Subscribe via RSS Feed

Non c’è pace neanche di notte

Conosciamo molte persone che fanno così. Amici, parenti, business man che transitano per la capitale. Ormai di giorno manco la guardano più: è inguardabile, lo ha capito perfino Carlo Verdone che sull’aspetto un po’ folk della città ci ha campato trentacinque anni. Resta la notte. Qualche auto in meno, i rumori si attenuano, quasi tutti i camion bar della nota camorra ambulante rientrano nei depositi del IX Municipio (in una città civile i cittadini di buona volontà si organizzerebbero e andrebbero a dar fuoco a tutto), le diecimila bancarelle vengono smontate, issate su furgoni degli anni ottanta e portate via. Non tutte e diecimila tuttavia. Ci sono alcune bancarelle pigre. Troppo duro rispettare il regolamento. Troppo difficile smontare e poi rimontare al mattino. Tanto meglio lasciare tutto lì. Incellofanare, impacchettare, ricoprire tutto di un fetente profilattico in plastica e attendere al mattino dopo. Tanto chi controlla? Nessuno. E nessuno controlla anche se uno scempio simile sta nel pieno del I Municipio, zona Unesco, al cospetto dell’abside di Santa Maria Maggiore, una delle chiese più importanti non di Roma, non d’Italia, dell’intero Pianeta. La bancarella su Piazza dell’Esquilino il giorno fa schifo e rende impossibile la visione della chiesa, di sera però fa ancora più schifo. Qualcuno può intervenire per cacciarla via, almeno di notte?

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (15)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. mnz says:

    Pensavo che finalmente qualcosa si facesse con questo degrado ee illegalità dopo gli articoli del Messaggero. Ma, ahimè, tutto continua come prima, anzi peggiora! Veramente in questo paese si puo morire di rabbia.

  2. Tiziana says:

    Ma un bel fuoco no?

  3. Tiziana says:

    Aggiungo: un bel fuoco da spegnere subito pero’, prima di arrivare a quelle povere piante già martoriate dallo schifo di bancarella

  4. LUCIA says:

    Ma che cosa dobbiamo fare ancora per fargli capire che siamo nauseati, stufi per il menefreghismo, l’illegalità diffusa e alimentata da amministratori, vigili e da tutti quelli che RUBANO il loro stipendio? C’è bisogno di investimenti economici per sanzionare il degrado? Che cosa vogliono ancora? Per quanto mi riguarda ogni giorno li maledico: prima o poi qualcosa gli arriverà!

  5. Marco Valerio says:

    Ma i negozianti, perché non fanno nulla? Non possiamo fare una richiesta segnalando tutti questi casi insieme?

  6. letizia cicconi says:

    i negozianti come nel caso dell’upim di santa maria maggiore hanno fatto di tutto per farli sloggiare, ma non ci sono riusciti, io sto provando ad eliminare il vergognoso mercatino di piazza vittorio comprese le bancarelle storiche e sono stata minacciata già più volte eppoi ricorrono al tar che dichiara l’infodatezza del ricorso ma il consiglio di stato sospende tutto perchè deve entrare nel merito,capito il consiglio di stato si occupa di quella schifezza del mercatino di piazza vittorio,questa è l’italia

  7. Marco Valerio says:

    Grazie Letizia! Quanto al “vergognoso mercatino” di Piazza Vittorio, intende quello sotto i portici? Che tipo di ricorso ha fatto al Tar? Perché non mette online tutti i documenti? Comunque ho appena inviato a DegradoEsquilino un altro caso incredibile di bancarelle abusive apparse negli ultimi due mesi, con annesso dossier fotografico. Vediamo se pubblicano anche questo. A presto, Marco Valerio

  8. letizia cicconi says:

    buona notizia di oggi il tar ci ha dato ragione sul mercatino di piazza vittorio li non può stare ed ha posto delle pregiudiziali anche sugli ambulanti quotidiani ,adesso spetta agli organi di controllo far rispettare le sentenze, quindi vigileremo

  9. Marco says:

    Oggi ho notato nuove, almeno per me, bancarelle addirittura lungo via Nazionale, sia a destra che a sinistra, nella parte alta, tra via delle 4 Fontane e via Torino…

  10. Marte says:

    Letizia, grazie a te e a tutti gli altri dello sforzo che state compiendo, ma che le bancarelle lì non possano starci è cosa nota che finalmente anche il TAR riconosce…il problema però è: chi si occuperà di far rispettare questa sentenza, visto che chiunque interpelli si dichiara “non competente” ? I Vigili Urbani sono quella nota istituzione presente solo il 27 del mese, le altre forze di Polizia men che meno (e ci mancherebbe…dico sul serio.)…vogliamo provare con i Caschi Blu dell’ONU ? Sabato prossimo saranno di nuovo lì…come si fa ad avere i documenti da sbattere in faccia a chi non interviene e denunciarlo per omissione di atti d’ufficio ?

  11. letizia cicconi says:

    lo so , caro marte, gli uffici provvederanno ad inviare ai vigili il ricorso ed esso dovrebbero provvedere,almeno cosi mi auguro,altrimenti riportermo un altro atto in consiglio, questa ormai è diventata una battaglia anche all’interno del municipio ci sono infatti un paio di consiglieri sodali di questi tizi che ce ne stanno facendo di tutti i colori ma noi andiamo avanti lo stesso

  12. Marte says:

    Letizia, io una proposta l’avrei…dato che non è giusto che solo voi consiglieri rischiate in proprio in queste occasioni, quando sabato prossimo tornerà – perché tornerà… – il mercatino, facciamoci trovare TUTTI sotto i portici, copia della sentenza in mano, e chiamiamo i vigili: al momento in cui loro dovessero rifiutare di far osservare il divieto – perché spero che di questo si tratti, nella sentenza – predniamo i nomi dei vigili che rifiutano di intervenire e faccimo a loro una denuncia per omissione di atti d’ufficio, arrivando – se necessario – a denunciare l’intero Comando. Che ne pensate, lettori di Degrado Esquilino ?

  13. Massimo Livadiotti says:

    Letizia (grazie per questa battaglia sulla decenza…)approfitto però per ricordarti che la situazione dei chioschi bar e fiorai attorno al giardino è ormai ad un livello di degrado inaccettabile…sembrano sempre più a degli accampamenti di zingari!!! Basta! Fate una battaglia per il decoro una volta per tutte….ma che sia per tutta la piazza….e noi comitati e associazioni vi saremo al fianco! Avevo parlato con Corsetti di questa situazione assurda e mi aveva rassicurato che avrebbe incaricato qualcuno….sono passati mesi!

  14. letizia cicconi says:

    lo so Massimo, li pure è un problema di controlli,solleciterò Corsetti anche io poi ti faccio sapere grazie

  15. Tiziana says:

    D’accordo con Marte tutti insieme a Piazza Vittorio per far rispettare la sentenza! Diffondiamo il più possibile , facciamo sapere ad altri che così più siamo meglio e’! Chiamiamo anche giornali e televisioni locali e non.

Inserisci un commento



(facoltativo)