremo tutti insieme inviare la nostra sacrosanta richiesta di preferenziale

  25. giampaolo says:

    Oggi è una paralisi.un qualcosa di indecente. Tutto bloccato.uno schifo, un vero schifo. Via e. Filiberto, viale manzoni, via labicana, strade laterali, mai vista una cosa così. In più scendo in metro e ne devo far passare tre prima di salire perché sono tutte piene. In che schifo di città viviamo?

  26. Paolo says:

    Quella che si vede nelle foto è una situazione quasi idilliaca rispetto a cosa accade tutte le mattine. Stpo inviando alla redazione foto scattate alle 8:00 del mattino. Per due ore le auto provenienti da S. Giovanni invadono la corsia opposta per infilarsi a via Fontana. Ma siccome via Fontana non ce la fa, restano imbottigliati tutti, compresi dai tre ai sei tram che invece devono proseguire diritto. E tutti naturalmente strombazzano a più non posso. Spero che Degrado insista su questa vergogna e pubblichi le nuove foto.

  27. Paolo says:

    Si può mandare una segnalazione all’ATAC chiedendo la corsia preferenziale per il tram 3 su via Emanuele Filiberto, dove ormai tra le 8:00 e le 10:00 almeno una decina di tram restano bloccati:

    http://atac.roma.it/page.asp?p=162

    Grazie.

  28. Tramvinicyus says:

    “Nei prossimi giorni inizierà la rimozione dei new jersey in via Labicana e in Viale Manzoni, che verranno sostituiti con cordoli di granito, come da prescrizione della Soprintendenza. Questo intervento, importante anche da un punto di vista estetico e di impatto ambientale, permetterà anche un sensibile miglioramento della circolazione”.

    La Repubblica 3 Ottobre 2013

  29. Anonymous says:

    Segnalazione appena effettuata a http://atac.roma.it/page.asp?p=162

    “La sua segnalazione è stata inviata con successo”

    Codice segnalazione: 00075749/2013
    La preghiamo di riportarlo tutte le volte che vorrà comunicare con noi.

    Cordiali saluti
    Direzione Commerciale e Presidio del Territorio – Assistenza Clienti

    FATELO ANCHE VOI!

  30. Numa says:

    Il blocco del traffico di oggi (non solo all’Esquilino ma in tutta Roma) è la risposta dei vigili contro il sindaco Marino che ha nominato un carabiniere come loro capo.

    Risposta “molto civile” e senza preavviso: sciopero bianco.

  31. yorkie says:

    Via domenico fontana , via statilia , via amba aradam non possono reggere la mole di traffico che , il cambio di viabilità , vi ha scaricato . Certo la incivile prassi di buttarsi sulla corsia opposta per ” avvantagiarsi ” di qualche centimetro è ormai prassi endemica che andrebbe sansionata dai vigili , ma dove sono i vigili ????

  32. Magica says:

    Corsia preferenziale per il tram subito altrimenti non ha senso tenerlo in funzione !

  33. Anonymous says:

    Vanno assolutamente ripristinate dovunque possibile PREFERENZIALI CON CORDOLI IN GRANITO. OVUNQUE!!!

  34. Paolo says:

    “La sua segnalazione è stata inviata con successo”
    Codice segnalazione: 00075763/2013

    La preghiamo di riportarlo tutte le volte che vorrà comunicare con noi.

    Cordiali saluti
    Direzione Commerciale e Presidio del Territorio – Assistenza Clienti

    Questa mattina sono stati raggiunti decibel degni di un concerto di Madonna.

  35. Andrea says:

    Ne ho approfittato e ho mandato la segnalazione all’ATAC :D

    “Considerata l’importanza del tram 3, propongo alla vostra attenzione l’idea di creare, tramite l’uso di cordoli in granito, una corsia preferenziale su via Emanuele Filiberto dove spesso, a causa del traffico, i tram rimangono spesso bloccati.
    Inoltre non è ancora chiaro a nessuno il motivo per cui la linea 3 non è mai stata riattivata fino a Trastevere: considerato che a quanto pare non sussiste più il problema delle banchine su via Marmorata (e se ancora sussistesse, cosa si aspetta a risolverlo), perché non si riqualifica l’intero anello tranviario e la piazza davanti la stazione Trastevere? I tram ci passano tranquillamente, come si vede con la linea 8 deviata. Allora perché il 3 non può riprendere il percorso originario?”

  36. Salvatore says:

    Salve a tutti, mi permetto di intervenire nella discussione facendo prima una dovuta premessa: abito all’Esquilino (Via Bixio) e sono un sostenitore delle vostre battaglie anti-degrado, anti-traffico, anti-sosta selvaggia, pro preferenziali “vere” e quant’altro.
    Lavoro in zona Muratella (CED Alitalia) e per un problema di “ultimo miglio” e di turni settimanali spalmati in maniera casuale nell’ambito della giornata lavorativa sono costretto all’uso del mezzo privato per recarmi in ufficio. Negli ultimi giorni, causa turno alle ore 9.00, ho potuto toccare con mano la situazione che si viene a creare su via E. Filiberto, con ripercussioni fino a via Dell’Amba Aradam e giù fino alla Colombo. Mi rattrista costatare che l’aver reso Via Labicana a senso unico in direzione Manzoni ha determinato la congestione fino all’ennesima potenza di Via E. Filiberto, che adesso si accolla tutto il traffico in direzione Terme di Caracalla e Colombo. Provvedimenti di questo genere, tanto clamorosi e “rivoluzionari” quanto purtroppo non affatto ponderati, dimostrano ad un tempo l’inadeguatezza della rete viaria di questa “capitale del basso impero” e l’inciviltà dei suoi abitanti, motorizzati e non. Continuo a pensare che l’intervento su Via Labicana, portato a termine con una velocità inusuale per gli standard italiani, sarebbe dovuto essere di ben più ampio respiro, prevedendo contemporaneamente interventi strutturali e di controllo quali la realizzazione di una corsia preferenziale a regola d’arte – con cordolo rialzato e non scavalcabile – e contemporaneamente lo spiegamento capillare di forze dell’ordine a regolare e veicolare i flussi di traffico ed a sanzionare le irregolarità con severità e senza deroghe. Si sarebbe potuto e dovuto estendere l’intervento anche su via Principe Eugenio – Napoleone III con il ripristino della preferenziale ben delimitata e separata dal resto della carreggiata.
    Il problema di via E. Filiberto si è solo aggravato, a causa appunto di una mole di traffico raddoppiata rispetto al passato. Permangono la sciatteria, la noncuranza, la prepotenza di coloro i quali ritengono di essere più “dritti” o furbi degli altri, sempre e comunque al di sopra delle regole; persone per le quali la sosta in doppia o tripla fila è la regola e non l’eccezione, la segnaletica orizzontale o verticale è sempre e comunque un optional, la violenza verbale e fisica un modo come un altro di dimostrare che solo i fessi rispettano leggi e norme.
    I pullman sempre e sistematicamente parcheggiati di fronte al President, che pure ha una fermata della metropolitana praticamente sotto le proprie fondamenta, sono la ciliegina su questa deliziosa torta.
    Più continuo a vivere a Roma più mi ripeto quella frase di Pasolini che un tempo reputavo poetica, oggi solamente triste e vera: “…stupenda e misera città…”

  37. Geppo says:

    Salvatore guarda che Filiberto è larghissima e può smaltire tranquillamente tutto il traffico aggiuntivo PURCHE’ venga SECCATA la doppia fila, possibilmente con dei cannoncini appesi ai cornicioni dei palazzi che sparino dei raggi laser sulle maghine colpevoli, incenerendole all’istante conducente compreso. La larghezza della sede stradale permette anche l’inserimento della preferenziale, che va fatta SUBITO sono daccordissimo. Indirizzi utili possono essege gli URP di Assessorato e Dipartimento assessoratomobilita@comune.roma.it e mobilita@comune.roma.it

  38. Donata says:

    Preferenziale a via emanuele filiberto si ma fate attenzione…. il cordolo potrebbe essere continuo, sia davanti domenico fontana che statilia oppure interrotto. Nel primo caso la piazza sarebbe irraggiungibile, nel secondo non cambierebbe praticamente nulla, il tram si fermerebbe sempre davanti fontana e statilia. Io abito in domenico fontana e non posso più aprire le finestre di casa. Smaltiamo il traffico di circa 10000 macchine al giorno = emanuele filiberto + statilia + santa croce + manzoni….
    E’ PRIORITARIO cambiare la viabilità!

  39. PAOLO says:

    NON SI TRATTA SOLO DI ISTITUIRE UNA CORSIA PREFERENZIALE, MA DI RIORGANIZZARE TUTTA LA AMPIA SEDE VIARIA! C’E’ SPAZIO PER TUTTO, BASTA IL RIORDINO REGOLAMENTATO DELL’INTERA SEDE! MUNICIPIO (E AGENZIA, SE STRADA CLASSIFICATA “COMUNALE”), DOVE SIETE?

Inserisci un commento



(facoltativo)