Subscribe via RSS Feed

Tristezza Jovinelli

Per la seconda volta, troppo vicino alla prima datata 2009, si preannuncia la chiusura del teatro Ambra Jovinelli. Molto di più di un ‘semplice’ teatro, piuttosto un simbolo di riscatto se si manda la memoria a quel 2001 quando ancora si poteva pensare che dalle macerie degli anni Novanta potesse rinascere un Esquilino di qualità, ben gestito, ben amministrato.
Parlano di problemi tecnici e strutturali ed è tutta evidenza che si parla del nulla. L’Ambra Jovinelli probabilmente a luglio chiuderà perché non ce la fa economicamente e sarà solo uno dei tanti teatri romani che sarà costretto a chiudere. Vittima di una crisi economica e umiliata da una crisi culturale, morale e etica, la città non è nelle condizioni di sostenere le dozzine di teatri di cui è costellata. La storia dello Jovinelli è probabilmente questa. Dal prossimo anno, chissà, magari altri vent’anni di abbandono come negli Ottanta o nei Novanta. Magari torneranno gli incontri di pugilato o i filmini a luci rosse. E’ il mondo che procede, solo che in questo momento procede male. Molto male.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (35)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    un amico commerciante una volta mi disse che il commercio non può essere nè di destra nè di sinistra. perchè in un caso o nell’altro ti giochi il 50% dei clienti. Forse all’ambra jovinelli hanno saltato qualche lezione di marketing………………

  2. Anonymous says:

    e comunque, un pò più di rispetto per gli incontri di pugilato. l’essenza del pugilato è l’essenza della vita, ma so che è dificile capirlo per chi non lo ha mai praticato

  3. letizia cicconi says:

    mi dispiace molto ricordate avevamo fatto di tutto manifestazioni gruppi su fb ma i costi di gestione ed una opera di costruzione già vecchia non permettono il preseguimento degli spettacoli, per salvare il teatro storico esempio del varietà romano occorrerebbero interventi pubblici seri, ma quando mai accadrà? sono veramente addolorata

  4. Magica says:

    Un’altra sconfitta per il quartiere. Precipitiamo sempre più in basso !

  5. Anonymous says:

    Meno teatri, più sale giochi…

  6. dionisio says:

    che spiegassero quali sono i problemi del teatro.. magari qualche associazione – che necessita realmente di spazi- potrebbe prenderlo in gestione! se non sbaglio la stessa orchestra di piazza vitttorio cerca uno spazio e da anni richiede l’uso del cinema apollo a soli 50 metri dal teatro….

  7. Mario says:

    Se l’Indomita, Colombo ed altre palestre ne prendessero la gestione
    per i loro incontri pugilistici, sarebbe già un’ottima soluzione!
    Come sarebbe anche meglio un bingo “rovina famiglie” che persone a spasso, tanto quelli del bingo se vogliono rovinarsi, i posti non mancano!
    Basta che non lo prendono i “mandarini” per farci chissà cosa coi loro connazionali!
    Convengo con chi dice che stiamo andando sempre peggio…
    Purtroppo Roma sta divenendo una piazza molto difficile per il commercio e, di conseguenza, per il lavoro.

  8. L'intenzione? Un altro teatro Valle per le lobby says:

    Dovreste fotografare quello che succede fuori, è un degrado intenzionale: sulla destra. Occupazione abusiva di africani, segnalata e ignorata. Davanti: bivacco spinto di africani e sudamericani, canari a bestie sciolte. Più in là: recinto con mura aureliane con effrazione, africani con bivacco campestre.
    Ormai la vera attività trainante dell’Italia è il nero, coperto da questo ricercato sciattume.
    Chi se ne frega del teatro storico? Ci faranno un altro teatro Valle, statene sicuri, lo scopo è quello.

  9. letizia cicconi says:

    ringraziate la giunta alemanno che non tirato fuori i soldi per riqualificare l’area ed affidarla ai cittadini cosi come aveva promesso

  10. Anonymous says:

    quando un teatro, una libreria, l’artigiano che conosci da sempre, chiudono; è sempre una sconfitta culturale e civile. La riqualificazione non c’è mai stata( ma bisogna capirli…erano impegnati con le società partecipate da mungere) e uscire dallo Jovinelli di sera e ritrovarsi all’improvviso in una Blade runner africana…magari ti fa scegliere un altro teatro.

  11. Anonymous says:

    Ringraziamo il pd e la signora Cicconi per una politica ormai ventennale di appoggio all’immigrazione, all’abusivismo, all’illegalità, al disordine, e al parassitaggio tramite l’associazionismo.
    Fate ridere, è colpa di alemanno se mettete i clandestini nei palazzi di proprietà pubblica.

  12. letizia cicconi says:

    caro anonimo che non si firma le ricordo che quella che ha fatto una vera autentica battaglia per far riaprire l’ambra sono stata io e sono stata io quella che ha presentato all’assessore gasperini il progetto di riqualificazione della piazza fatto con i residenti e sempre io quella chiama i pics ogni volta che ce ne è bisogno, quindi la pianti di dire sciocchezze e si firmi la prossima volta se ha il coraggio

  13. Che coraggio! says:

    Ma falla finita, capirai che coraggio a firmarsi, mica stai denunciando un capo mafia, cerchi solo di coprire le magagne del gruppo politico che rappresenti; mancanza di dignità mi dirai, visto cosa rivendichi.
    Io a differenza tua non devo fare campagna elettorale e sono una persona discreta, trovo imbarazzante battibeccare su internet ma mi sento in dovere di sbugiardare certe affermazioni surreali.
    Ci devi spiegare come puoi millantare di voler risolvere il problema delle affissioni abusive, dell’illegalità, dei bivacchi, dell’impunità generale, quando sostieni le occupazioni abusive e l’immigrazione ad libitum, ossia le fucine e i nascondigli di bivaccanti, spacciatori, affissori abusivi,venditori abusivi, immigrati clandestini, finti poveri.
    Ci vuoi spiegare cosa significhi costringere i pics a pulire con fondi strordinari, ossia con le nostre tasse, le colonne di piazza vittorio imbrattate dai tuoi amichetti dello csoa-scup-sans papier? Ci vuoi spiegare perché i vigili dovrebbero fare gli straordinari per controllare che i medesimi di cui sopra non parcheggino sui marciapiedi, non girino in bicicletta e in motorino sui marciapiedi, non lascino le bottiglie di birra nei vasi di fiori, non schiamazzino la notte sotto le finestre della gente che lavora, non si droghino nei nostri giardinetti? Ci vuoi spiegare cosa può fare alemanno se gli mettete i bastoni tra le ruote appena ordina uno sgombero?
    Eccotelo il tuo coraggio, anzi, il vostro: quello di osare ancora aprire bocca sull’argomento, dopo avere rovinato un quartiere, e direi un paese.

  14. letizia cicconi says:

    chi non si firma con nome e cognome e non accetta il confronto ma straparla nellinutile difesa di un sindaco inadeguato, imparentato ed inefficiente non merita nessuna risposta la verità sta sotto gli occi di tutti la mafia cartellonara a roma non ce l’ho portata io e sempre io non sono in grado di far funzionare i vigili che dipendono dal sindaco, i soldi spesi per l’esquilino in questi anni dall’aministrazione alemanno sono a somma zero il resto sono chiacchiere

  15. Cesare Belletti says:

    Su Letizia, su, come vede io mi firmo (NON sono il Cesare altrove commentante), ma mi pare che, firme o non firme, gli argomenti che vi contestano siano schiaccianti.
    Siamo in molti a renderci conto che non ci si può ergere a difensori della legge infrangendola, né si può protestare contro il degrado e poi dare addosso al sindaco e alla brava Sveva quando interviene per rimuoverlo, né inveire contro le trasgressioni difendendo zone franche dell’inciviltà e dell’illecito come i centri sociali.
    Il resto sono tentate mistificazioni e, abbia pazienza, hanno scocciato un po’tutti, almeno quelli che non vivono ai PArioli né in un attico.
    Saluti.

  16. Cesare Belletti says:

    Postillo. Io non difendo la giunta, difendo il mio diritto a un paese civile, che è sparito da quando esiste il sistema bipolaristico e una sinistra nelle pubbliche amministrazioni.
    Suppongo che per tutti i cittadini che scrivono qui, esasperati dai vostri amici migranti e occupanti, sia lo stesso.

  17. letizia cicconi says:

    non cpisco di che parla i sull’ambra ho fatto una battaglia i sieme a tanti altri cittadini di ogni parte poltica ed intnedo rimobilitarmi perchè me lo hanno chiesto, come ho fatto con il progetto della piazza rimasto nei cassetti dell’assessore gasperini, darmi la colpa del fenomeno globale dell’immigrazione mi sembra un po esagerato eppoi pure papa Francesco dice di avere cura degli uomini che subiscono la tratta di essere umani e secondo lei posso essere io quella che risolve problemi di tale portata, allora veramanente mi sopravvaluta.

  18. luca says:

    Una vergogna far morire un teatro storico, mai valorizzato, mai organizzato, con spazi esterni da 4° mondo,senza sicurezza, con scenari di indifferenza da brivido.
    Nel caos dela disorganizzazione e giungla all’italiana chi ne beneficerà della chiusura?
    Chiunque vive nei paraggi, vittima dell’assedio dei maleducati ed incivili goditori del teatro, che parcheggiano in ogni dove e che puntualmente mentre se ne fregano ridendo nel teatro costringono gli abitanti a scene vergognose.
    Clacson scatenati di macchine in doppia fila fino alle 2 di notte, stranieri increduli sui bus terravision fermi per 15/30 minuti incastrati dalle loro auto ferme sugli incroci..
    disabili anziani aiutati da cinesi dei negozi che trovano le macchine parcheggiate sui marciapiedi
    chi non prova vergogna per l’indotto di mxxda che genera il teatro è indegno di chiamarsi romano

  19. Anonymous says:

    De coccio, proprio. Lei signora Cicconi non è l’UNICA responsabile, ma è una dei responsabili, non solo come del partito che da vent’anni riduce il paese a un enorme centro d’accoglienza, ma come una delle sostenitrici di discariche umane come le occupazioni abusive.
    Come fa a difendere l’appropriazione indebita contro i diritti dei cittadini, e poi a dire qua che per fortuna che c’è lei a difenderci da Alemanno?
    Ma per favore.
    PS Il Papa dovrebbe aggiungere che per fermare la tratta dei delinquenti bisognerebbe non farli arrivare qua. Ma fanno tanto comodo, soprattutto perché mentre delinquono, abusano, uccidono, occupano, sporcano, spacciano, si appropriano di sussidi pubblici e posti di lavoro, diventano serbatoio di votanti.

  20. Anonymous says:

    Io penso che il problema ormai sia chiaro a tutti, e non è la presenza o meno di un teatro a cambiarne i connotati. Ci sono forze mafiose alla base della macro economia, ed esse si reggono interamente sull’illecito, che rende possibile oltretutto lo sfruttamento del lavoro.
    Non si può e non si vuole reprimere la marmaglia, perché è quella che con la sua caciara ormai capillare rende pretestuosamente ingovernabile l’organizzazione della legalità.
    Pensate veramente che non sarebbe possibile reprimere i parcheggiatori abusivi?
    Ovvia. Ma mafiolandia e le onlus collegate fanno mangiare tutta Italia. Ecco qual è il punto.
    E alla fine della fiera arriveranno duecento sedicenti “artisti” che, come al Valle, essendo ben ammanicati politicamente, sindacalizzati e in ottimi rappori col primo commercio dell’ambito dello spettacolo, avranno beneplacito di trasformare una vecchia gloria come l’Ambra Jovinelli in una fogna.
    Questa è l’Italia, signori.

  21. Anonymous says:

    Per farvi capire cos è il pd, al IX-X municipio, non bastasse lo scandalo delle occupazioni abusive, una delle ultime iniziative della fantino è stata una “tavola rotonda”, finanziata coi soldi della collettività, sull’argentina e buenos aires.
    Capito? Poi negano l’assistenza ai disabili.

  22. letizia cicconi says:

    commenti razzisti e volgari non vale la pena nemmeno rispondere più , continuate cosi se vi piace fortunatamente questo blog non rappresenta i cittadini ma solo una esigua parte di insultatori per professione che si nascondono dietro l’anonimato………..

  23. Anonymous says:

    Cicconi lei e la sua sinistra avete ormai rovinato questo paese. Qui tutto si deve a tutti; anche se arrivi illegalmente hai dei diritti, dei doveri non se ne parla mai. I sindacati poi hanno portato questo concetto, esasperandolo, anche nella scuola e nella pubblica amministrazione in genere. Bisogna rendere la vita difficile al parassitismo creato dai migranti, punkabbestia, zingari e compagnia cantando. Finchè non capirete questo Roma non sarà mai una città normale. Certe cose si vedono solo a Roma, nemmeno in Africa. Alemanno poi è stato anche peggio di voi, ma questa è un’altra storia….

  24. Degrado Esquilino says:

    Non confondiamo il blog con i commentatori del blog cortesemente.

  25. I nostri soldi li danno a stranieri parassiti e amici loro mafiosi says:

    Razzisti e volgari????? Che cavolo c’entra razzisti col fatto che siete corrotti? Che la fantino usa i soldi miei e dei disabili per arricchirsi lei e gli amici suoi? Che dovrebbe amministrare il IX municipio di Roma e fa le tavole rotonde sugli amici suoi di buenos aires? Vi dà fastidio eh, che ci passiamo le notizie su quanto siete corrotti, ve la prendete col blog e col povero Tonelli perché non sapete più che cavolo dire, leggiti cosa hanno vomitato gli amichetti tuoi di Sans Papier su questo sito, e stai attenta insieme all’altra a dire frescacce, perché ti faccio arrivare una denuncia per abuso della cosa pubblica, istigazione a delinquere e uso privatistico di beni. Anzi invito tutti a scrivere ai giornali denunciando cosa stanno combinando coi soldi e la cosa PUBBLICA.

  26. Francesco says:

    “L’ Ambra Jovinelli, anima culturale e sociale dell’ Esquilino, non può chiudere. Il teatro popolare iniziò proprio lì, con Petrolini, Macario e poi Totò, i grandi attori popolari calcarono tutti
    quel palco. Purtroppo il problema nasce con la prima Giunta Rutelli quando in quegli anni venne ideato per il teatro un progetto finanziario pubblico e privato insostenibile economicamente. Fu proprio grazie all’ allora consigliere comunale Fabio Rampelli che nel ’94 convinse Rutelli a fare una rivalutazione del progetto che l’ Ambra Jovinelli poté riaprire. Le continue chiusure del teatro discendono da quel progetto. Pertanto, per non disperdere questo patrimonio culturale e popolare, anima dell’ Esquilino e di Roma, lanciamo un appello al Mibac: l’ Ambra Jovinelli diventi teatro di
    interesse nazionale e venga tutelato”. È quanto dichiara in una nota il presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale e capogruppo in Campidoglio di Fratelli d’ Italia, Federico Mollicone.

  27. Francesco says:

    Sinceramente scrivere che tutto il degrado e i problemi del Rione siano da addebitare alla giunta Alemanno mi pare eccessivo, come è falso aggiungere che questa giunta non ha speso un solo euro in questi anni per l’Esquilino. Il progetto per la nuova Piazza Vittorio è stato fatto e voluto da questa giunta, mai nessuno tantomeno la sinistra in 20 e più anni al governo della città ha mai pensato alla rivalutazione della Piazza e a far partire i lavori, se avremo una nuova Piazza Vittorio con un progetto che vede migliorati i giardini, il verde, e la vivibilità, sarà stato grazie all’impegno di Alemanno e del suo gruppo. Il fatto che il progetto sia ancora nei cassetti purtroppo credo sia un problema dell’ormai lentissima burocrazia italiana.

    Poi ricordo sempre che il presidente del primo municipio è sempre un certo Corsetti di area Pd e non mi sembra che in questi 4 anni abbia rivoluzionato o fatto cose concrete per il Rione, forse mi sbaglio, ma non credo.

  28. Anonymous says:

    Mi pare che il caso rom sia esemplare: la destra prova a far rispettare la legge, ma le lobby dell’illegalità si mettono di traverso, e poi danno la colpa alla destra stessa.

  29. Anonymous says:

    Spero che la dichiarazione di Mollicone abbia un seguito.I poteri del Sindaco sono specifici e le ordinanze non possono sovvertire una legge dello Stato, in tema di immigrazione o l’entrata in Europa della Romania(drammatico errore)il governo era stato chiamato a pronunciarsi e legiferare, i sindaci sono rimasti a raccogliere i cocci.
    E’ altresì vero che una vera riqualificazione dello spazio antistante l’Ambra (promesso da Alemanno) non è mai stato fatto,per imperizia e indolenza bipartisan.
    il PD perde tempo con tavole rotonde e paletti in ogni dove, il PDL…vabbè…uno su tutti Tredicine…se uno così deve essere il baluardo della legalità e del decoro…è come mettere Stalin ministro delle pari opportunità!

    Lulù

  30. Anonymous says:

    La romania riempie di feccia solo l’Italia, quindi il problema non è l’ingresso della romania nella CEE, ma la mafia italiana che agevola l’ingresso di parassiti.
    Anche perché, la domanda sorge spontanea, visto che qui sarebbe tutto normale, questue, campi nomadi, lavavetraggio, ecc., anzi, si arriva a definire “doveroso” questo scempio, come mai i vari parassiti non restano a fare i parassiti nei paesi d’origine?

  31. Anonymous says:

    Se tu non puoi svellere questa mala pianta alla radice, mi spieghi come fai a bonificare il degrado?
    Lasci venti vigilantes fissi davanti all’Ambra Jovinelli?

  32. Anonymous says:

    ESATTO! Nei paesi di origine questa feccia è appunto considerata feccia, i reati vengono puniti in modo esemplare e la polizia se ti becca in flagranza di reato o di pseudo tale sono cavoli acidi;quindi scappano e vengono qui…nel paese dei balocchi, dove tutto è concesso.COme cittadini europei non possono essere respinti.
    Se poi se ti capita la zingara che cerca di prenderti la borsa e gli dai uno spintone (fatto accaduto alla sma)interviene lo pseudo garantista di turno con la sciarpetta di lino e le birkstok a gennaio che ti dice ‘razzista’…

    lulù

  33. Anonymous says:

    Cara Lulù, la Francia gli zingari li ha tranquillamente espulsi, la Germania se l’è presa con l’Italia che, unica, fa entrare gli immigrati e poi li foraggia per fare il giro d’Europa; a Malta non arrivano più, pena, due schioppettate.

  34. Anonymous says:

    Purtroppo abbiamo una stampa corrotta che crea una finta opinione pubblica e finte categorie di giudizio, tra cui l’accusa preferita dai delinquenti zozzoni, ossia “razzista”.
    Ormai razzista vuol dire “persona onesta e perbene che si suda la vita e deve combattere con branchi di zecche fetenti, istituzioni corrotte e feccia globalizzata”.

  35. Anonymous says:

    Guardatevi lo scandalo Alicata: una consigliera del pd che segnala in procura la compra vendita di voti rom, e la “comunità rom” la denuncia.
    Poveri, poveri zingarelli sprovveduti, quanta pena ci fanno.
    Siamo alla censura signori, bisogna correre ai ripari. Fra un po’ questi delinquenti renderanno impossibile anche denunciare.

Inserisci un commento



(facoltativo)