Subscribe via RSS Feed

Che ne dite di fotografare ogni giorno questo angolo per mappare chi sono i fuorilegge che vi parcheggiano?



Beh sarebbe un esercizio simpatico no? Ogni giorno una foto e poi, magari a fine mese, pubblichiamo in fila tutte e trenta le immagini. Per vedere se ci sono degli habitué, per vedere se invece i malefici cittadini che si parcheggiano in curva, privando chi arriva da Via San Quintino della necessaria visibilità su chi proviene da Via Statilia: una vera pistola puntata, quell’incrocio.
Come ricorderete c’erano dei newjersey rossi. I nostri simpatici concittadini li hanno tolti, per parcheggiare. Noi li abbiamo riposizionati. Li hanno ri-tolti di nuovo e stavolta li hanno fatti sparire. Oggi abbiamo avuto un colloquio con il Nucleo Esquilino della Polizia Municipale che ci ha promesso di intensificare le contravvenzione e, quando possibile, le rimozioni. Speriamo davvero che sia vero, l’essenziale è non arrendersi contro questa prepotenza. Tutto intorno è pieno di posteggi blu liberi, pur di risparmiare qualche spicciolo questi animali sono pronti a posteggiarsi nel bel mezzo di un incrocio pericolosissimo…

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (35)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Griffin says:

    pienamente d’accordo

    a proposito, come si fa ad avere “un colloquio con il Nucleo Esquilino” della Polizia Municipale? ho una lista di rimostranze che non finisce più

  2. Falorno says:

    1- Tutto intorno non è pieno di parcheggi vuoti, visto che nel nostro quartiere sono pochissimi i garage o i box privati e c’è una mancanza incredibile di posti auto.

    2- Non si tratta di qualche spicciolo ma di un euro l’ora, che sommati giorno per giorno fanno una spesa di centinaia di euro al mese.

    Detto questo, invece di fare i giustizieri della notte, cerchiamo soluzioni invece di criminalizzare il cittadino

  3. fauro says:

    ha abbastanza ragione falorno
    le macchine da qualche parte bisogna metterle
    e le macchine a roma sono tante e i parcheggi pochi. oltretutto in tante strade ci sarebbe la larghezza per parcheggiare a spina , guadagnando posti auto , ma anche li spesso le macchine sono in fila indiana, per mancanza di intelligenza di chi gestisce la città
    con questo non giustifico la sosta selvaggia
    ma bisogna dare alternative e soprattutto fare un arredo urbano che la renda impossibile

  4. Degrado Esquilino says:

    Ci fa schifo pensare che abbiamo lettori che scrivono le cose di questi due qua sopra.
    Che schifo, che schifo, che schifo!!!

    Le auto da qualche parte vanno messe? Ma siete impazziti?

    E’ come se una famiglia evitando di prendere precauzioni arrivasse ad avere 15 figli e poi si costruisse una casa abusiva al posto di una aiuola: “i figli da qualche parte devo metterli”. Eh no, ci pensi prima e eviti di farne di più di quelli che puoi alloggiare.

    Funziona così. Le strade NON sono un parcheggio e non bisogna aumentare i posti auto a disposizione, semmai diminuirli.

    Diamo il tormento a questa gentaccia che qualcuno, qui nei commenti, chiama “cittadini”. In queste foto non si vedono cittadini, solo furfanti che mettono a repentaglio la vita del prossimo.

  5. Roberto says:

    A Roma le macchine sono tante e la soluzione non è fare più parcheggi, ma avere meno auto. disincentivando, ad esempio, la seconda auto. il problema del parcheggio si risolverebbe in un attimo a costo zero se si desse ai residenti soltanto un permesso invece che due. in una zona collegata come la nostra non è difficile organizzarsi usando un mix di automobile, metro, tram, autobus, bici, gambe.

  6. sessorium says:

    E anche oggi abbiamo monitorizzato il parcheggietto abusivo fotografandolo. FAtelo anche voi!

  7. Marchetto says:

    Mi dispiace dirlo! Ma i discorsi sul disincentivare l’auto sarebbero tutti giusti se i mezzi pubblici in questa Città fossero “almeno” una schifezza! Purtroppo siamo a livello del 4° mondo e la gente “purtroppo” deve andare a lavorare! Perciò per come la vedo io il migliorare i servizi pubblici è propedeutico a qualsiasi altro discorso! Ad oggi non intravedo neanche lontanamente un miglioramento, anzi si peggiora sempre, vedi la situazione cordoli. La gente poi è autorizzata a parcheggiare la macchina dove cavolo gli pare i vigili sono desaparesidos e se li interpelli ti rispondono anche male!
    Vi scrive un cittadino dell’esquimerdolino che parcheggia la sua utilitaria nel ES parking a 190 euro al mese! Vale più il parcheggio della macchina!

  8. Roberto says:

    infatti io non sono così naive che propongo di eliminare l’auto a vantaggio dei mezzi pubblici, dico però che, se ci fate caso, ci sono moltissime auto parcheggiate in strada che non sono utilizzate, rimangono parcheggiate nello stesso posto per settimane o mesi. se ci fosse un disincentivo ad avere una macchina che si usa così raramente, si libererebbero tanti posti e si scoprirebbe che quelli presenti bastano per tutti.

  9. Marchetto says:

    Roberto,
    sul disincentivare la seconda macchina mi trovi pienamente d’accordo! Sarei ben felice di risparmiare 190 euro al mese e parcheggiare nelle strisce blu! Anche con tutti gli atti vandalici che mi ritroverei avrei a disposizione 2000 e passa euro all’anno per rifarmi la macchina…
    Comunque per come la vedo io la prima crociata per questa città è quella sui mezzi pubblici! Molti problemi si risolverebbero da soli!

  10. sessorium says:

    Visto che sei un cittadino civile, però, dovresti sapere che il servizio pubblico, che a Roma per forza di cose punta molto sul trasporto su gomma, non funziona PROPRIO PERCHE’ ci sono troppe macchine. E’ un problema di prospettive: molti dicono che ci sono troppe macchine perché non funzionano i bus, la realtà è che i bus non funzionano proprio a causa delle troppe macchine, si congestionano a causa delle troppe macchine, non si fanno preferenziali (e ciclabili) per non toglier spazio alle auto in sosta. E’ a causa delle auto che non funzionano i bus, non è vero che ci sono tante auto a causa del malfunzionamento dei bus, non possiamo sovvertire il problema a nostro piacimento.

    Dunque, dato questo quadro, da dove partire? Smantelliamo altre preferenziali per far spazio ai parcheggi? Oppure togliamo qualche auto per dare spazio al trasporto pubblico? Delle due l’una, l’alternativa è star fermi affogando nella città più degradata e invivibile d’occidente.

    Roberto nota, giustissimamente, che il suolo pubblico è diventato uno sfasciacarrozze, un luogo dove si lasciano auto abbandonate. Verissimo. Come si risolve? In due modi: agendo sui costi della sosta e facendo ruotare la sosta. I posti non devono essere MAI gratis. Per i residenti lo sono? Puoddarsi, ma lì si agisce (è la strategia che adottano tutte le città) con le pulizie. Una o due volte a settimana si pulisce la strada, le auto devono essere tolte per forza (o rimosse) così si elimina il problema delle auto abbandonate: pare che a Roma, visto che le pulizie delle strade non si fanno (unico caso al mondo, credo), siano 50mila.

  11. Marchetto says:

    Ok sessorium,
    mi convince molto la tua tesi! E’ una buona idea quella della pulizia delle strade! Ma come ben saprai il trasporto su gomma è qualcosa di anacronistico! Recentemente sono stato in Giappone dove solo le piccole città hanno un prevalente trasporto su gomma! Il problema di Roma è la metropolitana. Abbiamo 2 linee e mezza, la linea A è decente (si fa per dire) ma la linea B è uno scandalo. La linea C forse la vedranno i miei nipoti… Il personale è maleducato e non professionale, i tornelli sono solo all’entrata ecc…

  12. Lavinio Anzilli says:

    scusate fauro e falorno ma il gestore di questo blog è convinto che fomentando l’odio verso chi agisce fuori dalle regole i problemi di roma saranno risolti; per questo usa epiteti e accostamenti che non si sognerebbe MAI di rivolgervi di persona. Non è matto, ha pure ragione ma non si è ancora accorto che il suo modo di fare è diventato con il tempo controproducente perchè non comprende una partecipazione fisica reale e tanto reazionaria nella realtà quanto nelle parole scritte nell’etere.
    Peccato perchè le intuizioni sono buone. E’ lui che purtroppo si perde non appena spegne il computer.

  13. anonim says:

    Sarebbe facile:
    -mezzi pubblici funzionanti
    -parcheggi coperti,garage e parcheggi sotteranei a prezzi incentivanti
    -parcheggi per strada pochissimi e COSTOSISSIMI
    -pedaggi per entrare in centro
    -multe a gogo per gli evasori

    Come fanno nel resto delle città del mondo.

    Cosi hai modo di muoverti bene senza l’auto e se proprio la vuoi è costosissima e problematica

  14. fauro says:

    x degrado esquilino
    come dice Lavinio Anzilli
    malgrado il tuo blog dal tuo commento esce un quadro desolante delle tue capacità intellettive,ovvero non capisci una mazza.
    dici che faccciamo schifo?
    tu parli di civiltà e ti esprimi come un troglodita.
    che tu usi la macchina o no i parcheggi e i dissuasori (ovvero arredo urbano) per le auto ci devono essere , per evitare la sosta selvaggia.
    e fino adesso è non c’è una legge che obbliga i nuclei familiari a non avere più di 1 macchina , quindi è inutile che sbraiti; di macchine ce ne saranno sempre di più, fattene una ragione, e la gente continuerà a usarle anche perchè tanto i servizi pubblici quanto la rete ciclabile fanno schifo

  15. ciretta says:

    c’è anche chi , avendo una sola auto , la lascia in sosta più giorni , preferendo i mezzi pubblici o i piedi … Se si usa l’auto non va bene e insultate , se la si lascia in sosta , non va bene ed insultate . Fate pace col cervello e soprattutto dite cose sensate

  16. ciretta says:

    ma con quali occhiali vedi tutti stì posti liberi sulle strisce blù ??? dimmelo che me li accatto subito !!
    ( p.s. sei un bugiardo o ti dà fastidio la sosta sotto il tuo balcone !!! fanatico..)

  17. Falorno says:

    Sono d’accordo con quanto detto:

    -mezzi pubblici funzionanti
    -parcheggi coperti,garage e parcheggi sotteranei a prezzi incentivanti
    -parcheggi per strada pochissimi e COSTOSISSIMI
    -pedaggi per entrare in centro
    -multe a gogo per gli evasori

    Però le soluzioni devono essere applicate in questo ordine. Invece il comune pensa a multare e penalizzare sempre e soltanto i cittadini che purtroppo non hanno scelta. Anche io se potessi eviterei di prendere la macchina, ma in una città come Roma è impossibile.

    Gli autori di questo blog dimostrano di vivere fuori dal mondo. Evidentemente non hanno problemi economici e hanno il lavoro sotto casa (sempre che lavorino).

  18. parole sacre says:

    Gli autori di questo blog dimostrano di vivere fuori dal mondo. Evidentemente non hanno problemi economici e hanno il lavoro sotto casa (sempre che lavorino).

  19. sessorium says:

    E invece tu dove vivi e dove lavori? Raccontacelo, così vediamo quanto sei OBBLIGATO ad avere sette vetture a famiglia.

    Roma è l’unico posto al mondo dove possedere una macchina (una roba che costa 600 euro al mese) è una cosa che devi fare se hai problemi economici.

    Stronzate: la metà di coloro che hanno problemi economici ce li hanno PROPRIO PERCHE’ possiedono una o più vetture.

  20. Giampaolo says:

    A me sembra che l’elenco suggerito sia più che sufficiente, con l’aggiunta che le multe non le metterei in fondo ma la prevederei come deterrente da usare ogni santo giorno. tra l’altro:
    1) non stiamo parlando di diritto a prendere/usare la macchina ma di diritto per gli altri cittadini (comprese mamme con passeggini, disabili, persone anziane,etc.) a non dover camminare per strada causa macchina parcheggiate a membro di segugio.
    2)qui il problema è anche che spesso uno non vuole neanche cercarlo il parcheggio, per cui arrivo sotto casa e lascio la macchina dove capita. io ho la macchina, vivo all’esquilino e quando la uso e devo parcheggiarla perdo il tempo necessario per trovare un parcheggio corretto. sono strano io o è “furbo” (furbo sottintende un termine molto più volgare eh…)chi mette la macchina in divieto?
    3)se, per ipotesi, la polizia municipale passasse, come dovrebbe fare e invece non fa, ogni giorno a multare le macchine parcheggiate a membro di segugio, forse parleremmo diversamente di costi economici…

    PS: l’odio verso chi se ne fotte allegramente delle regole nasce da solo, non serve che venga fomentato. siamo in Italia.

  21. Falorno says:

    Scusate ma lo saprò bene se devo prendere o no la macchina?

    Lavoro nella periferia nord di Roma, a più di 800 metri dalla stazione di prima porta. Con i mezzi ci metterei più di due ore, e già questo sarebbe sufficiente. Considerate che oltre al lavoro magari una persona di solito deve muoversi anche per andare a prendere moglie e figli in giro. Come ci vado secondo voi, in bicicletta? Mi pagate il taxi?

    Se finalmente Roma diventerà una città europea, cioè in grado di permettere ai suoi cittadini di muoversi comodamente con i mezzi pubblici all’interno del raccordo sarò felicissimo di lasciare la macchina a casa.

    PRIMA I SERVIZI, POI LE MULTE

  22. Anonymous says:

    Stupidaggini. Io ho la macchina e il parcheggio in zoina si trova. Sempre che uno non si comporti come un camorrista e pretenda di mettersela sotto la finestra.
    La costituzione non garantisce il diritto a fare come vi pare. Se hai il cane, ti prendi la responsabilità di portarlo fino all’ area per cani, se hai la bicicletta ci vai dopo sai e puoi andare, se hai la macchina giri fino a che non trovi un parcheggio lecito, fosse anche a un chilometro da casa, che poi non c’è bisogno a San Giovanni.
    No, invece la gente ha deciso che “i servizi” sono le cose che consentono loro di farsi i porci comodi propri.

  23. Patrizio says:

    Anch’io ho la fermata a 800 metri e non esito minimamente a farmi una passeggiata (o una marcia se ho fretta)….OH-MIO-DIO 800 metri a piedi ma siamo diventati matti?????

  24. Roberto says:

    perche le discussioni devono sempre prendere toni da insulto? l-idea dovrebbe essere per ogni residente di avere un permesso auto gratis, perche a roma, per problemi evidenti non si puo fare totalmente a meno della macchina, ma si dovrebbe disincentivare il possesso della seconda auto, dato che la zona dell-esquilino e ben collegata e combinando la prima auto, la metro, il tram e le gambe si potrebbe avere una capacita di mobilita sufficiente. i posti in strada sono tanti, se eliminassimo le seconda auto ci sarebbe posto facilmente per tutti.

  25. sessorium says:

    I selvaggi che hanno preso l’abitudine a commentare su Degrado Esquilino ancora devono spiegarci una cosa:

    perché il vostro ‘diritto’ a “mettere la macchina da qualche parte” dovrebbe essere più forte del nostro diritto a usare i marciapiedi, a percorre strade sicure, a non vivere immersi nel sopruso e l’illegalità?

    Dove sta scritto che i vostri diritti incivili sono più significativi dei nostri diritti civili?

  26. Falorno says:

    Caro sessorium io uso semplicemente il buon senso, tu invece ti esprimi come un cafone e ragioni come un pazzo, offendendo tutti.

    A Roma è impossibile non usare la macchina, a meno che uno non lavori, non abbia una famiglia, dei figli, e magari anche qualche altro impegno.

    Preso atto di questo, IO perdo mediamente 30-40 minuti ogni volta che devo trovare parcheggio nel quartiere, e questo accade almeno due o tre volte al giorno. Pensate che se potessi evitare questo calvario non sarei felice?

    Questo perchè non è vero che i vigili non passano. Provate a lasciare la macchina messa male per più di due o tre ore. Nove volte su dieci troverete una multa da 70 euro.

    Io però sono realista: se vogliamo liberare Roma dal traffico, dalle soste abusive e dallo smog serve un’alternativa. Soprattutto servono metropolitane, tram e un servizio di taxi che non costi quanto una giornata di lavoro.

  27. sessorium says:

    Bah, io lavoro come un pazzo, ho una figlia di un anno e due mesi e la macchina non ce l’ho. Quando occorre uso il motorino. Molto più spesso la bicicletta. Il weekend spesso la uso, affittandola. La sera talvolta la uso, servendomi del car sharing.

    Chi è che ragiona come un pazzo?

  28. Giampaolo says:

    falorno scusa abitiamo in centro, anche a me capita a volte di impiegare parecchio tempo per parcheggiare. questo però non può autorizzarCI a mettere la macchina in divieto di sosta, sui marciapiedi, agli angoli delle strade. il discorso è tutto qui.Ripeto, secondo me non si tratta di proibire l’uso della macchina ma di utilizzarla/parcheggiarla civilmente.Non penso che sia una richiesta da pazzo.Questo è a prescindere dai servizi pubblici, che hai comunque ragione a definire insufficienti per una città come Roma.

  29. Falorno says:

    Giampaolo tu mi sembri molto più ragionevole.

    Quello che voglio dire, è che bisogna guardare ai fatti. Non si può sempre e solo punire e togliere e mai dare.

    Io personalmente parcheggio bene, anche perchè non posso permettermi di pagare 500 euro al mese di multe.

    Il problema di questo blog è che punta sempre e solo a criminalizzare il cittadino, usando parole anche pesanti, mentre invece non si vede mai una parola per chiedere nuove linee di autobus, tram e metro, taxi accessibili.

    Ad esempio vogliamo parlare dello scandalo delle strisce blu? La riscossione dei pagamenti è appaltata ad una società privata.

  30. Griffin says:

    sessorium, io già ho avuto occasione di dirtelo

    DEVI MODERARE I MESSAGGI!

    non lo capisci che questi falorno, ciretta, etc sono dei troll di casa pound, perché se fossero veramente uguali alle cose che dicono sarebbero dei deficienti completi

    risultato: io leggo trenta commenti di cui quindici di deficienti e gli altri quindici di persone che (gisutamente) li chiama deficienti

    mentre invece i commenti sarebbero molto interessanti quando costruttivi e informativi

    MODERA!

  31. ciretta says:

    caro griffin dici a sssorium di moderare i messaggi ….. comunque sono deficiente ma non certo di casa pound

  32. Anonymous says:

    In Italia l’ unico scopo è buttarla in caciara. Non si parcheggia in divieto. Punto. Non si compiono atti vandalici sulla segnaletica. Punto. Il resto sono chiacchiere da adepto di centro sociale fallito.

  33. Griffin says:

    qh si ciretta scusa, non sei di casa pound, sei di quell’indefinibile centro sociale su Via Carlo Felice

    MA LO CAPITE CHE NON CE NE FREGA UN CAZZO DELLE VOSTRE RIDICOLE PARAIDEOLOGIE VOGLIAMO SOLO CONVIVERE CIVILMENTE IN UNA CITTA’ DOVE LE REGOLE SIANO RISPETTATE

  34. Anonymous says:

    A Parigi è praticamente impossibile parcheggiare in tre quarti del centro. Se abiti al Marais la macchina te la metti per cappello.
    Non esiste il diritto al parcheggio sotto casa, esiste il dovere al rispetto delle regole.
    Comprati le scarpe comode e e pedala, Falorno.

Inserisci un commento



(facoltativo)