Subscribe via RSS Feed

Come è la puccia di Pucciami? Ditecelo voi, a noi è passata la voglia

Ha aperto un nuovo curioso fast food in zona. Questa volta italiano dopo i tanti piccoli fast food internazionali (vi ricordate quello in Viale Manzoni) che sono apparsi negli ultimi mesi. La mangiatoia in questione si chiama Pucciami e si presenta come un luogo dove mangiare in un contesto tecnologico (tecnologico!) la tradizionale pagnotta pugliese, la puccia a vario modo ripiena. Una nuova idea imprenditoriale, un franchising che parte da Via dello Scalo San Lorenzo con la speranza di allargarsi e fare proseliti.
Bene, solitamente queste novità le testiamo, le raccontiamo, diamo loro un briciolo di visibilità convinti come siamo che qualsiasi iniziativa che abbia insito qualche grammo di innovazione e tentativo imprenditoriale vada fatta conoscere il più possibile per poi lasciare il giudizio ai consumatori. Ma sta volta non ce l’abbiamo fatta. Avvicinandoci a PucciaMi siamo stati bombardati da una serie di sgradevoli messaggi pubblicitari. E se saremo -con difficoltà, grossa difficoltà- passati sopra ai due cartelloni 4×3 (di cui uno proprio di fronte a Porta Maggiore) che PucciaMi ha optato di affittare forse non sapendo che a Roma questi impianti sono gestiti quasi sempre da ditte fuorilegge, proprio non possiamo ammettere che questo nuovo posticino abbia deciso di promuoversi piazzando in mezzo a Via dello Scalo San Lorenzo un furgone pubblicitario abusivo (di quelli che, per legge, devono muoversi sempre e che invece sta fisso lì da giorni), piazzato in una posizione che non è pericolosa, è proprio omicida, parcheggiato com’è a oscurare la vista dell’imbocco delle strisce pedonali con i pedoni che, di conseguenza, appaiono all’ultimo momento agli automobilisti. Un vero e proprio attentato alla sicurezza strada per promuovere due panini: invece di andare a provare una puccia, abbiamo segnalato il tutto alla Polizia Municipale del III Municipio.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (62)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. carlo says:

    state facendo na questione assurda per due cartelloni del cazzo attaccati abusivamente quando bisogna dire ke i nostri amati politici mettono i loro manifesti in campagna elettorale attaccati ai muri abusivamente nn pagando la concessione e non pagando le multe da mila e mila euro…poi dobbiamo parlare dei veivoli parcheggiati alla cazzo di cane in curva a pericolo di prenderlo mentre sei in movimento in makkina ma ke nn vedi perkè posizionato male…e tutto sto casino per una puccieria…volete un consiglio sparetevi forse e meglio….omicida ladri ma ke vocaboli sono perdio.viviamo in un italia di merda dove i politici fanno cm cazzo vogliono e vi preoccupare di ste minchiate da due soldi pensate alle cose serie della vita e andate a mangiarvi la puccia ke buona…e cmq sono di taranto e vivo a roma e finalmente si vede qualcuno ke sappia fare qualcosa di buono in una città priva di sapori del sud italia perkè tnt nelle cucine miei cari ci sono i bengalesi a farvi mangiare la roba ke spacciano per romana o del sud italia svegliatevi e nn dite minchiate ke campate fino a 100 anni meglio tutti quanti detto qst amen a ttt e sparate meno puttanate da quelle bocche fatte di gente ipocrita..al tipo dell inserzione ke ha scritto ste cazzate voglio vedere se nn hai mai messo la makkina parcheggiata alla cazzo di cane o tutti voi?ipocriti lavatevi la bocca cn l amoniaca forse vi riprendete

  2. Marilù says:

    ma insomma è bona sta puccia, si o no??

  3. saverio says:

    e super buona anzi buonissima

  4. magnaccioni says:

    è tutto buonoo…………….se pagassero anche le fatture, sarebbe ancora meglio……….

  5. Anonymous says:

    sono mafiosi

  6. maria paola says:

    Panzerotti alla muffa. Sconsigliato.

  7. maria teresa says:

    Ero di passaggio dalle parti del Colosseo e mi sono imbattuto in questo Pucciami…mi ha incuriosito ed ho provato a Roam le specialità della mia terra, ho ritrovato la mitica birra Raffo e una grande accoglienza! il servizio direi molto buono, ci sopno tornato anche con la famiglia!

  8. valentina t says:

    aperto da pochissimo ma già attira per la bellezza del posto e per via del ottimo personale e delle cose buonissime che propongono… ho mangiato una insalta
    nella coppa di pane calzone buono peccato un po freddo

  9. diletta says:

    sono stata in questo posto qualche giorno fa, dopo un giro in centro ai Fori imperiali, Colosseo e Piazza Venezia. Dopo una lunga visita ai Musei Capitolini e al Vittoriano, la fame cominciava a farsi sentire ed è così che andiamo in questa paninoteca, per gustare un tipico panino salentino su invito d mio fratello che va spesso qui. il posto è accogliente. Si può mangiare di tutto, dai panini ai piatti, alle pizze. è piccolino dentro ma molto accogliente, è possibile sedersi fuori, oppure dentro su dei tavoli e panche stile pub. é possibile osservare il lavoro delle ragazze che preparano il cibo e del pizzaiolo. C’è un lungo bancone che espone il cibo preparato o gli ingredienti utilizzati. Abbiamo optato per un panino cn crema di carciofi, prosciutto cotto, insalata e formaggio; poi un panino cn lardo di colonnata o pesce spada, unitamente ad altri contorni che li accompagnavano. non è molto costoso. i prezzi variano da un minimo di 5- 6 euro a salire. Il mio panino cn il cotto aveva un costo di 5 euro :) ed era ottimo. Perfetto per un pasto veloce, e cn pochi euro :)

  10. giorg says:

    Locale bellissimo e come se stai in Puglia intorno al locale le pietre leccesi che spettacolo Puccia buonissima e fatta al momento Complimenti alla prossima

  11. Anonymous says:

    ma basta con questi commenti finti!!!
    si vede lontano un miglio che sono scritti dalla stessa persona.
    Fossi il proprietario migliorerei il servizio e perderei giornate a scrivere commenti falsi sul web

  12. parolalibera says:

    servizio buono perchè chi ci lavora è educato e cortese ma la qualità lascia a desiderare…quello che vendono può essere tutto fuorchè la “vera” puccia, e poi panzerotti, pizze…l’impasto è degno di una BigBabol, la farcitura è passabile, ma quando stai li a mangiare e vedi le condizioni di come ti preparano il panino…ti vengono i brividi. per me pollice verso, un’esperienza da non ripetere anche perchè di pugliese c’è solo l’accento del cassiere che sbraita pensando di essere circondato da soli turisti…che vergogna…

Inserisci un commento



(facoltativo)