Subscribe via RSS Feed

La zona riqualificata attorno alla stazione. Bilancio positivo?

Un giorno ci piacerebbe avere il tempo e andare nel quadrilatero di strade che, ormai qualche anno fa, l’Agenzia della Mobilità ha sistemato a margine del cambiamento di direzione dei tram tra Via Gioberti, Via Manin e Via Cavour. All’epoca la mini rivoluzione tramviaria che portò il capolinea di fronte alla Stazione Termini ebbe come conseguenza un’ottima risistemazione dei marciapiedi laddove, prima, c’era marciume e degrado.
Ripassare oggi in queste strade – anche se, come abbiamo spesso documentato, la manutenzione (specie dei paletti) lascia a desiderare e non mancano le infrazioni e le auto fuori posto – restituisce un’immagine di gioia, ricchezza, operosità, civiltà. Turisti da tutte le parti, ristoranti pieni in ogni ordine di posto, viaggiatori giovani e meno giovani che passeggiano attraverso strade e incroci che sono diventati posti accoglienti semplicemente togliendo le auto e allargando i marciapiedi non facendo chissà qualche rivoluzione copernicana. Una azione che si potrebbe fare dovunque e che dovunque porterebbe qualità della vita, successo per il commercio e per la ristorazione, risultati migliori per l’hotellerie e il ricettivo in generale.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (7)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. red says:

    basterebbe togliere le due maxi bancarelle di fronte a pasta rito angolo via gioberti una vera vergogna da fotografare

  2. Anonymous says:

    da residente vi posso dire che il bilancio è molto ma molto positivo, c’è un abisso tra il prima e il dopo dei lavori, traffico diminuito ( e vi assicuro che nonostante vi sia un ventesimo dei posti auto di prima è più facile trovare parcheggio adesso), niente più doppie file, marciapiedi comodi e larghi,incroci e striscie pedonali libere, passeggi in tranquillità a qualsiasi ora della notte e del giorno. Inoltre la qualità dei ristoranti e bar è salita di livello, sia per i piatti che per il tipo di locali. é vero che alcuni paletti sono stati divelti, ma basterebbe un minimo di manutenzione e qualche paletto di più. Bell’esempio di riqualificazione urbana considerando quello che si vede nel resto della città….

  3. Patrizio says:

    Meno paletti, più parapedonali. Molto più difficili da divellere!

  4. Magica says:

    Speriamo che una RIQUALIFICAZIONE SERIA venga al più presto progettata e subito attuata per piazza Vittorio che senza alcun dubbio è una delle piazze più belle d’Italia ma altrettanto una delle più degradate

  5. Roberto says:

    passando in quella strada tutte le sere, vedo che i ristoranti sono quasi sempre pieni, con prezzi decisamente sopra la media della zona, sintomo del fatto che i ristoratori non hanno problemi a riempire i loro locali. i clienti sono quasi esclusivamente turisti stranieri, che sono disposti a spendere qualche euro in più se (e solo se) l’ambiente circostante è pulito, ordinato, silenzioso.

  6. antipop says:

    non diciamo sciocchezze. nonostante la riqualificazione (e ben venga), l’ambiente circostante rimane degradato e pericoloso. i turisti che si fermano negli squallidi ristoranti della zona sono circondati da borseggiatori, prostitute, venditori abusivi, homeless ubriachi. l’epicentro del degrado è quel mostro indecente di doppia bancarella di fronte a pastarito (bella merda pastarito). il punto più pericoloso in assoluto il mc donalds girato l’angolo su via giolitti. anzi, il bar-locale accanto al mc, chiaramente frequentato dall’elite della zona. sono giovane e forte, ho girato abbastanza il mondo, anche in posti degradati, ma se devo passare lì di notte a piedi tengo entrambi gli occhi ben aperti, non senza un po’ di apprensione. dove la vedete questa immagine di “gioia, ricchezza, operosità, civiltà” ma de che stamo a parla’?!

  7. robert says:

    si ma che schifo i sanpietrini tutti imbrattati di asfalto che hanno messo vicino alle rotaie; sti pecioni; poi molti paletti sono già divelti

Inserisci un commento



(facoltativo)