Subscribe via RSS Feed

Ancora tetti. Stavolta la polizia di Via Mamiani


Ecco finalmente una copertura decente a tutte le superfetazioni fatte sul tetto dell’edificio all’interno della caserma della polizia in via Mamiani. E’ una griglia in rame che sinceramente ci ripaga di tutte le preoccupazioni precedenti“.
Questo ci scrive Massimo Livadiotti qualche giorno fa inviandoci questa eloquente foto dall’alto relativa ad un problema che avevamo affrontato mesi fa. Tutti i nuovi impianti che sono stati realizzati all’interno e sul tetto della caserma della Polizia di Stato in Via Mamiani angolo Piazza Vittorio sono stati finalmente coperti dietro ad una meno sgradevole palizzata in rame (o in legno? Non ne siamo così convinti). Auguriamoci che anche in questo caso un brutto sfregio allo skyline della piazza sia stato sanato e che soprattutto venga sanato lo sfregio che abbiamo segnalato – per l’ennesima volta – venerdì scorso riguardante il palazzo Enpam.
Un tempo, rispetto a queste nuove edificazioni, fantasticavamo di avere risorse, oneri concessori e fondi per riqualificare. Oggi, tristemente, ci basta che non distruggano troppo il panorama. Questa è la situazione.

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (4)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Marcus says:

    Di un nuovo palazzo come questo, nel centro di Roma, non sentivamo proprio l’esigenza. In quel cortile al limite si poteva fare un parcheggio attrezzato.

  2. Anonymous says:

    levassero pure la palma morta da un anno e tinteggiassero il muraglione di loro proprietà, per non parlare di come tengono il cortile interno do c’è una statua del bernini

  3. Marco says:

    Togliessero il furgoncino rosso da davanti, più che altro… Non sapevo che lì ci fosse una statua del Bernini!

  4. Massimo Livadiotti says:

    Marcus…la palazzina esisteva da prima.E’ stata soltanto riciclata da centro di controllo per i sistemi di allarme (con tanto di antennona…)in un centro medico per il personale della polizia di Stato. La copertura è in rame (in legno alla prima folata di vento verrebbe giù e richiederebbe tanta manutenzione)e serve a coprire appunto gli impianti che serviranno al centro medico. Per le palme che si intravedono sulla destra sono già moribonde e andrebbero abbattute….ma questa è un’altra storia ed è meglio stendere un pietoso velo sulla vicenda delle palme a Roma!

Inserisci un commento



(facoltativo)