Subscribe via RSS Feed

Sensi di marcia. Cosa succede a Via Statilia?

Aria di cambiamento a Via Statilia. Qualche giorno fa molti cartelli di divieto di sosta sono comparsi (ovviamente disattesi dai più) con l’indicazione che ci sarebbe stata la pittura di una nuova segnaletica. E così in parte è stato. Gli stalli della sosta a spina di pesce sono diventati lineari e così ora c’è più spazio per la carreggiata che, a questo punto, rischia di diventare a doppio senso. Chi sa qualcosa? Noi ignoriamo cosa sta succedendo? Qualcuno è informato e può farci capire quali sono gli intendimenti dell’amministrazione e dei dipartimenti comunali a riguardo?

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (5)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Anonymous says:

    Stanno facendo posto a qualche migliaio di cartelloni del siondaco bordoni!

  2. Paolo says:

    Stanno piantando nuovamente il semaforo all’incrocio, in vista di un futuro cambio di senso di marcia.

  3. Anonymous says:

    il tutto potrebbe essere propedeutico ad un ritorno del servizio tranviario sulla linea 3, atteso da non so quanti anni.

  4. mario says:

    dopo quasi 10 anni il Comune sta per riattivare il tram 3 su via Carlo Felice (finchè non lo vedo non ci credo), quindi via Statilia sarà riportata al vecchio senso di marcia

  5. Tramvinicyus says:

    Be’, da studioso e appassionato di TPL (particolarmente su supporto tramviario) non posso che gioire per una simile notizia. Una tramvia che non riesce a tornare tale perché non si riesce a sistemare un senso unico non succede neanche a Calcutta (tramite il web noi appassionati siamo in contatto con i nostri colleghi nel mondo, anche a Calcutta credetemi e quindi non era una battuta…..)
    Il tram a Roma c’è per bellezza, regge solo perché smantellando l’intera rete questo o quel sindaco scatenerebbe le ire degli ambientalisti. L’80% del TPL a Melbourne è TOTALMENTE tramviario con quasi 30 linee e circa 450 km di binari piantati e quasi tutto in sede comune (solamente 2 le linee “light” cioè in massicciata). Pensate che le macchine lì devono fermarsi dietro al tram perché non esistono banchine di fermata….uah uah auh auah ve lo immaginate qui? Non qui il vero sindaco dell’Esquilino, anzi IL RE dell’Esquilino è il gelataio…..ma per favore!!!!

Inserisci un commento



(facoltativo)