Subscribe via RSS Feed

Una promessa mantenuta: recuperata Via dei Quattro Cantoni


Ad onore del vero dobbiamo ammettere che si trattava di una promessa, che di questa promessa ci avevano detto mesi fa e che oggi la promessa è mantenuta. La promessa, per dirla brevemente, di eliminare l’ennesimo parking abusivo creatosi in questi ultimi anni: quello della parte bassa di Via dei Quattro Cantoni, quella tra Via Cavour e la scalinata. Ci si è messo di buzzo buono il consigliere Stefano Tozzi, consigliere PDL al Primo Municipio, e ce l’ha fatta. Mentre mezzo Municipio è impegnato nell’eliminare i tavolini all’aperto per far spazio a volgari parcheggi in pieno centro, abbiamo oggi come si può vedere dalle immagini un’area riqualificata (dove, in presenza di esercizi commerciali di qualità non starebbero affatto male dei tavolini all’aperto, tra l’altro!), pulita, libera, sicura, ordinata. Speriamo che no ci vadano a finire i motorini. E speriamo che Tozzi prosegua con la seconda parte di quella promessa di cui ci parlò: fare lo stesso con lo scandalo (altro parcheggio illegale, orribile, illecito) di Via delle Vasche. Stradina negletta che collega sempre Via Cavour con Via Urbana.

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (12)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Luigi V. says:

    Magnifico, evviva!
    Ma sbaglio, o è proprio da quelle parti che vive il consigliere? E’ questo il requisito per un minimo di riqualificazione?
    Se così fosse, dobbiamo sperare che cambi residenza ogni due settimane perché le strade dell’Esquilino ricevano un po’ di attenzione.

  2. mnz145 says:

    Non voglio essere pessimista ne negativo, ma questa catenella e le quattro palettine NON dureranno più di un meso,e forse anche meno! Non è un lavoro solido e permanente, ma soltanto un modo per farci sprecare i contributi.

  3. Anonymous says:

    ma risistemare piazza san vito dove le macchine hanno buttato giù i dissuasori da sei mesi no? segnalato al municipio ormai da tempo, ma tavolini uber alles, tutto il resto non conta

  4. Anonymous says:

    eccellenti i gabbiani ! Veramente eccellenti ! Bravo al blogger che ci fa sapere in continuazione le loro azioni !

  5. FM says:

    Molto bello! Adesso però speriamo nella manutenzione ordinaria.

  6. Marcus says:

    Sono passato ed ho gioito per lo spazio “civilizzato”. Poi però ho osservato le esili dimensioni della catenella… Tutti sappiamo che tra massimo 15 giorni, forse per il vento, vorse per la corrosione atmosferica, la catenella cadrà e qualcuno potrà dire :”ho visto che era aperto ed ho parcheggiato!”.
    Buono l’intento, ma a Roma vannno usati cavalli di frisia e filo spinato!!!

  7. gabbiano says:

    aaaah mo me metto sur paletto e ce faccio na bella cagataaaa

    e poi tiro la catenella

  8. Griffin says:

    scusate ma sul sequestro di Piazza Dante non dite nulla???

  9. Anonymous says:

    lavori, lavori segreti dei servizi segreti, parlatene con monti dove trova tutti questi soldi per questo scempio, all’esquilino siamo come sulla tav, tutto chiuso e bloccato a piazza dante e nessuno parla,almeno quelli della tav si ribellano qui tutto tace

  10. Urb@no says:

    E bravo il consigliere che si è sistemato il vialetto di casa a spese dei contribuenti, spero però che abbia amici nei viottoli intorno a piazza Vittorio cosi da ripulirli da sporcizia e suk abusivi

  11. Francesco says:

    Leggendo e seguendo la Politica sul territorio, negli anni mi sono reso conto di una cosa…
    “se non fai le cose, sbagli e ti dicono, prendi i voti devi lavorare per il territorio”

    “se fai le cose, sbagli ugualmente, ci sarà sempre qualcuno a cui non adrà bene, che farà polemica perchè non gli stai simpatico, oppure ti diranno: l’hai fatto per prendere i voti, o perchè li ci abiti, o perchè li hai amici…ecc…”

    In Via dei Quattro Cantoni c’era un problema di degrado e di posteggi abusivi, ora è stato risolto, punto. Questo conta, ovviamente le cose vanno tenute in ordine e qui sta ai cittadini cercare di tutelare al meglio il bene comune, sempre se qualcuno ha ancora del buon senso civico.

    Il resto sono solo chiacchiere da blog “gabbiani urb@ani” compresi.

  12. Francesco says:

    Ci sono passato ieri e la catenella da 2 euro era stata tagliata. Secondo me neanche che li ha messi quei paletti e quella catenella c’ha mai creduto che potessero durare più di un mese

Inserisci un commento



(facoltativo)