Subscribe via RSS Feed

Scala Santa. Guardate a che punto siamo arrivati



Guardateli lì, padroni del territorio, il loro furgone sul marciapiede, sul sagrato della Scala Santa. Alle 11 di un giorno di febbraio è il deserto, qui i turisti non vengono più, esiste solo la tristezza, il grigiore, lo squallore di una città nelle mani di mafie e camorrette che la stanno scarnificando. Lì dietro c’è San Giovanni in Laterano. La cattedrale di Roma. E del mondo…

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (11)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Riccardo says:

    Basterebbe mandare l’ufficio immigrazione per farli chiudere.

  2. Massimo Livadiotti says:

    Inutile dire o lamentarsi….lo diciamo da anni che è uno schifo! Gli unici a non lamentarsi (stranamente) sono i porporati del Vicariato….e basterebbe una loro richiesta di maggiore decoro per far muovere qualcuno,e invece….tutto tace!

  3. Anonymous says:

    ma che c’entra l’ufficio immigrazione mica sono loro i padroni, i padroni sono altri apposta la curia non parla

  4. mnz145 says:

    Se volete veramente essere indignati, fatevi una passeggiata cominciando da Piazza del Colosseo fino a Piazza Venezia. Via Dei Fori Imperiali dovrebbe cambiare nome: Via delle bancarelle imperiali!!!! E disgustoso fare una passeggiata in quella zona.

  5. LUCIA says:

    Non ricordo bene: Tredicine è assessore? E’ per caso imparentato?

  6. tredicine says:

    no beh e che volete adesso? io e la mia famiglia di bancarellari diamo un sacco di posti di lavoro a roma e forniamo un servizio utile

    quindi stateve zitti

  7. Tredicine, per fortuna, non è assessore.

  8. LUCIA says:

    Sig. Tredicine perché risponde in modo così aggressivo e classico della cultura “menefreghista”? Lei non sarà assessore ma potrebbe, vista la sua esperienza nel settore dell’ambulantato e i rapporti che ha a livello istituzionale, proporre una decenza dei banchi senza per questo ledere i legittimi interessi del commerciante. O no? Non è il caso di rispondere come ha fatto perché se ci mettiamo su questo piano io le dico: anche settori della malavita o dello sfruttamento danno tanto lavoro e offrono servizi.

  9. Carlo says:

    Stamattina “Via dei Fori Bancarellari” (Cit.) era una vergogna internazionale! la famiglia Tredicine sarebbe schifata pure a Casal di Principe, Giugliano in Campania, Castel Volturno (gli attuali competitors della città di Roma).

  10. @Lucia

    E’ del tutto palese che il tredicine che ha scritto qui sia un troll. Non ci credo che si prenderebbe la briga di difendersi su un blog serio come questo.

  11. sebastian says:

    Tempo addietro ho già detto dell’impotenza di Monsignor Zinno verso quello scempio quotidiano tra la Basilica e la Scala Santa!
    Turisti braccati da venditori di fazzoletti e braccialetti oppure bancarelle poste a mezzo metro dai siti!
    Cose già da lui segnalate ma cui non ha seguito nulla…
    Ma come si può definire grande una città che permette queste cose e senza fare nulla!
    Basta davvero!

Inserisci un commento



(facoltativo)