Subscribe via RSS Feed

Si avvicina la svolta per il dente cariato di Via Merulana?


Pare che uno degli ultimi atti della scorsa Giunta, felicemente mandata a casa da un rotondo voto popolare, sia stato lo sblocco (dopo una decina d’anni di stasi) dei lavori per il dente cariato di Via Merulana: l’ex ufficio d’igiene.
Qui dunque dovrebbero nascere 1700 mq di uffici a seguito di una riqualificazione in project financing (pagano i privati che poi ‘rientrano’ affittando l’immobile) ed una prelazione per l’Amministrazione Comunale. Nel grande e poco gradevole palazzo adiacente, infatti, ha sede l’Assessorato alle Politiche Sociali e il relativo Dipartimento e dunque il Comune potrebbe essere interessato a allargarsi una volta che questi nuovi uffici saranno pronti.
Si tratta di vedere quale ditta vincerà l’appalto e quale architetto questa ditta incaricherà. Nell’auspicio che il livello possa essere decisamente più alto rispetto alle ultime riqualificazioni architettoniche nel Rione: il nuovo albergo di Via Machiavelli o la nuova sede dell’Empals su Piazza Vittorio. Aborti architettonici che speriamo non si ripetano qui.

E speriamo non si ripeta, semmai poi il Comune dovesse occupare gli uffici, il livello di manutenzione e cura che il Comune stesso palesa nel resto del lotto\isolato in questione. Palazzi marci, condizionatori appesi all’esterno come non succede più manco nei sobborghi di Scutari in Albania. Da notare poi che questa riqualificazione potrebbe\dovrebbe essere associata ad un più profondo intervento sull’area. Tutti questi stabili (Assessorato, Dipartimento, Asl e nuovo palazzo ex Ufficio d’Igiene) insistono su di un enorme cortile che potrebbe essere valorizzato e sfruttato, ad esempio, per la realizzazione di un grande parcheggio interrato che contribuisca a togliere auto dalle strade fornendo un’alternativa sotterranea e regolare alla sosta selvaggia. La cosa darebbe molto più valore al project financing e restituirebbe tutto l’isolato al suo ruolo pubblico più autentico. La sosta così potrebbe essere tolta dalla superficie non solo contrastando la doppia fila su Via Merulana, un vero cancro, ma anche eliminando la sosta ai lati del marciapiede da molte delle strade circostanti questa zona e Piazza Dante: senza auto parcheggiate ovunque potrebbero diventare deliziose.

Share

si parla di: , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (23)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. F says:

    Oh ma siete ossessionati con i parcheggi! Siamo in pieno centro a 200 metri da una fermata di metro e su una strada dove passa il tram. Ci si potrà arrivate con i mezzi publici almeno lì? La sosta selvaggia è un cancro perchè i romani hanno troppe automobili, non perchè mancano i parcheggi. Non è normale che gli abitanti dell’Esquilino abbiano un’auto a testa come se abitassero in un paesino in mezzo alla maremma e non è normale che la gente che ci lavora pretenda di raggiungere una zona così centrale e servita con l’automobile.

  2. sessorium says:

    Togliere le auto dalle strade per metterle sotto terra significa essere ossessionati dai parcheggi? A te piacciono tanto le nostre belle strade ottocentesche decorate con migliaia di lamiere, a noi no. Okkay?

  3. anonim says:

    Togliere le auto dalle strade per metterle sottoterra o comunque in un parcheggio è sacrosanto. Io abito a Via Merulana e non vedo perchè non posso avere una macchina; pago un posto auto le varie tasse e la uso quando decido io. Basta criminalizzare chi ha l’auto. Multate severamente chi parcheggia a cavolo,o fa altre infrazioni mettete più mezzi pubblici, e vedete che la situazione migliorerà da sola.

  4. ANONIMO says:

    parcheggi sotterranei come quello a piazza Cavour che non usa nessuno???
    non ci vuole molto a immaginare che tra il parcheggio selvaggio aggratisse e quello (caro) sotterraneo il coatto di turno scelga il primo.
    basta machine c’è la metro e il tram
    reintrodurre la sosta a pagamento;
    blindare le preferenziali aumentando la velocità e la frequenza dei mezzi pubblici;
    stangare i coatti della sosta selvaggia…

  5. sessorium says:

    Hai i dati di utilizzo di Piazza Cavour? Ce li puoi passare nel dettaglio che ci interessano molto?

    Detto questo, visto che non sei evidentemente mai stato in una capitale occidentale, ti spieghiamo come funziona: non devi lasciare la scelta tra la sosta a pagamento e la sosta gratis-abusiva altrimenti tutti sceglieranno la seconda. Devi fare sosta a pagamento, interrata, e togliere FISICAMENTE la possibilità di fermarsi in maniera abusiva. Concetto afferrato?

  6. F says:

    Anonimo non insistere! Ogni abitante dell’Esquilino deve avere la sua bella macchina sotto casa per andare a comprare il giornale e ogni persona che ci lavora deve andare all’Esquilino con la macchina! La metro, il tram e le bici sono per gli sfigati come te anonimo, che in una capitale occidentale non ci sei mai stato. Ora non rimpere le palle che c’è da scavare! Solo per l’Esquilino servono almeno 30.000 box auto! Poi,forse, potremo avere le strade senza auto in tripla fila. Forse…

  7. sessorium says:

    Se ne stanno tutti buoni buoni, ma appena parli di togliere i posti AGGRATIS in mezzo alla pubblica via e di trasformarli in posti a pagamento sottoterra arrivano subito quelli che piuttosto che rinunciare al postomaghina a sbafo sotto le finestre si venderebbero la figlia in cambio di un cammello. Zoppo e vecchio.

  8. ANONIMO says:

    x sessorium
    i dati non ce li ho ma mi basta passare quotidianamente per la piazza per constatare che il parcheggio è SEMPRE libero e la piazza è SEMPRE assediata dalle auto.
    in ogni caso, al di là dei suoi toni eccessivi, non crede che il creare nuovi parcheggi sia un incentivo all’uso dell’auto? non crede che i parcheggi sotterranei siano strutture costose e poco funzionali per lo meno in un centro storico? non crede che l’uso dell’auto sia una cattiva abitudine da sradicare?

  9. ANONIMO says:

    x sessorium
    che ne dici di un bel parking Colle Oppio utilizzando le navate della domus aurea

  10. sessorium says:

    Faccio fatica a spiegarmi: non bisogna creare nuovi parcheggi, bisogna togliere i parcheggi sopra e metterli sotto.

  11. ANONIMO says:

    x sessorium
    più che far fatica a spiegare lei fa fatica a capire: un parcheggio tradizionale nelle strisce blu non è paragonabile ad un parcheggio interrato,
    c’è la stessa differenza che passa tra un barboncino e un alano.

    le faccio un altro esempio che forse è più chiaro: accade spesso già ora di vedere i pochi parcheggi nelle strisce blu liberi e poi le auto in sosta selvaggia nella zona non a pagamento (si figuri cosa accadrebbe considerati i costi stratosferici della sosta dentro i parcheggi interrati).
    Inoltre non potrà negare che da quando aledanno ha introdotto la sosta libera eliminando (dimezzando) le linee blu c’è stato un aumento esponenziale di gente che arriva fin sotto il colosseo per parcheggiare e andare in centro, questo perchè si incentiva l’uso dell’auto.

  12. Riccardo says:

    Ma devo dire che quel dente cariato di via merulana ha una valenza storica secondo me. Va sicuramente ristrutturato, ma togliere quel taglio mi sembra un po’ come cancellare un segno che rappresenta la forza distruttiva della seconda guerra mondiale. A Berlino alcuni edifici sono stati ristrutturati, ma volutamente non del tutto proprio per lasciare delle testimonianze di quella che fu la crudeltà e il dolore della guerra. Spero che nel nuovo progetto venga valutata anche questa considerazione.

  13. Patrizio says:

    Porca puttana ma che lavoro fate? svuotate cestini e aprite la corrispondenza tutto il giorno? Un minimo di elasticità mentale no eh? ESEMPIO: via di Torre Argentina lato Pantheon: paletto paletto paletto paletto paletto paletto…dove parcheggio? Non posso! Ecco il trucco che propone Sessorium. Ora applicate ora nei dintorni di un parcheggio interrato ed estendete il concetto in tutta la città. risultato: se voglio parcheggiare in centro dovrò farlo sotto terra e a caro prezzo, sennò prendo i mezzi pubblici. difficile eh?

  14. Degrado Esquiilno says:

    Patrì, lo sanno alla perfezione anche loro. Lo sanno, lo sanno. Ecco perché fanno i pesci in barile…

  15. red says:

    l’unica soluzione è mettere i varchi elettronici alle mura, e telecamere per la sosta in seconda fila ma nessun sindaco lo farà mai neanche questo che vuole chiudere i fori mandandoci altro traffico su via merulana e labicana

  16. F says:

    paletto paletto paletto paletto ! Geniale! Non c’avevo pensato scusate! Però una cosa non mi è chiara. A via di Torre Argentina il parcheggio non c’è, ma i paletti ci sono e il trucco funziona lo stesso. A Piazza Cavour c’è il parcheggio, ma non ci sono i paletti e infatti la gente parcheggia dove vuole. Niente, scusa non c’arrivo perchè non c’ho prorio l’elasticità di voi automobilisti… Forse se smetto di usare i mezzi pubblici come gli sfigati e mi comprio la macchina come voi divento intellingente

  17. Anonymous says:

    ha ragione F, il popolo va educato, come sosteneva Pol pot.Niente macchine. ed è solo l’inizio. Via gli scaldabagni : docce fredde, possibilmente gelate, che rinvigoriscono. Via le lavatrici, che si torni alle robuste massaie d’una volta ! e vogliamo parlare dei termosifoni ? molto meglio il maglione di lana….c’è bisogno di saggi che indirizzino il popolo bue, notoriamente incapace di ragionare : propongo F.

  18. Degrado esquilino says:

    Nessuno propone di separarvi dalle vostre amate vetturette, stiamo solo dicendo che non potete posteggiarle in mezzo alla pubblica via. Chiaro?

  19. F says:

    Nessuno propone di separarvi dalle vostre amate vetturette? Guarda che non devi dirlo a me. Io l’auto non ce l’ho. Ho il sospetto che dobbiate chiarivi tra di voi sostenitori dei PUP. VOi dite di voler levare le auto dalle strade. SOlo che molti dicono che vanno costruiti perchè servono più posti auto, visto che evidentemente ad un’automobile a testa non si può rinunciare neanche nel centro di Roma. Poi dicono anche che l’auto non è un lusso, ma una necessità. Quindi immagino non abbiano tanta voglia di comprarsi un box, visto che sono pronti a uccidere per non pagare 2 euro di parcheggio. Insomma mettetevi d’accordo che avete le idee molto confuse.

  20. Sessorium says:

    E figurati a me, non ce l’ho nemmeno io.
    La sosta interrata, come accade in tutto il mondo evoluto e civilizzato, serve per eliminare le auto dalle strade, per trasformare la sosta AGGRATISE che te piace tanto in sosta a pagamento (se la sosta si paga solo chi ne ha PROPRIO BISOGNO avrà auto di proprietà). Se non gradisci le modalità di governo del territorio che sono state adottate in tutte le città civili, puoi anche optare per trasferirti in Centro Africa, c’è posto!

  21. Marco says:

    In effetti, tra i sostenitori dei parcheggi interrati alcune differenze ci sono: alcuni li vogliono in aggiunta a quelli su strada, altri (il blogger,e io sono completamente d’accordo) in sostituzione di questi ultimi.

    Il rischio però è sempre che le buone intenzioni si trasformino in cattive azioni: come i marciapiedi spaziosi, eleganti e antisostaselvaggia sono diventati terreno di bancarelle abusive, così temo che i parcheggi interrati diventeranno, come già stato accadendo in tante parti di Roma, magazzini in piena regola.

  22. Nancy McNally says:

    per me anche se e’ sicuramente un bell’idea io come donna non userei mai un parcheggio interrato, gia sopra devo far attenzione dove parcheggio sopratutto di sera/notte. Ci saranno agenti di sicurezza? Dubitoso.
    Considerate che questo gia’ vuol dire che meta dei cittadini non sono molto pronte a usufruire di un tale servizio.

  23. Marcus says:

    Roma ha le strade strette. Se vogliamo realizzare lunghe piste ciclabili, per evitare di vedere il giro d’Italia sui marciapiedi, c’e’ una sola soluzione: recuperare spazio abolendo la sosta a raso!
    Poi una serie di parcheggi interrati o sopraelevati, custoditi per la sicurezza degli utenti, potrebbero completare il discorso.

Inserisci un commento



(facoltativo)