Subscribe via RSS Feed

Abbiamo visto cose che voi umani…

Per lo meno questa Roma sarà qualcosa che potremo raccontare. Ai nostri figli ed ai nostri nipoti, che di certo, glielo auguriamo, non vivranno qui. Raccontare però sarà dura, perché è difficile raccontare -ancor di più scrivere- quello che sta succedendo in questi anni. E auspichiamo che tra 20 o 30 anni la situazione sarà così diversa che raccontare di una grande Basilica di valore assoluto assediata da sosta selvaggia, pullman e -udite udite- cartelloni pubblicitari abusivi sia una cosa fuori dalla grazia di dio.
Tutto ciò per dirvi che quello che vedete non è un fotomontaggio, bensì la situazione reale palesatasi oggi, mezza mattinata, a Santa Croce in Gerusalemme. Un camion pubblicitario della ODP (una ditta sulla quale non diciamo niente perché già troppo è stato detto su Cartellopoli.net; una ditta che tre anni fa non c’era e oggi vanta migliaia di impianti in città; una ditta che ha beneficiato -diciamo così con un eufemismo- delle politiche della attuale amministrazione; una ditta che con i suoi impianti ha cambiato la faccia ad intere strade e quartieri) staziona bel bello in isola pedonale, di fronte ad una delle Sette Basiliche di Roma. E lo spettacolo inneggia pure al diavolo, lo stesso che si sta rubando la città…

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (6)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Marchese says:

    Ma chi è sto beduino?

  2. asd says:

    mi viene da vomitare.

  3. Rambo says:

    Se esistesse a Roma un corpo di polizia municipale non dico molto serio ed efficiente ma solo “normale” come quello di altre città , già sto carrozzone lo avrebbero fatto rimuovere ,perché io non se e’ in divieto di sosta ma e’ sicuramente messo in curva ! Ma come ben sappiamo qui i vigili sono inesistenti quindi e’ inutile qualsiasi discussione.

  4. Magica says:

    Le solite oscenità romane illegali ,ma ciò che e’ più grave, che restano impunite

  5. Paolo says:

    Intanto continuano le piantumazioni di cartelloni a Via Emanuele Filiberto. Il lato destro nei pressi di S. Giovanni è ormai devastato: oltre ai tre impianti, eccone sputare altri due, con regolare fascetta di Roma Capitale. Lo scempio autorizzato e legittimato. Non se ne può più.

  6. Anonymous says:

    AI CRIMINALI DELLA ODP HANNO DOVUTO SPIANTUMARE ALCUNI DEI LORO MOSTRUOSI CARTELLI “CULTURALI”, PERCHE’ ERANO PIANTUMATI ADDIRITTURA NELLA SEDE STRADALE!!

Inserisci un commento



(facoltativo)