Subscribe via RSS Feed

Good news? Montati nuovi vespasiani in Piazza Vittorio

Pensavate che i vespasiani fossero stati rimossi anni fa, vero? Sbagliato! Come si puo notare, tutto attorno Piazza Vittorio, sono riemersi ed utilizzati notte e giorno con grande gioia da parte delle variopinte popolazioni che affollano la piazza ed il Rione. Le scene vissute e la puzza lancinante che si deve tollerare passando, lascia immaginarci un altro pianeta ed altri tempi! Forse era questo il fetore delle lorde città medievali di sette o ottocento anni fa? Chissà, magari a Roma, nel 2012, siamo riusciti a riprodurre un odore perduto nei secoli…

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (12)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. esquilino free says:

    piazza vittorio è sicuramente un esempio eclatante ma è così in moltissime vie del quartiere. potrei citare via tasso per esempio. le “variopinte popolazioni che affollano la piazza e il rione” sono indubbiamente una causa primaria del degrado del quartiere. è un dato di fatto e chi pensa il contrario facesse un giro a piazza vittorio.

  2. John says:

    Che scifo disgustoso. Ma DOVE vivo?

  3. esquilino free says:

    Aggiungo una cosa al mio precedente post: posto che le “variopinte popolazioni che affollano la piazza e il rione” ce le dobbiamo tenere e non smetteranno le loro incivili usanze di utilizzare le vie come bagni pubblici e posto che se aspettiamo l’AMA stiamo freschi, c’è una cosa che si può fare: riempire di segnalazioni l’AMA sia tramite il form on line sia tramite il numero verde (800867035). lo so, è molto poco, ma altrimenti cosa fare?aspettare che piova?

  4. Anonymous says:

    L’importante è che i soliti idioti incivili continuino ad imbrattare con le loro cagate ogni metro quadro a disposizione!

    Mc Daemon

  5. Anonymous says:

    ma se i bagni pubblici non ci sono, l’ama ridesse indietro la sua casetta dove non capisce che fanno e si facciano dei bagni pubblici a pagamento

  6. Alex says:

    Ma qualche anima pia che manda un’email ai PICS per far cancellare l’odioso “zippo libero” ?

    Hanno rotto le palle con questa storia… Si pensano di fare pressione magari, ma non smuovono neanche un moscerino.

  7. anonimo says:

    che poi sembra che vogliano far credere che stia in galera.
    magari ci fosse a marcire in galera!
    e invece purtroppo sta solamente ai domiciliari…

  8. bruy says:

    Sono tornato ieri sera. Sarà che non piove da mesi, ma c’è un puzzo nauseabondo.

  9. gianluca says:

    Salve, sono un abitante del quartiere da 40 anni, e vi garantisco che la situazione peggiora di giorno in giorno … non esiste nessun tipo di controllo su le defecazioni che fanno certi tipi di individui… per non parlare di quelli che espettorano ogni passo che fanno …ho visitato paesi da dove provengono queste razze, e vi garantisco che dalle loro parti, queste cose sono punite severamente…questo e’ il paese di … nessuno!!!

  10. esquilino free says:

    no gianluca non lo dire sennò sei un razzista: tappati il naso, girati dall’altra parte e sorridi…e per magia all’esquilino il degrado (e la puzza di pipì) non c’è più!seriamente: il malcostume di certi individui insieme con l’inesistente attività di pulizia dell’ama è un mix micidiale…io oggi nel mio piccolo ho tartassato il numero verde dell’ama per far pulire l’area intorno ai cestoni dei rifiuti e alla terza chiamata sono venuti. che alternativa avevo?

  11. vabbe says:

    ma com’è che questi ‘individui’ di ‘certe razze’ in altri paesi europei non si comportano così??? Sarà mica perchè noi romani semo zozzoni e trattiamo di merda i nostri spazi pubblici che alla fine sembrano cessi? voi che dite? ma quanti romani la sigaretta se la mettono in tasca? e i fazzoletti? e le cartacce? ma li mortacci famose n’esame de coscienza

    prima de dì cazzate

  12. esquilino free says:

    scusa ma io sono romano, abito e amo l’esquilino, le cartacce per terra non le butto, idem le sigarette (non fumo) e se sono in giro e mi scappa la pipì non la faccio per strada ma entro in un bar e chiedo del bagno. quindi non devo farmi nessun esame di coscienza. se sei felice potrei citarti tanti casi di inciviltà compiuti da italiani (penso allo schifo dei cartelloni abusivi o alle scritte sui muri): questo per dirti che la lotta è al degrado a prescindere da chi è che lo compie.certo da qui a dire che la situazione dell’esquilino è colpa solo dei zozzoni romani però ce ne corre eh…

Inserisci un commento



(facoltativo)