Subscribe via RSS Feed

E Via dello Statuto? Si bloccherà o non si bloccherà. S’è già bloccata


Qualcosa come tre minuti per fare 150 metri di strada. Il vero nodo del sistema di mobilità conseguente ai cambi di senso e di flussi dovuti alla ‘pedonalizzazione’ dei Fori Imperiali è Via dello Statuto molto più di Via Merulana. Le auto dirette da Piazza Venezia all’Eur o a San Giovanni perché mai dovrebbero, una volta salite per Via Cavour e Via Lanza, imboccare Via Merulana? Niente affatto: proseguiranno dritte per Via dello Statuto – Piazza Vittorio – Via Emanuele Filiberto e dunque sono queste le direttrici da osservare.
Lo abbiamo fatto per quanto riguarda Via dello Statuto ieri sera e abbiamo appurato quello che sospettavamo: la strada è bloccata di traffico, per percorrere poco più di 100 metri sono necessari minuti e minuti, ma la colpa, come tutti pensano a Roma, non è del “traffico”, bensì della “sosta”. La strada obbliga le auto, addirittura, ad un senso unico alternato con conseguenze evidenti. Se la Polizia Municipale oltre che da Via Merulana non si impegnerà al massimo a togliere la sosta selvaggia e la doppia fila anche da Via dello Statuto (i negozi perdono clienti? Ma quando mai, molte delle macchine, anche quelle riprese nel video sono di proprietà dei negozianti stessi!), il blocco sarà inevitabile.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (8)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Marcus says:

    Ogni volta che la percorro penso ad una soluzione facile, facile:
    Cordolo centrale in muratura, sosta convertita da fila a spina ed una sola corsia carrabile per lato. Aumentano i posti auto regolari ( addirittura con spazio per alberature tra macchina e macchina)e la doppia fila diventa impossibile.
    Tonelli che ne dici?

  2. sessorium says:

    Ok per cordolo centrale. Ma la spina no: meglio ciclabili leggere nelle intercapedini sosta-marciapiede.

    MARCIAPIEDE | CICLABILE | SOSTA | CARREGGIATA | CORDOLO | CARREGGIATA | SOSTA | CICLABILE | MARCIAPIEDE

  3. Marcus says:

    Si, non male, ma di ciclabile ne basta una per lato (doppia) che occupa più o meno il posto di una fila di auto, per cui si potrebbe fare un misto:
    MARCIAPIEDE/CICLABILE/SOSTA IN FILA /CARREGGIATA/CORDOLO/CARREGIATA/SOSTA A SPINA/MARCIAPIEDE.
    Ma in realtà va bene anche la tua idea, l’importante è lasciare solo due corsie carrabili (una per senso)separate da cordolo!

  4. P@blito says:

    I like both!

  5. Anonymus says:

    Repubblica di oggi, 4 settembre:

    NON CI SONO SOLDI PER GLI STRAORDINARI AI VIGILI
    A RISCHIO GLI AUTOVELOX

    Non riesco a capire; qualcuno può spiegarmi?
    1-gli autovelox funzionano da soli, basta applicarli su un palo …
    2-basta che il vigile faccia 1 (UNA!!!!!!) multa al giono con gli autovelox e gli straordinari sono ripagati!
    3-mi sembra che gli autovelox non costino NIENTE di gestione e fruttino MOLTO per le multe.

    Dove sbaglio?

  6. DiPiazzaVittorio says:

    Perchè non usare le mine magnetiche????

    Dopo due botti sono sicuro che non parchggia in doppia più nessuno.

  7. bibi says:

    ma se in doppia fila a via statilia so ‘ quelli della polizia !! E non cesta’gniente dafa’…..

  8. Anonymous says:

    La fermata con la macchina è spesso NECESSARIA (carico/scarico spesa, persona anziana, ecc.).
    Come evitare che avvenga in “seconda fila”?
    Solo facendo in modo che esistano posti SEMPRE liberi in PRIMA FILA; ad esempio riservando metà posti alla SOSTA e metà posti alla FERMATA. Non facile (soprattutto da far rispettare), ma penso che sarebbe l’unica soluzione.
    Un primo modo potrebbe essere quello di ridurre del 66% le auto circolanti a Roma.

Inserisci un commento



(facoltativo)