Subscribe via RSS Feed

Le strane scelte dei Grillini. Anche all’Esquilino

Se già il Gambero Rosso ha bonariamente scherzato sulle scelte gastronomiche dei neo-eletti deputati&senatori del Movimento 5 Stelle, per quanto riguarda il nostro territorio potremmo aver qualcosina da ridire (sempre scherzosamente, anche se non serve per salvarsi dagli strali dei grillini, permalosi come pochi al mondo) sulla scelta del luogo dove impiantare il quartiere generale prima, durante e subito dopo le elezioni.
Esatto, la sala stampa dei collegamenti con i telegiornali e le trasmissioni di approfondimento, la sala stampa dove i neoeletti grillini dimostravano di non conoscere neppure lontanamente le modalità di nomina di un governo o di elezione di un Capo dello Stato, stava all’Esquilino. Dove? Ma dentro l’Hotel Saint John, a Via Boiardo. Insomma dentro uno di quei tanti hotel -il nostro Rione ne è pieno- ricavati da edifici di proprietà di chiese, parrocchie e ordini religiosi.
Insomma i grillini avranno magari ricevuto un prezzo di favore, ma questo prezzo potrebbe essere stato motivato dal fatto che questo hotel, come tanti a Roma, sconta una fiscalità di vantaggio rispetto alla concorrenza essendo inserito all’interno di grandi compound religiosi che ancora riescono a eludere tutte o parte delle imposte sugli immobili.
Evidentemente Grillo avrà voluto confermare il suo programma che prevede l’abolizione dell’IMU facendosi ospitare da chi l’IMU, con vari strattagemmi, già non la paga. Esattamente come fanno molti centri sportivi, molti hotel e molti istituti scolastici di proprietà di enti religiosi.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (25)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    In questo caso è più l’ignoranza che la malafede, ma ricordo a tutti che le attività che la Chiesa fornisce a chiunque, senza limitazioni di alcun genere, con l’ampiezza e la grandezza che la caratterizza e la distingue, malgrado le malelingue, da qualunque altra religionetta – setta, la disponibilità spirituale, la gestione impeccabile di istituti di vario genere e di templi storici, il conforto spirituale che al dunque tutti cercano nella Messa e nei Sacramenti, aperti a TUTTI e GRATIS, se venisse delegata a privati o allo stato, sarebbe un disastro economico e pratico.
    Perciò dite grazie alla chiesa Cattolica, e imparate a guardare prima di parlare.

  2. Caterpillar says:

    Anonymous ma fammi il piacere, io vado sin da ragazzino alla piscina di tale compound, e sapessi quanto mi rode il culo a leggere “Esente IVA Articolo 10″ sulle ricevute! Dirai, scemo te che ci vai, si, ma purtroppo non esiste piscina a tal livello in zona, quindi…

  3. Anonymous says:

    Il livello di chi attacca la Chiesa è questo. Cosa hai detto? Una scarica di volgarità degne di uno scimpanzè. Quando ti troverai di fronte alla malattia, al bisogno e alla morte, vedremo da chi vai, da quale dei tuoi “punti di riferimento”.

  4. Anonymous says:

    diciamo semplicemente che le regole per chi fa attività economica dovrebbero valere per tutti

  5. Anonymous says:

    Ma perche’, Grillo non puo’ pure assolvere dai peccati ? Nooo?!

  6. Anonymous says:

    Le sedi di partito e i vari comitati elettorali, finanziati con i rimborsi di denaro pubblico,dove lavorano, sempre pagati con i nostri soldi, tutti i vari parenti di politici e politicanti (mi immagino il loro c.v.!!!!) Sono il vero scandalo!!

  7. Anonymous says:

    Ma che stronzata di notizia.

  8. Odisseo says:

    Articolo Inutile

  9. Ilda di Polaris says:

    A mio avviso, l’articolo è fazioso..
    ..volto a trovare il pelo nell’uovo, laddovè non c’è nè il pelo nè l’uovo..

  10. L'oratorio non si paga says:

    Ripeto, sebbene il Signor Tonelli sia bravissimo, bisogna conoscere la Chiesa invece di attaccarla sulla base dei soliti luoghi comuni capziosi.
    Il Papa, che è il Papa, va in pensione con 2500 euro; un sacerdote diocesano vive con una rendita di 700 euro e spera nelle offerte, con le quali manda avanti se stesso e le elemosine, la manutenzione di chiese, opere d’arte e conventi; inoltre, quali attività economiche? Un convento barnabita non vende prosciutti.
    Innanzitutto gli istituti religiosi godono della extraterritorialità, quindi non dovrebbero nemmeno attenersi a una legge così imbecille.
    Quando i vostri figli vanno all’oratorio pagano una retta? Li lasciano forse fuori se voi non andate a Messa? Ma soprattutto, quali uomini e donne ormai in questo mondo sono capaci di ascoltare, di parlare, in modo gratuito, profondo, sensibile?
    Provate, anche se non credete, a parlare con una persona di Chiesa dei vostri guai, a sedere in una Chiesa, ad ascoltare una Omelia, e vedrete cosa vuol dire che esiste lo Spirito Santo che scende sulla Chiesa di Dio.

  11. Degrado Esquiilno says:

    Perché un articolo inutile? Puoddarsi, ma diteci il motivo di un giudizio tanto aspro.

    E perché fazioso? Della faccenda dell’ICI (o IMU) degli stabili ecclesiastici si sono occupati tutti, addirittura c’è una grave procedura di infrazione europea contro l’Italia. Non appare una cosa così tanto inutile…

  12. Anonymous says:

    La procedura di cui parli, non coinvolge solo la Chiesa e le attività ad essa collegate non religiose (palestre, BeB ecc.) ma tutte le pseudo cooperative sociali, dubbie onlus, ambigue no profit che popolano il ns. territorio. L’Italia infatti è uno dei pochissimi Stati dove non c’è un SERIO controllo di tale realtà (esente da tasse). Un dato però è certo: il finanziamento pubblico ai partiti con cui manteniamo una serie di incompetenti ignoranti e i loro parenti, mentre molti italiani per bene, sono in fila alla Caritas e nelle parrocchie per cercare aiuto.

  13. Anonymous says:

    gli hanno fatto un buon prezzo e sconto per comitive

  14. Anonymous says:

    Ok, togliete però la caritas che è un servizio delinquenziale, il 90 % del bilancio torna agli addetti e coi soldi che ivi circolano si potrebbero acquistare case per i senzatetto italiani, ma poi nun se magna più. Idem centri di accoglienza clandestini, vedi in questi giorni sciopero 250 addetti, se qui finisce l’immigrazione sindacato e camorra stanno nei guai fino al collo…
    Mr. Tonelli è un grande, ma la testa di tutti è cotta da una propaganda anticlericale veramente diabolica.

  15. Eccheppalle says:

    Ahò, e se annavano ai Parioli nun annava bene perché erano i Parioli, e se annavano ar centro uhhh ammazza vanno ar centro, e se annavano all’EUR uhhh allora sò complici dei mafiosi dell’Ente EUR…

    La prossima volta li famo accampà ar pratone ar Prenestino… o nun ve va bene manco quello???

  16. C'è un complotto says:

    Andatevi a vedere su you tube i video di Coscienza sveglia di Carmine Martino, magari imparate qualcosa sull’unico grande complotto che c’è dietro i soldi.
    Ma il problema non è LA Chiesa, ma quello che si è infiltrato nella Chiesa, ossia la vermosa massoneria.

  17. Le minacce di S. Egidio says:

    Per esempio, sapevate dei fax del sindaco ai comandi dei vigili, quando qualche raro non corrotto prova a rimuovere zozzerie nomadesche varie?
    “Per carità fermi tutti o S. Egidio ci fa saltare per aria”.
    A buon intenditor…

  18. Caterpillar says:

    Anonymous, le sedi di partito si finanziano esclusivamente con i soldi dei tesserati locali e non prendono soldi in altri modi, sappilo.

  19. Alex says:

    Non è propriamente così Caterpillar. I partiti ricevono i rimborsi elettorali per le campagne elettorali. Quei soldi poi li fanno rigirare anche per le spese correnti e non contestuali alle campagne stesse. Inoltre hanno goduto dell’esenzione ICI fino un anno fa…

  20. Caterpillar says:

    Anonymous inoltre, le Onlus la pagano eccome l’ICI se hanno immobili di proprietà

  21. Anonymous says:

    I partiti prendono milioni di euro di rimborsi elettorali, ma siete pazzi? Tanto che c’è lo scandalo dei fuorusciti, basta che uno si stacchi e crei un sub partito perché la spesa pubblica si moltiplichi.
    Le “onlus” prendono cumuli di quattrini di stato (“sussidi”), e sono parte di questo sistema mafio-parassitario. Infatti dietro un partito filo-illeciti, tipo pd, c’è sempre dietro un fracco di onlus.
    Per esempio, avete visto da dove veniva il brigatista rosso che ha tentato la rapina all’Esquilino? DAGLI IMMOBILI OCCUPATI…ma no?
    E lì stanno cercando altri schifosi. Meglio trdi che mai.

  22. bruy says:

    Metà italiani pagano le tasse e metà no. La Chiesa da che parte sta? Dalla parte di chi se la prende in quel posto o dalla parte di chi fotte? Sicuramente però non porge l’altra guancia…

  23. Anonymous says:

    Paura eh ? tra poco Grillo cambierà faccia ai politici….!

  24. Anonymous says:

    La Chiesa sta dalla parte di un altro Stato, e non deve rendere conto a voi né rispondere alle imposte italiane, tanto che come qualunque stato straniero è esente dall’iva.
    Le ambasciate pagano l’imu?
    Tanto porge l’altra guancia e tanto è sostenuta da una forza superiore che continua senza fare una piega a farsi insultare da stupidi ignoranti, rimanendo una forza spirituale senza paragoni.
    Quanto a Grillo, ma di che deve avere paura Tonelli, che è una persona perbene?
    Forse leggendo i deliri da pseudo guru di quel soggetto di casaleggio, dovremmo seriamente pensare che invece i banchieri non siano poi così distanti da Grillo.

  25. Anonymous says:

    A fare paura è un paese di senza cervello che saltano sul carro del vincitore in maaniera acritica, fosse pd, grillo, o l’uomo ragno, per dire io sono col più forte e cercare non giustizia ma favori.
    Sempre mafia è.

Inserisci un commento



(facoltativo)