Subscribe via RSS Feed

Settimana niente male per San Giovanni…

Dopo aver invaso l’area delle Terme di Caracalla con le loro tendine e i loro falò, adesso i cosiddetti “indignados” hanno attecchito in Piazza San Giovanni, davanti alla povera Cattedrale di Roma, ormai vilipesa da tutti. Le solite tende, strutture metalliche che invadono il selciato, ma soprattutto un accampamento sul basamento del monumento a San Francesco, dal quale pendono striscioni che coprono tutta la figura del Santo.
Il monumento è opera di Giuseppe Tonnini, importante scultore di inizio novecento, attivo anche al Vittoriano, e simbolo della Cristianità: San Francesco infatti apre le braccia all’antistante basilica.
Vorrei sapere dal Comune di Roma in base a cosa questa gente si sente autorizzata a fare della strada pubblica Vespasiano privato, se qualcuno stia autorizzando questo scempio (ricordiamo che a Caracalla e a ridosso delle Mura Aureliane il terreno è anche soggetto a scavi abusivi), e se no, perché non si intervenga con la forza pubblica contro questa gente che dice di voler cambiare il mondo invece perpetua un’usanza antica: fare come ci pare.
Kari, Roma

Sinceramente, dovendo scegliere qualcuno a cui dar voce, ci è sembrato più logico pubblicare la lettera di questo anonimo lettore, piuttosto che l’agenzia di questo ben noto consigliere. Caro consigliere, come hai ben visto per sgombrare Piazza San Giovanni si è partiti dal problema più serio: il mercatino. ora passiamo agli indignados. E nonostante quello che successe un anno e mezzo fa, si diceva che doveva essere cacciato dal PDL, oggi è vicepresidente…

Share

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (15)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Carlo says:

    Seeeeee vabbè, il clan di Tredicine oltraggia tutti i giorni via dei Fori Imperiali o la terrazza del Pincio e adesso parla di decoro. Da quale pulpito a Giordà !

  2. Massimo Livadiotti says:

    Ieri sera gli accampati (pare che vogliano essere chiamati così) hanno acceso un bel falò proprio sotto al gruppo scultoreo…..per carità,nessun vigile o agente si è azzardato ad intervenire!Evidentemente il nostro sindaco pensa di ramazzare voti anche tra questi “accampati”….della serie Roma stracciona!

  3. Corsetti, mi raccomando, batti un colpo pure per far sloggiare quest’altra zingaropoli.

  4. carlos says:

    il 18 senne vanno da soli, ma vi prego non paragonate gli indignati alle bancarelle della grande famiglia……commettereste un errore,occupano pure wall nessuno se ne di spiace oppure troppo presi dai giardinetti non avete capito che fine faremo tra un po……i giardinetti li puliremo noi ma senza nessun compenso, ma in che mondo vivete la povertà aumenta, i disoccupati pure e voi pensate a quattro poracci con le tendine……

  5. Prima sbolognano meglio è.

    Debbo ricordare di cosa si sono resi colpevoli questi indignados?

    - scontri in piazza san pietro per manifestazione non autorizzata
    - manifestazione non autorizzata al Colosseo con blocco degli ingressi (alla faccia di chi era in coda magari)
    - manifestazione non autorizzata a via del corso con blocco della viabilità
    - hanno appeso striscioni alla statua di S. Francesco come se fosse uno stendipanni!

    Non c’è niente di male a protestare, a fare sit in etc. ma DEVI richiedere autorizzazione in questura.

  6. Anonymous says:

    I comportamenti di questi nullafacenti NON aiutano in NESSUN MODO alcuno a superare la drammatica situazione che tutti stiamo vivendo.

    SE NE VADANO SUBITO!

  7. Anonymous says:

    ma xchè non pensate agli orrendi personaggi che ogni giorno occupano i giardini scambiandosi merce di dubbia provenienza e forse anche altro,quellisi che sono un vero scandalo

  8. Derfla says:

    Degli ‘orrendi personaggi che si scambiano merce di dubbia provenienza’, in parole povere dei ricettatori di San Giovanni, mi pare che il blog ne abbia parlato più volte. E’ ora che se ne occupino una buona volta le autorità di polizia, visto che la municipale non mi pare sia stata in grado, forse anche perchè non disponene degli strumenti, di debellare il fenomeno. Anche l’accampamento dei ragazzi indignati, con musica ad alto volume fino a tarda sera, non mi pare una cosa ammissibile accanto a delle abitazioni.

  9. Anonymous says:

    Stamattina l’aria intorno alla tendopoli era irrespirabile grazie a dei falò di oggetti che bruciando emanavano odore di diossina…ieri sera tamburi a tutto spiano. In questo c… di quartiere sembra essere consentito di tutto, alla faccia di chi ci abita. Ragazzi, andatevi ad accampare sotto le case di qualche amministratore, così magari capisce.

  10. Ecco, ci mancano solo i falò con gli pneumatici e la zingaropoli è servita…

  11. epi says:

    San giovanni…quartiere abbandonato da tutti……nel corso degli anni abbiamo dovuto sopportare di tutto e di piu’.
    Manifestazioni con black block che distruggevano tutto…..orde barbariche al concerto del primo maggio con ettolitri di urina e altre cosine ..lasciate tranquillamente sui nostri marciapiedi…..accampamenti vari….prima il mercatino della vergogna…poi anni fa quelli del bangladesh….adesso i “presunti” indignados che suonano tamburi fino alle 3 di notte e fanno falo’ con copertoni e altri suppellettili..senza che nessuno dica nulla…..ORA BASTA…INDIGNIAMOCI NOI …mi sembra assurdo che in anni di scempi non si è riuscito a creare un comitato di quartiere “serio” che impedisca questo disastro….facciamo qualcosa prima che la situazione degeneri ..perchè per me siamo ormai vicini all’esasperazione piu’ totale.

  12. Massimo Livadiotti says:

    Epi volevo solo ricordarti che il famoso mercatino della vergogna è stato eliminato grazie alla raccolta di firme lungo tutto la via dal nostro comitato di quartiere qualche anno fa e che ha poi fatto ripristinare anche il presidio fisso di vigili urbani(non sono il massimo ma meglio di niente). D’accordo con il nuovo commissario Esquilino abbiamo sollecitato maggiori controlli attorno al chiosco Bar dove purtroppo persevera “ancora” un’attività di riciclaggio e ricettazione. Abbiamo ottenuto che gli anziani (?) che abitualmente giocavano a briscola (?) nel giardino su cassette di frutta ogni sera le facessero sparire.Fra poco cercheremo di ottenere dal municipio almeno un (dico uno)attraversamento pedonale con semaforo che dia la possibilità ai residenti di attraversare viale Carlo Felice per accedere ai giardini (attualmente si attraversa come fanno i gatti…),chiederemo una pista ciclabile lungo il marciapiede esterno ai giardini….se ti vuoi unire al nostro comitato di zona sei il benvenuto!

  13. Anonymous says:

    Ma dove siete? Vi segnalo che la notte entrano nei giardini personaggi di tutti i tipi, i lucchetti sono stati forzati, e tempo fa c’era traccia di scavi lungo le mura.

  14. sebastian says:

    Se ne sono andati ma spero questo non diventi un altro colorito appuntamento per S.Giovanni!
    Giorni e giorni passati tra puttanelle, negri, sudiciume, spazzatura e orina.
    Donne e bambini che avevano paura di andare nei giardini.
    Ma perchè non è intervenuta la Polizia?
    Non si possono tollerare queste schifezze!

  15. Anonymous says:

    San Giovanni ormai è colonia di tutte le zozzerie di Roma, se non ci svegliamo altro che Torpignattara.

Inserisci un commento



(facoltativo)