Subscribe via RSS Feed

Un nuovo arrivato nel quartiere ci pone la questione degli ostelli abusivi

Seguo giornalmente il vostro blog perchè mi sto trasferendo nel quartiere Esquilino che, nonostante il degrado da voi giustamente denunciato, per me costituisce uno dei quartieri più belli e affascinanti di Roma.
Il quartiere mi sta talmente a cuore che ho recentemente acquistato una casa vicino Piazza Vittorio e ho intenzione di partecipare attivamente alla vita del quartiere.
A tale proposito ho letto molto recentemente una notizia riguardante un appartamento in via Napoleone III affittato a una ventina di persone che è stato sgomberato dalla polizia, ma questa notizia non è stata approfondita dal vostro blog. Vorrei chiedervi se voi avete qualche notizia in più a riguardo, perché credo che casi di eccesso di densità abitativa oltre il limite umano siano da perseguire e denunciare.
Roberto

Roberto grazie per la tua sollecitazione. Il tema è interessante per una serie di motivi: appartamenti pieni di gente sono pericolosi (anche a rischio crolli, in certi casi), portano degrado, fanno sì che nel nostro Rione vivano più persone di quante il Rione, per come è conformato, potrebbe sostenere e questo provoca un aggravio dei carichi urbanistici e una sperequazione dei servizi: ovvero noi riceviamo servizi per, mettiamo, 30mila persone quando in realtà siamo 40 o 45mila.
Come fare? Forse occorrerebbe smetterla di far finta di non vedere. Pieno di gente che ha nel proprio condominio situazioni di questo tipo e fa finta di niente. Da parte tua, comunque, ci aspettiamo fin dalle prossime settimane un contributo al blog…

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (6)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Luigi says:

    Il problema ormai sono anche i “legali”, non solo gli abusivi. Date un’occhiata ai due nuovi esercizi commerciali su Piazza san Giovanni in Laterano una “paninoteca-porchetteria” che ha ricavato una specie di cucina a vista con un tramezzo proprio all’entrata del negozio e una “gelateria”, appena inaugurata. Cosa ci fanno due esercizi commerciali così in questa piazza?

  2. Tiziana says:

    Caro Roberto complimenti per il tuo coraggio e meno male che ci sono ancora persone come te che credono in questo quartiere, se ce ne fossero un pò di più come te, cioè disposte a venirci ad abitare e non a fuggirne via, forse le cose potrebbero cominciare a cambiare!Anche io ho fatto la scelta di acquistare una casetta molto carina nel quartiere, in via Balilla, due anni addietro e non ti dico che me ne sono pentita, ma a volte (anzi spesso…) non sai la rebbia che mi fa vedere tutto questo degrado circondato dalla totale indifferenza di tutti, tranne di quei pochi che scrivono sempre su questo blog ma delle cui lamentele non gliene frega assolutamente niente a nessuno al Comune, siamo dei “Don Chisciotte contro i mulini a vento”!!! Comunque coraggio insistiamo non si sa mai e benvenuto a te.

  3. Roberto says:

    Buongiorno a tutti, eccomi qui, il “coraggioso” :) .
    Leggo con molta attenzione il vostro blog seppure a volte mi spaventa un po’ perché la dose di cattive notizie può essere letale! Tra pochi giorni dovrei trasferirmi definitivamente e avrò un’idea più consapevole sulla scelta fatta, al momento sono ancora contentissimo perché l’Esquilino, nonostante il degrado da voi giustamente rappresentato, costituisce ancora un quartiere molto affascinante, oltre che collocato in una posizione veramente strategica. Penso che le associazioni create “dal basso”, come quelle dei consumatori o, come in questo caso, quelle degli abitanti di un quartiere, possano giocare un ruolo importante per auto difendersi e vedere migliorare le cose. Nel caso dell’abusivismo abitativo, ad esempio, è necessario alzare il telefono e chiamare la Polizia, magari anche grazie al coordinamento che si può trovare con gli altri utenti del blog.
    Infine, come su Report alla fine c’è la rubrica per le “piccole buone notizie” (cosa che potrebbe essere un suggerimento per il blog) ieri ho aiutato una mia giovane italianissima amica a traslocare in via Ferruccio: non è vero che tutti fuggono dall’Esquilino!

  4. Anonymous says:

    ci vengono in tanti ad abitare e la situazione sta cambiando, dobbiamo esere noi a vigilare e segnalare se ognuno lo facesse andrebbe meglio

  5. esquilino free says:

    esatto. l’esempio di roberto è sicuramente positivo e questo blog è una grossa mano per il rione. l’importante però come dici tu anonimo è che chi vive e ama l’esquilino vigili contro il degrado(non con parole a vanvera) e segnali sul blog cosa non va.

  6. buattella says:

    Caro luigi , siamo sicuri che quegli orridi e sudici negozi siano regolari? Se si , mi chiedo come fanno a dare queste licenze , ormai nel primo municipio siamo circondati da negozi spazzatura e non sono solo quelli spogli e squallidi cinesi , ma tutti !!

Inserisci un commento



(facoltativo)