Subscribe via RSS Feed

All’unanimità contro lo schifo del mercatino di Piazza Vittorio

Piazza Vittorio. Foto by flickr.com/photos/emilyp_910/

Bravi tutti, i consiglieri del I Municipio. Bravi in particolare Letizia Cicconi, Nathalie Naim, Federico Migliaccio, che hanno presentato la mozione. Bravi tutti gli altri a votarla. Un po’ meno bravi coloro che hanno lasciato l’aula (alcuni membri del PD e dell’UDC sono inspiegabilmente usciti). Ci auguriamo che l’azione serva a smascherare l’inghippo di un mercatino completamente illegale, allestito grazie a intrighi e sospensive al tar. E soprattutto serva a smascherare tutto quello che c’è dietro rispetto al quale ci chiediamo dove sta la magistratura. Dopo il successo è preoccupata la Cicconi: “abbiamo avuto sentore, insieme ad altri colleghi della maggioranza e dell’opposizione la sensazione che vogliano diffamarci. E stiamo tutelandoci per questo”.
Qui di seguito, il testo dell’agognata mozione.

Prot. n. CA/30609/2012

Mozione n. 23

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DEL

CONSIGLIO DEL MUNICIPIO

Anno 2012

VERBALE N. 28

Seduta del 26 aprile 2012

 

PRESIDENZA: Stefano Marin

L’anno duemiladodici, il giorno di giovedì 26 del mese di aprile alle ore 10:40 nella sede del Municipio Roma Centro Storico sito in via della Greca 5, si è adunato IN SECONDA CONVOCAZIONE il Consiglio del Municipio in seduta pubblica così composto:

Claudia ADDUCE, Gianluca CARAMANNA, Augusto CARATELLI, Letizia CICCONI, Orlando CORSETTI, Cristina Elena DE LUCA, Stefania DI SERIO, Livia DI STEFANO, Alessandra FERRETTI, Maurizio FORLITI, Keti GALATI, Filippo GESUALDI, Sergio GRAZIOLI, Carlo IMPERI, Luigi IPPOLITI, Valerio LIPARDI, Stefano MARIN, Federico MIGLIACCIO, Nathalie NAIM, ,Antonino PALERMO, Alberto PARAVIA, Anna Lisa SECCHI, Fabrizio SEQUI, Stefano TOZZI,Marco VELOCCIA.

Alle ore 10:31 il Presidente dispone che si provveda all’appello per la verifica del numero degli intervenuti.

Eseguito l’appello, il Presidente dichiara che sono presenti. n: 21 consiglieri: il Presidente del Consiglio del Municipio Stefano Marin ed i sottoelencati Consiglieri: Claudia ADDUCE, Gianluca CARAMANNA, Augusto CARATELLI, Letizia CICCONI, Cristina Elena DE LUCA, Alessandra FERRETTI, Maurizio FORLITI, Keti GALATI, Filippo GESUALDI, Carlo IMPERI, Luigi IPPOLITI, Valerio LIPARDI, Federico MIGLIACCIO, Nathalie NAIM, ,Antonino PALERMO, Alberto PARAVIA, Anna Lisa SECCHI, Fabrizio SEQUI, Stefano TOZZI,Marco VELOCCIA

 

Assiste il sottoscritto FA Stefano Alessandroni

(OMISSIS)

Alle ore 11:00 escono i Conss. Sequi, Lipardi, Caratelli, Forliti, Imperi, Ippoliti, Palermo, Paravia

(OMISSIS)

Alle ore 11:30 esce il Cons. Caramanna .

 

MOZIONE n.23

Mercatino Piazza Vittorio.

CONSIDERATO

che malgrado le numerose richieste di cessazione, continua con cadenza settimanale il mercatino sotto i portici di piazza Vittorio nei giorni di sabato; Considerato che tale mercatino non è autorizzato dal I municipio e che non si conosce l’esistenza di nessuna amministrazione comunale;

Considerato

che tale mercatino vende anche generi alimentari senza le opportune prescrizioni igieniche; Considerato che tale mercatino lascia alla fine della giornata la piazza senza nessuna pulizia, ne risulta abbia stipulato nessun contratto con AMA;

Considerato che già piazza Vittorio è gravata dalla presenza di enormi bancarelle sotto i portici, che malgrado le molte proteste dei residenti non sono state ricollocate altrove;

Considerato che l’organizzazione di tale mercatino percepisce dagli espositori una somma per l’occupazione dello spazio pubblico;

IMPEGNA

il Presidente e l’Assessore competente a verificare attraverso gli uffici competenti ed i vigili il reale stato della vicenda ed a reprimere ogni abuso eventualmente in essere anche con il sistema delle rimozioni; ed a predisporre un regolare bando per assegnare gli spazi del mercatino sotto i portici di Piazza Vittorio ad organismi in grado di attenersi alle regole .

 

LETIZIA CICCONI (gruppo misto)

FEDERICO MIGLIACCIO (Vice Presidente Vicario del Consiglio – Gruppo PD)

NATHALIE NAIM (Capogruppo Sinistra Arcobaleno – Componente Verdi)

 

Procedutosi alla votazione, il Presidente ne proclama l’esito assistito dagli scrutatori: Ferretti, Migliaccio e Tozzi

PRESENTI: 12 VOTANTI: 12

FAVOREVOLI: 12 CONTRARI: nessuno

ASTENUTI: nessuno

La suestesa proposta risulta, pertanto, approvata All’UNANIMITÀ

(OMISSIS)

la presente Mozione assume il n. 23

 

Il Presidente

F.to Stefano Marin

 

Il Segretario

F.to Stefano Alessandroni

 

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (16)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Marco says:

    Solo un appunto: il problema non è la ricollocazione altrove delle bancarelle, ma la loro sparizione dalla faccia della terra (considerata la qualità di ciò che vendono, oltre che la modalità)

  2. Massimo Livadiotti says:

    Curioso che i consiglieri Sequi e Caratelli(che conosciamo benissimo per la loro attività all’Esquilino) siano usciti….

  3. sessorium says:

    Ah, Massimo, ti meravigli?

  4. Lorenz says:

    Attendiamo, fiduciosi, che con medesima assunzione di responsabilità i Consiglieri del I Municipo richiedano verifiche, ed eventuali interventi, attraverso gli uffici competenti e la Polizia Municipale, presso differenti attività commerciali site nel Rione Esquilino al fine di verificare eventuali irregolarità riconducibili a quanto normato in materia di commercio, alla regolare destinazione di utilizzo dei locali utilizzati, alla regolare concessione per gli esercizi in essere, alle opportune norme igienico-sanitarie e di sicurezza, alla provenienza delle merci, al rispetto di quanto disposto per gli esercizi commerciali allocati nel I Municio Centro Storico, al carico e scarico delle merci, alla repressione di ogni abuso eventualmente in essere, alla verifica di eventuali violazioni della leggi vigenti. Lo facciano senza che tale doverosa attività ponga loro problematiche di carattere ideologico, nel rispetto del loro mandato, nel rispetto del primario interesse della collettività.

  5. sessorium says:

    Bravo Marco per la nota sulle bancarelle. Il passaggio non fa onore ai firmatari: ma cosa ricollocare e ricollocare, le bancarelle vanno eliminate. Punto. Se uno ha un cancro ai polmoni non è che cerca di ricollocarlo al fegato, cerca di estirparlo e di guarire!

  6. letizia cicconi says:

    ricollocare non è un piacere per noi ma lo prevede la legge regionale purtroppo, è da quattro anni che lo chiediamo a Bordoni e chiediamo pure di cambiare la legge naturalmente inascoltati, fosse per me le abolirei da subito e chi mi conosce lo sa

  7. letizia cicconi says:

    preciso inoltre che alcuni di noi che hanno votato questo atto sono stati oggetti di volantini naturalmente diffamnatori e che oggi saremo dai carabinieri per la denuncia

  8. Anonymous says:

    Io in particolare sono stato oggetto di un volantino tra il diffamatorio e l’intimidatorio. Oggi andrò dai carabinieri per denunciare il fatto. Vi tengo aggiornati.
    Stefano Tozzi

  9. Marco says:

    Solidarietà per l’impegno nella mozione a LC e ST, ma che senso ha questa cosa del ricollocamento? Uno occupa abusivamente uno spazio, e quindi deve essere ricollocato? Allora la cosa risulta in ogni caso conveniente, sia per quando realizzi l’abuso, sia perché vieni ‘sanato’ poi… (e in effetti poi di fatto è così…)

  10. letizia cicconi says:

    non parlavo del mercatino, ma delle bancarelle che ci sono tutti i giorni e si chiamano rotazioni

  11. Caterpillar says:

    Sogno… Sogno… Una Via Tuscolana e una Via Appia Nuova dove venga applicato un ordine del giorno simile

  12. Marco says:

    Ma ci sono bancarelle legali dunque sotto ai portici di piazza Vittorio?

  13. letizia cicconi says:

    purtroppo si quelle che bordoni ha riportato sotto i portici sono le cosidddette rotazioni, poi c’è un anomalo che è quello davanti a mas e un fisso che il banco di frutta su via mamiani, quelle agli angoli della strada sono in contrasto con le norme del codice della strada , lo abbiamo fatto presente più volte ai vigili, ma lasituazione resta scandalosa, anche perche tutte superano di gran lunga le metrature originarie, anzi hanno anche gli stands e i manichini, credetemi sono anni che mi occupo di queste vicende, eravamo riusciti a toglierli da i portici ma con bordoni sono tornati perche la legge dice che per spostarli bisognerebbe dare loro un posto equivalente sotto il profilo economico, allora io ho fatto una proposta vediamo la dichiarazione dei redditi di questi signori che genralmente fanno capo a poche famiglie e poi li possiamo certamente spostare in periferia o nei mercati proposta naturalmente caduta nel vuoto…..

  14. franci says:

    il mercato coperto è saturo?
    è assurdo. si è liberata piazza vittorio e si sono ingombrati i portici
    poi chiaramente tutti sotto il portico dell’oviesse e di mas
    ma non esisteva un piano per il decoro per l’esquilino?

  15. lombardo mario says:

    cara sig.ra Cicconi, quando Lei ha proposto e fatto il bando pubblico e vinto da un suo amico ass. agorà, allora il mercatino non puzzava e i vari formaggi che si vendevano erano profumati? visto che frequentavo e frequento quel mercatino, mi sono sembrati gli stessi banchi!!! perchè riproporre un nuovo bando? per caso qualcuno ci vuole mangiare……

  16. Anonymous says:

    O no, ma come fai a pensarlo? Oibò.

Inserisci un commento



(facoltativo)