Subscribe via RSS Feed

No, esporre bandiere non si può. Anche se…


nella giungla di negozi senza insegne, tra le serrande piene di graffiti…svetta ora in via Carlo Alberto sopra tutte, sopra tutti e sopra tutto la bandiera della Repubblica Popolare Cinese!
Una nuova rappresentanza diplomatica? Nient’affatto! Probabilmente si tratta solo della semplice manifestazione di ignoranza e anche un pò di arroganza… del titolare dell’Hotel!
Ecco cosa dice la legge “La bandiera nazionale non può mai essere esposta in posizione inferiore ad altre rispetto alle quali deve bensì occupare la posizione privilegiata. Tutte debbono essere issate su un proprio pennone e tutti della stessa altezza.” Ma in mezzo a tanto degrado, a chi può interessare la posizione della bandiera?
Lettera Firmata

Abbiamo deciso di pubblicare questa nota inviataci da un lettore perché testimonia l’attenzione dei cittadini che ci seguono sui problemi del Rione, anche sui dettagli. Tuttavia non siamo del tutto persuasi che la Legge citata valga anche per gli alberghi: come si spiegherebbe altrimenti la classica profusione di vessilli fuori ad ogni struttura ricettiva? Tutti abusivi: improbabile! Facile che vi sia qualche deroga per gli hotel, ma non è questo il punto. Quello su cui ci preme riflettere è: come fa un hotel a starsene serenamente su una strada così atrocemente degradata come Via Carlo Alberto? Con quale possibilità di lavorare decentemente? Con quale qualità restituita ai turisti? Questo, più che le bandiere, è il tema…

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (2)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    Bella lei. Mi fai vedere due metri quadrati che siano privi di infrazioni, reati e/o crimini tra I e IX municipio? No, dico, trovameli.
    Poi, prova a chiamare i vigili. Con la risata-boato che accoglierà la tua segnalazione possiamo farci la triste soneria dei telefonini di tutti i lettori di Degrado Esquilino (vogliamo fare Degrado Mondo?)

  2. Tramvinicyus says:

    Semplice, dipende da che tipo di turisti frequentano quell’hotel. Un turista del mondo occidentale nemmeno si azzarderebbe a frequentare quella via, meno che mai mangiare là.
    Ma si sa che ora il turismo dal mondo occidentale è angosciato dalla crisi. Ora tocca a quello di massa proveniente da altri paesi, che sono sempre vissuti in miseria e ora si godono la loro piccola….”dolce vita…”

Inserisci un commento



(facoltativo)