Subscribe via RSS Feed

A Via Statilia non c’è solo il Parco

I lavori del Parco di Via Statilia, come abbiamo documentato qualche settimana fa, stanno andando avanti e nel 2012 dovremmo avere il bene di inaugurare un nuovo spazio verde per il quartiere. Il consigliere municipale Stefano Tozzi, in un commento proprio qui su Degrado Esquilino, si è sbilanciato affermando che molte delle nostre richieste per migliorare il nuovissimo parchetto e per renderlo realmente fruibile sarebbero state accettate e saranno implementate: la pedonalizzazione di un piccolo tratto di strada tanto minimo quanto fastidioso perché taglia in due il parco; l’estensione della recinzione anche nel lotto del parco più vicino a Porta Maggiore; l’eliminazione dei posti auto posti attorno al parco dalla parte di Via di Santa Croce, utili solo a rovinare la prospettiva dell’Acquedotto Neroniano. Le cose si metterebbero bene, dunque. Speriamo che le parole vengano confermate dai fatti.
Intanto, però, e giustamente, alcuni cittadini ci chiamano per farci notare che non di solo parco vive Via Statilia. Anzi.

Porto all’attenzione di tutti i residenti la situazione di via Statilia nel tratto Santa Croce-Emanuele Filiberto” di ammonisce il lettore Oronzo Tampone. Che continua: “I marciapiedi sono percorsi di guerra, l’asfalto manca, le radici sporgono, i tombini e i cordoli si sollevano. Le auto e le moto, ufficiali e non, della polizia parcheggiano come gli pare e per anziani e bambini o mamme con passseggino sono dolori“.
Allego qualche foto significativa” conclude Oronzo, “ma vorrei tanto che tutti voi faceste un bel sopralluogo in zona, non trascurando Via San Quintino e via Principe Aimone“.
Ebbene il sopralluogo noi l’abbiamo fatto e la situazione è atroce. Via San Quintino, in particolare, impedisce completamente la deambulazione a chiunque abbia un passeggino, una carrozzina, una sedia a rotelle o banalmente un trolley. La stazione della metropolitana è irraggiungibile. Le auto parcheggiate sulle strisce o agli angoli sono ormai incancrenite (tu, con la Smart nera: se continui così quella ridicola macchinetta di plastica farà una pessima fine, ti avvertiamo). Per questa strada in particolare vi erano dei fondi regionali già stanziati. Il progetto era già in una fase avanzata. I comitati erano andati già a parlarne in municipio. Tutto tempo perso, l’eccellente Polverini -il peggior presidente di Regione d’Italia senza tema di smentita- ha cancellato tutto e i soldi li ha utilizzati per remunerare i suoi consiglieri e i suoi lacché, i più costosi del paese.

Share

si parla di: , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (4)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. MORANTIS71 says:

    Proprio a proposito di Via Statilia, in seguito alla conclusione dei lavori su Via Filiberto (cantiere archeologico), qualcuno ci sa dire se verranno modificati i sensi di circolazione? grazie

  2. P@blito says:

    indovinate di chi sono il 99,9% dei motorini parcheggiati sul marciapiede e delle macchine in perenne doppia fila?

    ?
    ?
    ?

    Esatto, dei poliziotti / dipendenti che lavorano nella caserma del Min. dell’Interno !!

    e i vigili, che percorrono decine di volte al giorno il tratto metro manzoni / san quintino per arrivare ai loro uff a v.amedeo, ma che si degnino di affacciarsi su via statilia …..

  3. P@blito says:

    ps: oltre ala smart, c’e’ da segnalare una Golf nera, con tutti i paraurti coperti di scotch e …numerose rigature sulla carrozzeria.

    che dite, avra’ fatto arrabbiare qualcuno ??

  4. Griffin says:

    riprendo la domanda di morantis71, facendo notare l’assurdità della situazione attuale (via statilia e via san quintino senso unico nella stessa direzione)

    i marciapiedi di via san quintino sono un disastro, appena piove poi ci vogliono le galosce

Inserisci un commento



(facoltativo)