Subscribe via RSS Feed

Le ostriche di Catricalà. Stuprata Piazza Iside

Pranzo con parcheggio selvaggio per i notabili del Governo. Sei macchine blu disseminate sul selciato della piazzetta, una perla architettonica a ridosso del tempo di Iside alle pendici di Colle Oppio.
Le macchine ostruivano il passaggio in chiaro divieto di sosta (il parcheggio è interdetto da appositi segnali che evidenziano la zona pedonale), gli autisti e le guardie del corpo (una decina) che sbevazzavano nel dehors, mentre i notabili (alcuni giunti dalla Calabria) e un paio di diplomatici, pranzavano allegramente ben celati all’interno del ristorante.
Calabresi gli ospiti; calabresi i ristoratori!
Le piace il pesce crudo Sottosegretario Catricalà? Era al posto giusto: ostriche, casolare, vongole veraci. Peccato pesce congelato? Ma il cuoco sa dissumualre bene con spezie e intingoli.
Intanto piazzetta sequestrata. Divieti violati. Menefreghismo istituzionale.
In attesa di dolce smentita, intanto noi pubblichiamo le foto con ben visibili le targhe: non sarà difficile capire di si trattava. Vongola o non vongola, si tratta pur sempre di incivili, cafoni e arroganti!
Il Comitato “Adotta piazza Iside”

*L’unica cosa che ci sentiamo di dire al Comitato è di incazzarsi non solo quando a posteggiare a Piazza Iside sono i politici, ma sempre. La stupenda piazzetta, infatti, è massacrata dalle auto in sosta selvaggia (qualcuno, come succede spesso e dovunque, ha fatto saltare la catenella) ogni giorno e soprattutto ogni sera…
- Degrado Esquilino

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (11)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymus says:

    arroganza INACCETTABILE!
    … soprattutto da chi rappresenta le istituzioni!

    … soprattutto da chi vuol dare esempio di correttezza!

  2. Massimo Livadiotti says:

    Aggiungiamo che gli alberi (melangoli e cioè agrumi) sono tra l’altro in condizioni disastrose! Di notte subiscono di tutto dai frequentatori dei locali (evidentemente in preda all’alcool o droghe varie)….si divertono a scortecciare i tronchi dei poveri alberi! Al momento su 6 alberi 4 sono ormai più morti che vivi…..Roma stracciona!

  3. Trova gli errori says:

    Bravo Degrado, come sempre informa coraggiosamente! Questa “gente” va denunciata e ricordata perché verrà il momento in cui terminerà la loro carriera di piccoli e grandi poteri arroganti.

  4. Pippopalla says:

    Catricalà Antonio, 450mila euro che paghiamo noi cittadini e la signora Catricalà 140 mila euro che paghiamo noi cittadini, abitano ai Parioli e utilizzano quotidianamente due diverse auto blu per recarsi al rispettivo posto di lavoro (Palazzo Chigi e via della Mercede), a circa 150 metri di distanza l’uno dall’altro, ,per come risulta agli atti della amministrazione,la signora Catricalà è assegnataria di auto blu da diversi anni prima di avere titolo e diritto a tale benefit .
    Una perla di Catricalà:
    ospite di “Ballarò” RaiTre, dove lavora sua sorella Annamaria (ne ha altre due, professoresse entrambe), ha: “Non è vero che siamo lontani dai cittadini. Tutti noi nel governo abbiamo un passato da cittadini”

  5. betti says:

    Io abito in via Muratori, sono passata dalla piazzetta alle 15.50 mentre andavo (di fretta) verso la scuola dei miei figli ed ho chiesto agli autisti: “Ma che ci fate qui?! Questa è una piazzetta pedonale!”. Loro, ovviamente, mi hanno ignorato. Ad ogni modo, il pranzo è stato quindi molto lungo, come se non bastasse.
    Devo aggiungere, però, che la piazzetta viene invasa OGNI giorno dalle auto!

  6. Anonymous says:

    SOLO IN ITALIA, SOLO A ROMA!

    SEMPRE INCIVILI, EVVIVA!!

  7. Il tribunale internazionale dell’Aja dovrebbe condannare l’Italia a una multa stratosferica per avere esportato in tutto il mondo la feccia calabrese.

  8. Magica says:

    Governo normale, governo tecnico e’ inutile non cambia niente ! Quando arrivano a quel posto sono tutti uguali fanno tutti i propri comodi con arroganza e prepotenza !!!

  9. Antonio says:

    Cari amici, in questi mesi ci stiamo sforzando in ogni modo per difendere piazza Iside e dintorni dagli..assalti quotidiani. Abbiamo ricollocato il gancio con annesso “moschettone”. E’ stato già “tagliato” 4 volte ma noi lo abbiamo ricollocato.
    E adeso la sera finalmente la piazza è in protezione.
    L’incontro con il Comandante dei Carabinieri del Celio ha dato primi frutti sperati. E tutti i pomeriggi passa la macchina dei C/C a redarguire i soliti bulleti. Due dei quali sono stati arrestati sabato notte mentre imbrattavano di scritte le mure dei palazzi di via Villari.
    Noi speriamo che questo concetto dell “ADOZIONE” si diffonda per Roma. Se ogni cittadino adottasse un albero, una fontana, una piazza, un luogo, Roma diverrebbe certamente più protetta, più sicura, quindi migliora.
    QUINDI ADERITE A “ADOTTAPIAZZAISIDE@YAHOO.IT”. E per quanto potete, divulgate l’iniziativa che non ha alcuna finalità se non la difesa e la tutela dfella nostra Città!
    Comitato AdottaPiazzaIside

  10. sessorium says:

    Noi di DegradoEsquilino siamo follemente innamorati della gente che aggangia i moschettoni come voi! Avessimo finalmente trovato un comitato serio!?!?

    Evviva. Grazie. Avanti così. E teneteci al corrente.

  11. Giampaolo says:

    Complimenti davvero. ecco un esempio di “meno parole, più fatti”. se posso, in quanti siete nel Comitato?

Inserisci un commento



(facoltativo)