Subscribe via RSS Feed

Si vogliono opporre pure all’allargamento dei marciapiedi al Colosseo

Avete letto in giro? Il Comune ha intenzione di far partire un ampio piano di riqualificazione di Piazza del Colosseo che, per la prima volta, miracolo, prevede un sensibile allargamento dei marciapiedi (oggi inesistenti e in asfalto!) e chi è che si oppone? I verdi. Sostenendo che l’allargamento dei marciapiedi è pericoloso (!!!) e che così sarà permesso ai commercianti di mettere ulteriori tavolini.
Come al solito il partito che è scomparso dal Parlamento nazionale e mai più ci metterà piede parla per sentito dire, o almeno questo è quello che speriamo perché se si fosse messo piede anche superficialmente sul posto si sarebbe ben compresa la situazione. Laddove domani si dovranno fare i marciapiedi, per dire, oggi c’è sosta selvaggia. In mezzo a Piazza del Colosseo e di fronte all’Anfiteatro Flavio. Secondo i verdi e chi la pensa come loro, ad esempio, se su un marciapiede o al lato del marciapiede, rigorosamente in divieto, un commerciante parcheggia ogni giorno abusivamente la propria vettura (perché non vieni in metropolitana brutto stronzo che ogni giorno piazzi la tua Golf grigia di merda in divieto? Oppure perché non vai a trovare un parcheggio regolare come fa tutta la gente civile?), tutto è regolare. Se invece su quella stessa porzione di suolo pubblico invece di una schifosissima macchinaccia ci sta un tavolino con due turisti che sorseggiano un chinotto allora apriti cielo, scandalo, vergogna, speculazione edilizia e via blaterando. Così la pensano: gli dà fastidio che il commerciante guadagna, paga le tasse (si spera), assume personale (si spera in regola), paga il comune per l’occupazione di suolo pubblico e via dicendo. Vuoi mettere le auto in divieto di sosta che recintano completamente l’incrocio tra Piazza del Colosseo e Via di San Giovanni in Laterano? Lì verrà fatta una grande orecchia pedonale, ma vuoi mettere ora che figata con quelle belle vetture in sosta illecita così tanto sponsorizzate dai verdi?

Su una cosa hanno ragione verdi & co.: il prezzo dell’occupazione del suolo pubblico è troppo basso. I commercianti dovrebbero pagare molto di più e molto di più dovrebbe incassare il Comune. Le tasse al metro quadro sono irrisorie e un mese di tassa chi lavora decentemente se lo paga in mezza giornata: non è giusto e bisogna cambiare.

Ma per il resto, cari lettori, viva i tavolini e abbasso le auto in sosta abusiva.

Share

si parla di: , , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (9)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. mnz145 says:

    Parole sacrosante! Sono convinto che se i romani potessero parcheggiare le loro macchine ed i loro motorini appesi sui muri, verrebbe ANCHE concesso in questa città. Io personalmente voterei per un sindaco nordeuropeo!

  2. letizia cicconi says:

    io pure sono daccordo sull’allargamento del marciapiede ma penso pure che chi ha un bar tor bella monaca non può pagare la stessa osp di piazza di spagna, ma da quella parte i commercianti non ci sentono,sarebbero pronti a fare le barricate

  3. ric says:

    I verdi chi? dove sta scritta la notizia?

  4. Patrizio says:

    Il problema sono i commercianti che occupano TUTTO lo spazio per il transito dei pedoni, costringendo questi a camminare in mezzo alla strada, in questo caso sulle rotaie del tram. Fateci caso a quello che succede davanti al ristorante “il gladiatore”. Poi non capisco in che modo vorrebbero allargarli questi marciapiedi visto che le rotaie in molti punti della piazza passano proprio parallele. A meno di non spostarle verso il viale principale che costeggia la piazza. In questo caso sarebbe un’altra beffa visto che l’estate passata sono stati spesi soldi per la manutenzione delle stesse.

  5. Anonymous says:

    Nel merito concordo con Letiza Cicconi. Il progetto io l’ho visto e mi sembra una buona riqualificazione. Alcuni angoli di Roma se riqualificati assumerebbero un altro aspetto e questo si potrebbe fare anche a costo zero. Perchè non implementare lo strumento della convenzione? Residente ed esercenti potrebbero proporre a spese di questi ultimi un progetto di riqualificazione generale di un ambito urbanistico. I tavolini se ben posizionati possone essere uno dei tanti (ce ne sono altri anche) punti di forza di una riqualificazione.
    Stefano Tozzi

  6. @Patrizio.

    Il progetto è sul sito del comune di Roma. Vedrai che le misure sono state prese e non c’è nessun problema per le rotaie del tram.

  7. Simone says:

    Ma invece i proclami di pedonalizzazione dell’area del Colosseo, dove sono finiti?
    Poi non trovo il progetto sul sito del Comune, mi potreste gentilmente scrivere l’indirizzo?

Inserisci un commento



(facoltativo)