Subscribe via RSS Feed

Archivio di January, 2012

Smurano i parapedonali per posteggiare sul marciapiede

Smurano i parapedonali per posteggiare sul marciapiede

Una guerra di posizione. Un parapedonale che è però un simbolo. Cittadini e commercianti abituati a considerare il suolo pubblico alla stregua della loro cantina, del loro tinello. Parcheggiano sul marciapiede e quando finalmente il marciapiede viene riqualificato non ci stanno. Parcheggiare l’auto regolarmente non è roba da uomini e si arriva pure a distruggere l’arredo urbano che i cittadini (i cittadini!) nelle ultime settimane hanno cercato di difendere reinstallando, stuccando, murando. Tutto inutile, finché non si farà come a Londra

Share
La tristissima storia degli sciacalli del Freccia Rossa

La tristissima storia degli sciacalli del Freccia Rossa

Ogni volta che un treno ad alta velocità – e dunque ricco di pubblico benestante – arriva a Roma, c’è lo sciacallo dedicato che è pronto a ripulirlo. I viaggiatori scendono, lui sale e rapidamente passa in rassegna in convoglio alla ricerca di bagagli, telefonini, computer. L’ufficio oggetti smarriti di Termini è vuoto perché nulla vi giunge. Per la serie cose che solo a Roma

Share
Altro video della vergogna: Via Gioberti. Ma il problemi sono i tavolini, vero?

Altro video della vergogna: Via Gioberti. Ma il problemi sono i tavolini, vero?

Guardate che cosa è successo nella rinnovatissima Via Gioberti. I nuovi marciapiedi sono stati utilizzati come supporto per cartelloni e bancarelle. Così chi esce dalla stazione sa subito in che posto si trova…

Share

Santa Maria Maggiore, il video dell’orrore

Non vogliamo aggiungere niente. Ne foto, ne commenti, ne considerazioni. Solo invitarvi a guardare il video. E ad aumentare il vostro senso dello schifo verso il concetto romano di bancarella. Questo scempio sta per finire grazie ad una nuova normativa europea?

Share
A Piazza Vittorio non può andare come vuole il Comune

A Piazza Vittorio non può andare come vuole il Comune

A Piazza Vittorio continua la lotta di molte associazioni per non subire un progetto di riqualificazione losco e assurdo. Invece di buttar via due milioni di euro non sarebbe meglio ascoltare i cittadini e agire sui problemi veri della piazza? Quali? Ambulanti, affissioni, sosta selvaggia, insegne. E poi, sì, anche il giardino. Che però più che altro necessita di manutenzione. Non di costosa rivoluzione.

Share
Il giochetto mortale di Via del Viminale

Il giochetto mortale di Via del Viminale

Ecco il nuovo glitch per entrare in ZTL senza passare dal via. I soliti idioti lo conosco benissimo e lo usano in spregio al pericolo ed alla logica. Mentre i nostri politicanti pensano ai tavolini, il centro storico è devastato da decine di auto che penetrano abusivamente mettendo a rischio della vita chi regolarmente esce dall’area a traffico limitato. Basterebbero 500 euro di investimento e un nuovo pezzetto di marciapiede, per evitare il tutto…

Share

Una lettera alla Polizia Municipale del Primo Gruppo (e a Orlando Corsetti)

Gentile Comandante Napoli, come cittadini semplicemente allucinato dalla sosta selvaggia che, unica città al Mondo, devasta Roma e rende impossibile il diritto alla mobilità di pedoni, ciclisti, anziani, bambini, mamme con passeggino e portatori di handicap, leggendo del suo attivismo contro i tavolini, mi domando se lo stesso attivismo (multe reiterate, rimozioni, zone a occupabilità [...]

Share
Avete notato l’ennesimo sfregio in Piazza San Giovanni

Avete notato l’ennesimo sfregio in Piazza San Giovanni

Ancora su illegalità e cattivo gusto. Questa volta però la ‘colpa’ non è di un privato furbetto bensì di quelli dell’Acea -presumiamo- che da qualche tempo hanno montato in Piazza San Giovanni in Laterano, in una zona iper monumentale, un lampione modello tangenziale. Guardate che roba, nelle foto.

Share
In quali paesi ormai succedono queste cose?

In quali paesi ormai succedono queste cose?

Illegalità e cattivo gusto. A voi la scelta di individuare quale difetto congenito della popolazione cittadina sia peggiore di quell’altro. A partire da questo esempio di terrificante abuso edilizio. Della serie: ma se proprio non puoi fare a me no di violare le leggi, ma devi per forza fare le cose brutte?

Share
I lavori Amla. Ulteriori schiaffi al nostro territorio

I lavori Amla. Ulteriori schiaffi al nostro territorio

Chi ci guadagna a far vivere le persone nel brutto, nel disordine, nella prepotenza? Sicuramente ci guadagna chi dovrebbe riqualificare le strade dove ha occupato suolo pubblico per anni e poi non lo fa. Sicuramente ci guadagna -purtroppo alcuni commercianti in primis- chi lucra dall’economia del degrado. Un caso emblematico in Via Emanuele Filiberto, luogo infrequentabile un tempo tra le vie più commerciali di Roma

Share

Una frase incredibile, letta al volo, tra le cronache sui fatti di Torpignattara

La frase è uscita oggi su qualche giornale o qualche sito. Non sappiamo quale. Non importa. Importa il contenuto. Agghiacciante nella sua normalità che è normalità solo da noi. Torpignattara, controlli a tappeto in molte baracche Signori, ma dove siamo? Ma come è possibile una cosa di questo genere? Come ci siamo ridotti così e [...]

Share
Caro Pics ti scrivo

Caro Pics ti scrivo

Il lavoro del nucleo dela Polizia Municipale per il Decoro viene vanificato dopo pochi giorni. Abbiamo contattato i Pics per chiedere loro un ulteriore intervento di pulizia. Perché la battaglia contro i graffiti si combatte con una grande costanza

Share
Settimana niente male per San Giovanni…

Settimana niente male per San Giovanni…

Ci mancavano solo gli indignados, da qualche giorno accampati sotto al povero Santo Francesco: la statua di santo in Italia che più di ogni altra ha visto cose che voi umani.

Share

Declassati e ricattati. Finalmente cavolo!

Non so se siamo gli unici a pensarla così. Auguriamoci di noi. Ma la sensazione è quella di sollievo. Sollievo. Ormai l’Italia ha finito di essere governata da quella masnada di cialtroni chiamati italiani, che l’hanno massacrata, scarnificata, vilipesa, umiliata. Siamo in mani altrui. Era un momento che chi aveva capito, non certo da ora, [...]

Share
E pure questa l’abbiam portata a casa. Il mercatino non c’è più

E pure questa l’abbiam portata a casa. Il mercatino non c’è più

La baraccopoli di fronte alla Cattedrale di San Giovanni non c’è più. Il caso è arrivato alle persone a cui doveva arrivare. E’ uscito un articolo sul Corriere della Sera, si è mosso il Municipio e guardacaso i bancarellari hanno fatto i bagagli e hanno smontato rapidissimamente l’immondo mercatino. Ma se era tutto il regola perché questa fuga?

Share
Eva Henger ci dice di non essere (più) una pornodiva. Ma Corsetti chiede la revoca del mercato

Eva Henger ci dice di non essere (più) una pornodiva. Ma Corsetti chiede la revoca del mercato

Grandi novità dal fronte di Piazza San Giovanni. Eva Henger che ci chiama e ci dice di non essere più una pornostar. Corsetti che ci scrive che ha già diffidato il Gabinetto (mai termine fu più appropriato) del sindaco rispetto alla vergognosa proroga del mercato-baraccopoli di fronte alla Cattedrale. E, sempre Corsetti, che in un sul commento di ieri ci dice che…

Share
Occupazioni di suolo pubblico & sosta selvaggia. Orlando Corsetti ci risponde

Occupazioni di suolo pubblico & sosta selvaggia. Orlando Corsetti ci risponde

Dopo il nostro attacco di qualche giorno fa, nel quale salutavamo con favore le sue dimissioni perché fortemente contrari alla sua strategia sulle occupazioni di suolo pubblico dei commercianti, Orlando Corsetti ci ha scritto una lettera. Leggiamo cosa dice il presidente del Primo Municipio.

Share
Una pornostar nella cattedrale di Roma. Il punto più basso della città governata dai bancarellari

Una pornostar nella cattedrale di Roma. Il punto più basso della città governata dai bancarellari

Avete presente le terrificanti bancarelle che umiliano San Giovanni in Laterano ormai da due settimane? Vi aspettavate oggi finalmente la pulizia e la restituzione della piazza? Niente di tutto ciò. L’occupazione di suolo pubblico (e di sagrato sacro) è stata prorogata per altri sei giorni. Con una improbabile Festa del Cioccolato piena zeppa di ospiti trash. All’insegna, come d’abitudine, del più profondo e totale cattivo gusto.

Share
Hai voglia a fare la raccolta differenziata…

Hai voglia a fare la raccolta differenziata…

Alcune auto parcheggiate a membro di segugio (vabbe: a cazzo di cane, volevamo essere educati) su Via Emanuele Filiberto ci offrono il destro per parlare, ancora, di arredo urbano, di layout delle strade e di tutte le cose di cui sono anni, ahinoi, che parliamo.

Share
Eccolo. Il primo morto a Piazza Dante, pronti con il contatore per i successivi?

Eccolo. Il primo morto a Piazza Dante, pronti con il contatore per i successivi?

Cittadino David, nostra sentinella dalla zona di Piazza Dante, ci documenta con delle foto a dir poco scioccanti un decesso amaro, terribile, tristissimo. Purtroppo l’ennesimo e non l’ultimo in una città che preferisce spendere milioni per rincorrere i disperati per strada piuttosto che creare delle apposite strutture per gestirli.

Share
A Via Statilia non c’è solo il Parco

A Via Statilia non c’è solo il Parco

Non c’è solo il Parco, ci dicono i nostri lettori. Si guardino anche le altre parti, vergognosamente abbandonate, di Via Statilia e di Via San Quintino. Ci siamo andati e, in effetti, pare il Vietnam, la Cambogia, Beirut di trent’anni fa. Come è possibile che ci siamo abituati a tutto ciò?

Share
Novità 2012: qualsiasi danneggiamento alle auto che ostacoli il car-sharing sarà considerato legittima difesa

Novità 2012: qualsiasi danneggiamento alle auto che ostacoli il car-sharing sarà considerato legittima difesa

Facciamo seguito ad una lettera pervenutaci da un lettore sulla consueta inciviltà delle vetture che occupano illegalmente i parcheggi del car sharing per aggiornare tutto il nostro lettorato riguardo alle modifiche che le stazioni in zona Esquilino hanno subito in queste ultime settimane

Share