Subscribe via RSS Feed

Ecco dove mangiavano ostriche i consiglieri della Regione Lazio


Lo scandalo della Regione Lazio è stato accompagnato da un folkloristico contorno a base di ostriche e champagne e proprio le ostriche, in particolare, sono state involontarie protagoniste della vicenda, citate in mille conferenze stampa e in tutti i talkshow televisivi. Ma dove andavano a strafogarsi di molluschi, a spese nostre, i consiglieri regionali? Per esempio da Ottavio dove Andrea Bernaudo, eletto nella Lista Polverini, faceva cenette a due da 175 e 140 euro rigorosamente rimborsate dal gruppo consiliare (tesoriere era Franco Fiorito) e dunque pagate da noialtri.
Ma non è solo per questo (il ristorante è sempre zeppo del demimonde della politica di seconda e terza fascia) che Ottavio sta secondo noi ponendosi in conflitto con il quartiere che lo ospita. C’è benaltro. L’elegante occupazione di suolo pubblico, ad esempio, con fior di tavolini e sbarazzi, non ci dispiace, ma occupa più spazio di quanto è consentito e praticamente rende un tratto di marciapiede privato (questo d’estate, ovviamente) facendo automaticamente venire, a chi passa, la voglia di passare esternamente, in mezzo alla carreggiata. Una bruttissima sensazione profondamente ingiusta: il marciapiede è di tutti e non si può far capire al semplice pedone di essere poco gradito: il passaggio che dovrebbe rimanere sgombro viene praticamente saturato a causa dei tavolini che si allargano troppo, degli orpelli appoggiati al muro, dei camerieri che passano su e giù con i famosi plateau di crudité.
Ma la cosa peggiore avviene in mezzo alla carreggiata. I clienti di Ottavio considerato una roba da poveri pezzenti parcheggiare in maniera regolare e dunque benché il Rione, specie di sera- sia pieno di posti auto liberi, i supercafoni possessori di fuoristrada, suv e Bmw varie posteggiano rigorosamente in mezzo alla carreggiata, in curva, in doppia fila, sulle strisce. Una scena squallida che rende squallida tutta l’are e che dunque obbliga lo stesso Ottavio a stare in un contesto squallido: a che pro? Ci vuole molto a spiegare ai propri clienti di comportarsi in maniera civile? Abbiamo sollecitato più volte i gestori di Ottavio in questo senso, senza avere alcuna soddsifazione.

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (1)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Pippopalla says:

    Sempre più arroganti perché sanno di avere le ore contate, i soldi da rubare son sempre meno e così i potenti di mezzatacca si incattiviscono. Poveracci, manca poco alla loro sparizione, abbiate un po’ di pazienza.

Inserisci un commento



(facoltativo)