Subscribe via RSS Feed

Via Statilia \ Via San Quintino. Il maledetto incrocio


Continua il nostro monitoraggio su questo maledetto incrocio dove le auto continuano, per sottrarsi al pagamento delle strisce blu, a posteggiare in mezzo all’intersezione mettendo in gravissimo pericolo pedoni, ciclisti, motociclisti e automobilisti in transito. Il nostro lettore Oronzo (che ci ha inviato molte delle foto pubblicate qui) parla di incrocio “famigerato”. E come dargli torto.
In realtà negli ultimi giorni alcune contravvenzioni appaiono. Sono un po’ più corpose dei micragnosi 40 euro del divieto di sosta, ma sempre troppo poco. In attesa che qualche amministrazione illuminata si preoccupi di riqualificare l’arredo urbano di questo e di tutti gli altri incroci della città (la cosa abbatterebbe di brutto i dati che ci vedono, con 300 morti e 70mila feriti l’anno, la metropoli più pericolosa d’occidente per chi sta in strada), l’unica cosa che si può fare per incrementare un pochino la troppo esigua penalità degli automobilisti è togliergli la multa dal parabrezza. Così, non potendola pagare prontamente e ricevendo la notifica a casa, verranno gravati anche di qualche costo aggiuntivo. Nei confronti del loro reato di tentato omicidio (come chiamare altrimenti chi si posteggia da assassino?) è davvero poca cosa. E’ davvero legittima difesa. E’ davvero resistenza civica e civile.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (13)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. furbi e sciocchi says:

    giustizieri mascherati , ma non tanto , i zorro del quartiere , i cip e ciop del balcone sull’incrocio , seppure avete ragione non sono questi i modi ….

  2. Max says:

    ma non è sottrazione di atto pubblico ? Sicuro di non fare apologia di reato ?
    Se così non è allora tutti a sfilare le multe a questi idioti.

  3. Griffin says:

    ahahaha furbo e sciocco parcheggiatore, come sarebbe non sono questi i modi

    tutto è lecito contro chi inquina la nostra vita con la sua incapacità di comportarsi civilmente

    NESSUNA PIETA’

  4. furbi e sciocchi says:

    a gesto incivile si risponde con gesto incivile . PERFETTO ma chi stabilisce cosa è civile e cosa è incivile ?
    per te la fontanella, al famigerato angolo di via san quintino via statilia ,che spreca acqua e viene usata per farsi i bidè e lavare le auto, è civile , PER ME NO!!
    comunque W L’ANARCHIA !!!

  5. Giampaolo says:

    Parcheggiare in divieto di sosta nei pressi di un incrocio è incivile

  6. giorgio says:

    fatevi un giro in via buonarroti e scoprirete che via s. quintino è la svizzera

  7. Il solito imbecille di sans papier says:

    Ma chi volete che sia? In doppia fila a via Carlo Felice non ci possono stare, e sbrodolno la propria entità vomitosa nel circondario.
    Non si chiama “anarchia”, nullità, si chiama “sfruttamento di rifiuti dell società a fini elettorali e di spaccio”.
    E solo un imbecille scarto organico di differenziata a scopo di concime di occupante abusivo col cervello bruciato può ancora tirare fuori la storia dell’acqua sprecata, l’acqua rientra nel circolo pioggia- evaporazione, senza nasoni aperti le tubature di Roma scoppiano.

  8. gigino il fetente says:

    acqua piovana che paghiamo a caro e amaro prezzo…

  9. Alessandro says:

    La multa sul parabrezza dovrebbe essere un deterrente per gli altri automobilisti.

  10. Anonymous says:

    Se acea, ecologisti al soldo e informazione collusa trovano gioco facile in un paese di imbecilli, che pensano di pagare di più perché si fanno troppe docce, non è meno vero che senza i nasoni le tubature scoppiano, tanta è l’acqua che ci arriva di grazia dai dintorni di Roma.
    E’ lo sfruttamento industriale intensivo che dissesta ed esaurisce le falde.

  11. Anonymous says:

    Se acea, ecologisti al soldo e informazione collusa trovano gioco facile in un paese di imbecilli, che pensano di pagare di più perché si fanno troppe docce, non è meno vero che senza i nasoni le tubature scoppiano, tanta è l’acqua che ci arriva di grazia dai dintorni di Roma.
    E’ lo sfruttamento industriale intensivo che dissesta ed esaurisce le falde.

  12. Anonymous says:

    …ieri pomeriggio c’è pure stato un brutto incidente. speriamo stiano tutti bene e che almeno questo serva a far ragionare sulla pericolosità dell’incrocio…

  13. Massimiliano Tonelli says:

    Dicci qualcosa in più.

Inserisci un commento



(facoltativo)