Subscribe via RSS Feed

I bizzarri lavori a Piazza Vittorio ci sembrano una sòla, ma speriamo di sbagliarci

Davvero curioso il cantiere di lavori a Piazza Vittorio. Iniziato sotto elezioni e dunque tra le polemiche, polemiche che non dovrebbero mai accompagnare un’opera di riqualificazione, e annunciato da due osceni cartelloni abusivi a impallare la vista ottocentesca delle colonne della piazza che manco i manifesti burini di Casa Pound, ora il cantiere appare procedere in modo bislacco. Si risistemano i marciapiedi nelle aree esterne al porticato, quelle stesse aree che l’attuale amministrazione -speriamo tale ancora solo per poche ore- regalò immediatamente dopo l’infausta elezione del 2008 al racket delle bancarelle che faticosamente era stato allontanato dalla Piazza. Insomma si risistemano le piattaforme che ospitano i bancarellari, mentre nel progetto non appare ricompreso un intervento su una delle più antipatiche abitudini della piazza: il parcheggio abusivo nei ‘golfi’ nord e sud degli ingressi. I maestosi ingressi cancellati del giardino di Piazza Vittorio sono infatti ingombri sempre di auto in sosta abusiva (pur in presenza di decine di posti gratuiti sulle strisce blu, che però si pagano mentre la sosta selvaggia è libera) nonostante i comitati, mesi addietro, si siano prodigati a far installare dei cartelli di passo carrabile. Una immagine bruttissima, una prepotenza continua che, tra l’altro, impedisce alle persone a mobilità ridotta di accedere all’area verde. Basterebbero dei paletti e delle catenelle: spesa totale inferiore ai 1000 euro, forse inferiore ai 500!
Sistemiamo le aree bancarellate e non riqualifichiamo gli accessi al giardino in modo che gli abusi finiscano e tutti possano entrare senza rischiare la vita o fare lo slalom tra le orripilanti lamiere? Qualcuno ci illumini su questi lavori in corso.

Share

si parla di: , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (5)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Massimo Livadiotti says:

    Sembra di rivedere un film già visto…..ricordate i lavori famosi alle orecchie di via dello Statuto? L’architetto è lo stesso….e se la ditta è la stessa sappiamo come andrà a finire!

  2. marte says:

    quei “geni” a cui è stato affidato il lavoro sono veramente speciali…venerdì hanno iniziato – alle 11 circa.. – a rompere il marciapiedi angolo via dello Statuto-portico MAS, dopo averlo ovviamente transennato e quindi reso inutilizzabile !! Così, visto che alle 17 se ne sono andati, i residenti e i vari passanti sono rimasti senza marciapiedi e senza accesso al portico tutto sabato e tutta domenica ! Ma….iniziare lunedì mattina a rompere il marciapiedi e non lasciare un intero week end la gente nel disagio era troppo intelligente ??

    E poi…ma per fare 4 angoli di marciapiedi nuovi, servono oltre 600.000 euro ???? e a che serve fare gli angoli nuovi se il resto dei marciapiedi è in condizioni pietose ??

  3. Anonymous says:

    Al di la dei lavori, basta bancarelle sotto i portici!

  4. Anonymous says:

    percorso per i non vedenti che comincia e finisce nel nulla, portici maleodoranti, e sconnessi ,cartelloni abusivi, maxi bancarelle grazie alemanno ti ricorderemo sempre

  5. cesare says:

    io segnalo la mancanza di coordinamento tra i lavori dei marciapiedi e il nuovo asfalto. già a vista si nota che la base della rampa è a una quota più bassa rispetto a quella dell’asfalto e questa cosa significa che si creeranno pozze d’acqua alla prima pioggia

Inserisci un commento



(facoltativo)