Subscribe via RSS Feed

Vi ricordate la storia della bancarella che si è raddoppiata vicino alla Stazione? Leggete qui

Il fatto grazie ad un nostro lettore era stato documentato qui. Oggi su la Repubblica è arrivata la spiegazione. Guardate che roba. Fa impressione. Fa paura. Fa vomitare. Noi non commentiamo…

Share

si parla di:

categoria: la nota

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (8)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. anonimo says:

    sono stati spesi soldi pubblici per rifare i marciapiedi (vedi Via Amendola) e ora scopriamo che in realtà il motivo non era altro che preparare la sede per le bancarelle dei parenti di Tredicine.
    Quali sono questi cantieri? Dove si trovava questa fantomatica bancarella di S. Giovanni? Non riesco proprio a figurarla.
    E quelle bancarelle allucinanti che stanno in Via Nazionale da dove vengono?
    E le altre decine che sono sorte in tutti i quartieri di Roma da dove sono state trasferite?
    C’è qualcuno qui che crede alle cose “temporanee”?
    di temporaneo ci sono solo Alemanno e i suoi assessori. Ma arriverà il giorno!
    Raccontare queste cose a chi non è di Roma o a chi non è italiano si rischia solo di essere presi per pazzi esagerati visionari.
    e invece noi tutti sappiamo la realtà perchè la vivamo sulla pelle.
    VERGOGNA!

  2. ARm says:

    cioè giordano tredicine è un consigliere del pdl?!
    e di che ci stiamo stupendo fatemi capire?!?!?!? ALLUCINANTE! CHE PENA!!

  3. ale says:

    se nessuno interviene questi si prendono tutta roma. e non crediate che la prossima amministrazione risolverà ogni problema con la bacchetta magica. qua bisogna intervenire, scendere in piazza, interporre i propri corpi tra ciò che resta della città e lo scempio che si compie ogni fottuto giorno.

  4. p@blito says:

    e il nuovo cocomeraro spuntato ieri accanto all’edicola vicino a metro Manzoni??

  5. Ale says:

    A Roma I negozi di qualita che pagano le tasse ed I contributi ai dipendenti chiudono perche non reggono la concorrenza dei bancarellari che si mettono davanti alle loro vetrine e vendono in nero con personale pagato in nero.
    Roma sta sprofondando in una crisi irreversibile e tutto grazie ad un consigliere zingaro bancarellaro Ed un sindaco compiacente. Bisogna scendere in piazza, protestare e mandare a casa sti ladri farabutti prima che sia troppo tardi!

  6. letizia cicconi says:

    questa storia degli spostamenti temporanei è una cosa vecchia che accade guarda caso sempre nel primo muncipio e sempre all’esquilino,ad insaputa del municipio stesso, l’assessorato ed i suoi uffici sembra abbiano un fiuto particolare nell’indivuare gli spazi liberi,sto pensando seriamente di fare un’esposto alla procura della Repubblica affinchè indaghi su queste stranezze….

  7. Anonymous says:

    SPUNTATO COCOMERARO ORRENDO PURE AL CIRCO MASSIMO.

    BORDONI VATTENE!!!!!!

  8. Marco Valerio says:

    Sabato è spuntato cocomeraro IN MEZZO alla strada, accanto alle due bancarelle, in via Amendola. Ci rendiamo conto? Presto mando foto a DegradoEsquilino. Grazie per gli aggiornamenti!

Inserisci un commento



(facoltativo)