Subscribe via RSS Feed

Se a voi tutto questo sembra normale…


E dalle immagini era chiarissimo. Infatti guardate un po’ quale è la notizia di oggi?

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (16)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Caterpillar says:

    Estirpiamo dal mondo le macchine fotografiche Lomo!

  2. Mirella says:

    MA ANDATE A CAGARE VOI, LA CURIA E TUTTO IL CONCERTONE!
    TANTO RIMARRETE COGLIONI COME PRIMA…COME CATERPILLAR!
    TANTO PRIMA O POI VI FINIRA’!!!!

  3. Massimo Livadiotti says:

    Il palco del concertone ogni anno diventa sempre più grande e impattante….fra qualche anno occuperà mezza piazza! Fino a dieci anni fa cominciavano a montare 3 o 4 giorni prima…adesso già 10 giorni prima comincia l’occupazione e le prove acustiche durano una settimana tutti i pomeriggi!!!I tempi per una discussione per riprogettare la piazza sono ormai maturi…..inutile cercare di salvare quello che c’è a livello urbanistico anche perchè la piazza era stata progettata per ben altro durante il Giubileo e in poco più di 10 anni è stata ridotta così!Per cui credo che la prossima amministrazione dovrà affrontare questo problema che potrebbe rivelarsi (a livello urbanistico) una buona occasione per riqualificare definitivamente la zona antistante la Cattedrale con un progetto che dovrà tenere conto degli eventi,manifestazioni…. ma anche del decoro e arredo urbano (aiuole fiorite?) di fronte alla Basilica e dimenticare quei due enormi campi di patate (ormai indifendibili)che si vedono oggi!

  4. Marco says:

    Distinguerei tra le polemiche antidegrado e quelle spiccatamente NIMBY, che trovo patetiche. Poi – ripeto – chi fa danni deve pagare, ma è normale che la figata di vivere nel centro storico sia parzialmente compensata dall’essere al centro di manifestazioni, kermesse, e iniziative di maggiore o minore buon gusto

  5. Sul messaggero è apparso un articolo che evidenzia come l’autorizzazione non sia stata ancora firmata dal Comune. Prima di concedergliela vorrebbero essere pagati per le spese di pulizia, etc.

    Se non pagano che fanno? Gli negano l’autorizzazione? Magari!

  6. Paolo says:

    Ma la devastazione di Piazza s. Giovanni cos’è se non degrado? Quello che si svolge il 1 maggio non è un semplice concerto, è una kemesse di durata indefinita in una zona inadatta a ricevere così tante persone per così tante ore. Che senso ha realizzare una specie di Woodstock in una città storica? Nessuno vuole che si abolisca la manifestazione, ma ci vuole tanto a capire che il luogo non è adatto? Li si svolgevano i comizi alla fine dei cortei, 2-3 ore di sosta. Adesso centinaia di migliaia di persone bivaccano giorno e notte in una zona residenziale. Per favore, cerchiamo di trovare una soluzione degna, più comoda per chi vuole godersi la musica, più civile per la città e rispettosa di tutti.

  7. silvia says:

    Scusate ma che cosa c’é di strano? NOn capisco

  8. pino says:

    Piazza San Giovanni il primo maggio si trasforma nel piu grande cesso pubblico del mondo. La puzza di piscio permane per giorni. Se questo vi sembra normale++

  9. Valerio84 says:

    non vedo perchè non farlo a Tor Vergata il concertone…aree immense per pisciare e sbronzarsi, parcheggi solo x pullman nelle facoltà o nelle strade adiacenti…e passa la paura

  10. Gianluca says:

    non vorrei essere retorico ma con la crisi che c’è in giro, la macchina organizzativa avrebbe potuto risparmiare i soldi del concerto per destinarli a iniziative di maggiore utilità pratica.
    Si semina bene ma si continua a raccogliere male….

  11. franci says:

    domani san giovanni vivrà la sua giornata di strazio annuale.
    la piazza col suo pregio sfregiato e tutta l’area circostante diventeranno un cesso a cielo aperto, lo spettacolo di adolescenti sempre più giovani stravolti dalla mattina si rinnoverà e i danni e lo schifo persisteranno per giorni.
    il 1 maggio è una festa “sascrosanta”.
    quest’anno, con 70 suicidi da lavoro all’attivo in 5 mesi, si poteva avere il buon gusto di evitare questa manifestazione che non rappresenta più i lavoratori e destinare il denaro dell’operazione d altre scelte.
    ma è un fatto, in italia abbiamo perso il senso e la coerenza delle cose

  12. Paolo says:

    Decine di migliaia di persone si sono messe a saltare tutte insieme facendo tremare i palazzi della zona. Non credete? Chiedete ai poveri diosgraziati che vivono nei dintorni e non sono andati fuori per il week. Un incubo fatto di fumo di salcicce bruciate, orina, e bestialità varie.
    Cosa c’entra tutto questo con il primo maggio?

  13. Marco says:

    Devo dire che, ascoltando Radiorai (telegiornale di mezzanotte la notte scorsa), si è parlato di un concertone di livello qualitativo eccezionale, specialmente con riferimento alle performance di Caparezza, Subsonica, Elisa e Nina Zilli.

    Lo scrivo perché in questo blog si è irriso sia sulla qualità degli spettatori che su quella della proposta musicale.

    Sul secondo punto mi pare che si abbia avuto manifestamente torto (tra l’altro ho visto oggi che il giudizio positivo della critica è abbastanza condiviso).

  14. Lionello says:

    Marco…Ma che stai dicendo?
    Un tempo ci venivano Robert Plant, Zucchero, De Andrè, Nannini ecc.
    Adesso il clou sono Caparezza e Subsonica?!…
    Ammazza che grandi nomi!
    Meno male che il Sindaco di Napoli ha chiesto il concertone a Napoli….
    Ma glielo incarto subito!
    Finalmente finirà questa storia e certo non grazie al ns Sindaco!

Inserisci un commento



(facoltativo)