Subscribe via RSS Feed

Ogni tanto una buona notizia: niente più mercatino del rubato a Carlo Felice

Ieri mattina la Commissione Sicurezza del I Municipio, guidata dalla Consigliera Iside Castagnola“, dichiara Mauro Cioffari (Capogruppo SEL I Municipio) in una nota, “ha effettuato, a pochi giorni dal blitz della Polizia Locale Roma Capitale al mercatino abusivo di Via Carlo Felice, un sopralluogo ricognitivo“.

A circa una settimana dall’intervento delle forze di polizia, sollecitato dalle continue segnalazioni dei residenti che denunciavano la mancanza di decoro, la precarietà delle condizioni igienico sanitarie, la vendita di oggetti rubati e i rischi per la sicurezza, abbiamo constatato, assieme a tutti i membri della Commissione Sicurezza del I Municipio“, prosegue Cioffari (Capogruppo SEL I Municipio), “che il Parco di Via Carlo Felice è finalmente stato restituito alla cittadinanza. Nessun venditore abusivo, nessuna bancarella di merce rubata“.

Esprimiamo soddisfazione per questo importante risultato. La fruibilità del Parco di Via Carlo Felice”, conclude Cioffari (Capogruppo SEL I Municipio), “continuerà a dipendere dall’azione di collaborazione tra cittadini e amministrazione municipale. L’attenzione dei cittadini e delle cittadine al bene comune è il principale strumento di controllo sociale di cui oggi disponiamo. Grazie a questa collaborazione la Giunta guidata dalla Presidente Sabrina Alfonsi ha definitivamente restituito decoro e dignità ad un bene comune“.

Fin qui i comunicati ufficiali, che pubblichiamo volentieri per dare atto ai consiglieri ed alla giunta del Primo Municipio di aver finalmente agito con decisione sullo scandalo del mercatino del rubato di Via Carlo Felice: una piattaforma di sporcizia e ricettazione nel cuore di un parco pubblico con scene che non sarebbero accettabili e accettate da nessuna parte non di occidente, ma del mondo. A giugno, un po’ temerariamente, andammo a riprendere questo autentico scandalo. Venimmo aggrediti con durezza dagli ‘operatori’. Forse il Municipio si accorse della cosa e qualche tempo dopo votò una mozione in Aula che obbligava la struttura (Vigili Urbani ecc) ad intervenire. In questi giorni l’intervento si è concretizzato ed è andato a buon fine: ladruncoli, ricettatori e quant’altri stanno forse smettendo di venire. Nel frattempo forse ci dovrebbe essere un plus di indagine e di approfondimento da parte delle autorità: chi organizza questi mercati? Quanto costa avere uno “spazio” e chi ci guadagna? Quali sono i basisti? Quale è il ruolo del bar all’interno del parco che dovrebbe avere tra i suoi compiti quello anche di mantenere il decoro e che quando venimmo aggrediti per 10 minuti a un metro e mezzo di distanza da lui disse alla fine dell’aggresione “io non ho visto nulla”?

Nel frattempo, ringraziamo il Primo Municipio e lo sproniamo affinché vigili, così che lo sforzo di riqualificazione non sia vanificato.

AGGIORNAMENTO: Lo sforzo è stato vanificato subito. Oggi il mercatino del rubato è tornato al suo posto…

Share

si parla di: , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (19)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Marco says:

    Buona notizia, sì, ma sono meno ottimista: “a naso” immagino che stiano già facendo il mercato da un’altra parte, più che stare subendo indagini incisive sulle loro attività.

  2. ANONIMO says:

    basterebbe un agente in borghese che si infiltra in questi mercatini (latrine), organizza il solito banchetto di immondizia (quanto più lurida tanto più credibile), e aspetta di vedere come funziona l’organizzazione. non ci vuole molto
    io vorrei sapè che fanno tutto il giorno

  3. Anonymous says:

    Bene, se non altro perche’si riconosce che quel mercatoe’un problema serio. Ora pero’: i) si continui a vigilare; ii) si controlli che il mercato stesso non si sposti nel marciapiede adiacente il parco; iii) si approfondiscano le indagini sugli abituali frequentatori del mercato e sulla eventale presenza di veri e propri gestori, come suggerito da degrado esquilino

  4. Anonymous says:

    Faccio presente che oggi c’era di nuovo il mercato del rubato.
    Questo mi rattrista

  5. anonimo says:

    la cosa ancora più triste è che quell’azione (oggi vanificata) è scaturita a seguito di ripetute denunce da parte dei cittadini.
    la piazza e la zona è una delle più presidiate da parte dei vigili urbani, ma non si capisce perché occorra che siano i cittadini a dover segnalare le cose tramite esposti.
    mi chiedo quale sarebbero i doveri dei vigili urbani di roma. non si annoiano a stare sempre dentro a quei gabbiotti? si facessero più spesso qualche giretto a piedi. ma loro si difendono sempre dietro alle consegne che hanno. bah…

  6. Anonymous says:

    il successo del municipio, i comunicati stampa roboanti sono durati lo spazio di una notte complimenti

  7. Anonymous says:

    ma perchè avevate dubbi ? i vigili servono per controllare la nuova viabilità dei Fori, no ?…

  8. Anonymous says:

    Si vabbe’, perche’con la vecchia viabilita’ai Fori i vigili era diversi? Il mercatino del rubato di viale Carlo Felice stava sempre la’ e i vigili altrove… viene quasi da pensare male…

  9. Anonymous says:

    si vabbe’…perche’con la vecchia viabilita’dei fori i vigili stavano tutti a controllare il mercato del rubato di via Carlo Felice

  10. Anonymous says:

    BASTA BASA BASTA!!

    A Carlo Felice deve essere ripristinata la LEGALITA’. BASTA, NON E’ PIU’ POSSIBILE!!!

  11. pensare male? says:

    …maddai ragazzi, mica qualcuno penserà che i solerti vigili interrompano le loro chiacchiere per fare qualcosa… vorrei davvero che qualcuno segnalasse qualche episodio di normale svolgimento del loro lavoro.

  12. pensare male? says:

    …e comunque, se ci fosse la differenziata e/o la raccolta porta a porta, non assisteremmo più a queste scene di “pesca” dai cassonetti di robaccia varia. In ogni caso, chiunque butta i vestiti o le scapre potrebbe usare i contenitori della caritas (ce ne sono tantissimi nel ns rione), che sono a prova di uncino…

  13. Stufa says:

    Ancora ci scandalizziam0,il mercato di viale Marconi esiste da anni,ma i SIGNORI VIGILI URBANI non hanno mai visto nulla….la notte se andate trovate tutto quello che vi serve,anche ciò che vi hanno rubato….volete parlare delle prostitute in lieta conversazione,indovinate con chi?Povera Roma e poveri Noi.

  14. Anonymous says:

    Mi dispiace non abitare da queste parti, in una finestra con distanza in linea d’aria dal mercatino del rubato minore del tiro utile del mio fucile ad aria compressa, non vi posso promettere che qualcuno perdeva la vista ma giuro che mi ci impegnavo a mirare sugli occhi di qualche zingaro.

  15. Anonymous says:

    ^^Ecco l’anonimo cojone che la butta in caciara.

    Butta al cesso la tua pistola ad aria compressa e fai qualche denuncia in piu’. Non e’ contro gli zingari che il Post e’ diretto ma contro l’indecente ILLEGALITA’ di cui Roma e’ soffocata.

  16. anonimo says:

    stamattina alle 11 circa non c’era quel famoso mercatino. io ho controllato il solito posto, cioè di fronte al chiosco, a meno che non si siano spostati magari giù in fondo al parco.
    c’erano però 3-4 zingari a vendere immondizia (e intendo letteralmente immondizia) lì nei pressi sotto gli archi delle mura. e c’erano 2 turisti a guardare quel ciarpame ed evidentemente interessati a un qualche acquisto.
    ero esterrefatto: ma come si può anche solo considerare per un istante di comprare del ciarpame lurido con molta evidenza raccattato da un secchione dell’immondizia?
    ma che razza di gente viene a visitare roma dall’estero? scena incredibile.

  17. anonimo says:

    dovuta news:
    stamattina 25/9 alle ore 11 circa c’era addirittura una macchina dei vigili urbani a presidio all’interno del parco.
    naturalmente niente mercatino.

  18. Anonymous says:

    Arrestati? Indagati? Presi a calci? Ributtati a casa loro, dove per un furto di un euro si fanno tre anni di galera? Noo?
    Dopodomani ve li ritrovate lì, o dentro casa a scassinarvi la cassaforte.

Inserisci un commento



(facoltativo)