Subscribe via RSS Feed

Circolo Colle Oppio. Questa è la destra nella Capitale d’Italia nel 2013

I contatti per dire a questi ‘signori’ cosa pensate di loro sono tutti quanti qui. Non fate mancare il vostro contributo.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (11)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    RABBIA E TRISTEZZA!

    POVERA ROMA!!!

  2. Tramvinicyus says:

    Più che un messaggio di fascisti mi sembra un messaggio di vecchi cattolici…
    (vabè…..che differenza c’è…..)

  3. Anonymous says:

    SEGNALAZIONE:

    Dopo la manifestazione-accozzaglia del 19 Ottobre Viale Manzoni da Vias Merulana a Via Emanuele Filiberto e’ tuttora devastato dalle scritte sui palazzi e sulla stazione metro Manzoni!

    Mc Daemon

  4. Anonymous says:

    Ma quali fascisti, un fascista vero non imbratterebbe mai i muri della Capitale Imperiale, queste sono solo zecche infiltrate a destra.

  5. Steva says:

    Capitale imperiale???? fatti vedere ma da uno bravo!!! il fascismo, ignorantone, è caduto da oltre settant’anni

  6. Anonymous says:

    Ovviamente non hai capito l’iperbole. Per quelli che erano i fascisti di oltre settant’anni fa Roma era sacra, magari il Ducetto li avrebbe fatti prendere a manganellate in faccia se li avesse beccati ad affiggere a due passi dal Colosseo.

  7. anonimo says:

    razzaccia di mentecatti con mentalità da quindicenni disadattati.

  8. Anonymous says:

    Da quando hanno dismesso i PICS ho difficoltà ad addormentarmi la notte, non posso pensare che tutti questi vandali ora sono liberi di fare quello che vogliono sotto casa mia. Io penso che questo delle scritte vandaliche sia il principale problema di questo paese una volta debellate finalmente potremmo vivere nella pace e nella giustizia

    Mc Daemon

  9. Steva says:

    La tua “iperbole” era chiara solo a te

  10. ANONIMO says:

    ma non dice nulla l’on.le giorgia meloni che fa tanto la precisina ed è a capo di sta gentaccia???
    so 4 gatti e continuano a insozzare il quartiere e a occupare abusivamente uno spazio pubblico sottratto alle rovine di colle oppio,
    che condividono tra l’altro con l’accampamento di extracomunitari e sbandati che sorge li affianco.
    robba da matti

  11. Anonimo says:

    Imbrattare i muri, poi, con frasi che non solo non capiscono neanche loro, ma che non capiscono nonostante il fatto che al confronto i Baci Perugina sono letteratura mistica presocratica commentata da Umberto Eco. “Non sono come tu mi vuoi” sono indeciso se somigli di più a un bambino in piena fase anale che si caga addosso davanti ai genitori o ad una canzone inglese tradotta male e interpretata dalla Caselli. “La vita non è una forma di tristezza ma la gioia di agire e donarsi” poi è un capolavoro, permeata com’è dalla loro ignoranza, ce l’ho già in testa lo sguardo di chi ha voluto aggiungere “una forma di”, con i voli pindarici della sua neocorteccia, che invece di scrivere “metafora” o al limite “figlia” non ha trovato niente di meglio da fare che dimostrarci che il suo quoziente intellettivo non è di 60 ma bensì di 62 aggiungendo “una forma di”. Agire e donarsi neanche commento.

Inserisci un commento



(facoltativo)