Subscribe via RSS Feed

Non frequentate il mercatino di San Giovanni


____
Non c’è molto da aggiungere rispetto a quanto dicemmo un anno fa. Fatte salve alcune osservazioni abbastanza importanti in ordine a questo incivile stupro che ogni anno viene perpetrato al sagrato della Cattedrale di Roma e del Mondo. Fateci caso: da quando c’è questo mercatino sono scomparsi i vu cumprà bangladesh che solitamente affollano la piazza: curioso, no? Da notare inoltre che la superficie espositiva è raddoppiata e ora forma una enorme L: evidentemente l’amministrazione da una parte si accanisce contro i tavolini all’aperto, togliendoli a vantaggio della sosta selvaggia, dall’altra concede il doppio di occupazione di suolo pubblico a zingarate di questo tipo.
Altro aspetto su cui vorremmo focalizzare la vostra gentile attenzione, cari illustri lettori, è la grafica, diremmo inconfondibile, dei manifesti -ovviamente tutti abusivi- che pubblicizzano

Share

si parla di: ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (36)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Habemus says:

    ROMA CAPITALE scritto su un manifesto abusivo è la sintesi suprema del governo Alemanno-Bordoni-Tredicine

  2. Anonymous says:

    a me piaceva quello strepitoso a piazza re di roma (austro-ungarico) poi sostituito dal pattinaggio… ! Comunque ci faccio sicuramente un salto, i mercatini di natale sono da sempre un surplus …!

  3. Marcus says:

    In realtà il “chiristmas market” in centro lo trovi anche a Vienna ed a Parigi.
    Credo sarà molto gradito anche ai turisti.
    Il problema, è il degrado (sporcizia, vu cumprà e auto) che viola quella piazza tutto l’anno !!

  4. cayak says:

    mo ci mettiamo la boutique Versace al posto del mercatino di Natale…. hai esaurito la tua immaginazione…

  5. Anonymous says:

    Quello che velatamente Tonelli vuol dire è che questo è un mercatino ad uso e consumo della famiglia/clan Tredicine, come evidenziato dai caratteri di stampa dei manifesti da sempre produzione della premiata ditta di callarostari e “gestori” dell’ambulantato romano (con tanto di rampollo all’interno dell’assemblea capitolina).
    Ovviamente raccolgo l’invito a boicottare questi devastatori di Roma, pregando babbo Natale che quest’anno possa intervenire l’Unesco o meglio ancora la Magistratura. Accendete un cero anche voi e spargete la voce !

  6. TheMax says:

    Ragazzi non serve boicottare

    Andateci, vi sfido a trovare qualcosa che non sia paccottiglia incomprabile e/o assaggini di formaggi/salumi dalla sicilia/calabria etc.

    Un merdaio, ma andateci così vi rendete conto di che livello stiamo parlando.

    A dire il vero, Marcus, non c’è confronto con i mercatini delle citate capitali europee.

  7. Marcus says:

    Guarda che io sono il primo a dire che questa amministrazione tratta Roma come fosse Amatrice o Lariano. Con mentalità paesana. Il caso dell’ albero di natale a piazza Venezia, sostituito da un presepio ancora piu’ indecente, e’ uno dei tanti esempi.
    Ma nel caso dei mercatini Natalizi, ne ho visti in realtà in tutta Europa e li considero un po’ tutti trappole per turisti.
    Sono pero’ anche una chance per i piccoli produttori (i prodotti di nicchia di cui parla spesso sessorium) per farsi conoscere. Se poi vendono solo porcate, peggio per loro.

  8. Livia says:

    Ce l’ho vicinissimo, passi per gli stand gastronomici se offrono prodotti di qualità, ma se mi confermate che ci sono gli stessi borsettari, magliari e bijoux etnici di due anni fa lo eviterò accuratamente pure quest’anno. Non bastava l’imbastardimento di piazza Navona, no!

  9. Anonymous says:

    e quello di piazza vittorio che fa veramente schifo ed è pure abusivo , da quando ci sonoquesti i cosiddetti mercatini che mercatini non sono sono centuplicati ovunque a beneficio delle solite famiglie…

  10. Cittadino says:

    Ma che bisogno c’è di andare in questo bazar: Roma è TUTTA un mercatino ambulante, tutta una bancarella, con un degrado e uno schifo senza confronti in Europa.

    Grazie a chi? Grazie al sindachetto alemanno, a borsoni e al sempre presente tredicine, con tutto quello che c’è dietro..

    Ma sì, non diciamo nulla, facciamo installare bancarelle e cosiddetti “mercatini” ovunque, chiamiamo gente, e che gente… A aprire una bancarella, che ce frega, tanto a Roma mica ci viviamo, mica ci riguarda.

    Diamo tutti gli spazi a sta gente, per il loro lucro, guarda che bei prodotti, guarda le “novità”….

    MA VERGOGNA!

  11. francesco says:

    stamani ho notato diverse affissioni con quella faccia da bandito di tredicine che sorridente sponsorizza una zozzata delle sue, sempre patrocinata dal sindaco di bari..

  12. giorgio says:

    basta con la storia della piazza stuprata, detyurpata ecc… la piazza è per definizione uno spazio dove svolgere attività, ricordate i vecchi fori? non i buchi, meglio chiarire a certa gente…

  13. Fabrizio Vienna says:

    Giorgio, nessuno mette in discussione che le piazze siano luoghi anche per attività di questo tipo.
    Quello che si contesta qui sono due cose:

    1. La qualità estetica e quella dei prodotti. Pessima entrambe.
    Vuoi veramente mettere con i mercatini di Natale di Vienna.
    Ma per favore.

    Guardati questo: http://austria.partysan.net/clublife/christkindlmarkte-2010/

    e poi pensa all’assessore Tredicine.
    e poi vomita

    2. La strana coincidenza dell’ apertura degli stand e della scomparsa degli ambulanti. Una Magia!

  14. Anonymous says:

    Solo il boicottaggio serve. MA non solo di questo. Se Roma è ridotta così si deve alla stupidità generale, e alla generale tolleranza al brutto.
    Vuoi riconoscere un locale malavitoso? E’ brutto. Cartelli sandwich fuori, plasticaccia e musica a tutto volume.
    Immaginatevi voi se a Parigi farebbero stare un carretto dei Tredicine fuori dal Louvre o al Sacre Coeur.

  15. Anonymous says:

    Per Giorgio, ma ti hanno mai spiegato la differenza tra una piazza e una piazza storica?
    Come se poi ci fosse bisogno di spiegarla…
    Nella piazzetta di Dubai o a Tor Bella Monaca, ossia nel vuoto pneumatico della modernità, fai solo una buona azione esponendo merce sbriluccicante, NON NELLA SEDE MILLENARIA DELLA CRISTIANITA’, NON DI FRONTE A UNA DELLE SETTE BASILICHE, NON DI FRONTE ALLE MURA AURELIANE, NON TRA LA SCALA SANTA E IL BATTISTERO.
    M a ci vuole uno studio universitario per capirlo?
    Via da Roma i bancarellari provenienti da Zulonia.

  16. franci says:

    il livello dei bancarellai di san giovanni, di piazza vittorio e di piazza navona riflette l’opinione che sindaco ed assessori hanno del popolo romano
    evidentemente egli, essi pensano questo è quello che si meritano i romani, che non sarebbero in grado di apprezzare altro
    evidentemente la maggioranza dei romani ama investire il proprio denaro in monnezza neanche tanto a buon prezzo

  17. Marcus says:

    Bè, non sono andato ma ho visto il video di Tonelli…
    Effettivamente avevate ragione sul fatto che il livello è decisamente più rispetto ai chiristmas markets del nordeuropa.
    In pratica solo le stesse cianfrusaglie e gli stessi stracci delle quotidiane bancarelle con pochissima roba in tema natalizio. Nessuna attenzione neppure all’aspetto estetico.
    Ed a giudicare dalla folla, molta gente si è proprio abituata alla monnezza !!

  18. Anonymous says:

    Vuoi riconoscere un locale malavitoso? E’ brutto. Cartelli sandwich fuori, plasticaccia e musica a tutto volume.”

    Ma cosa dici , ma sei fuori di testa ? in realtà i locali malavitosi sono estremamente belli e sono frequentati anche da gente in giacca e cravatta. Possibile che non hai mai letto nulla di Saviano ?

  19. Anonymous says:

    Sì eh? Mi sa che su questo blog ci scrive anche er sor Calogero da Catanzaro. I locali come Pizza da Ciro, i bar sempre vuoti, quelli coi menu coca cola fuori, l’infilata di calabresi sardi e cinesi, i distributori fuori dal negozio, l’abusivismo protetto dalla corruzione, questi sono gli indizi, brutti, dell’inciviltà che segue la mala.

  20. pino says:

    voi, ma siete pazzi…..con tutti i problemi di sopravvivenza che abbiamo i italia pensate a 30 famiglie che stanno cercando di portare il pane a casa (perché oggi si lavora per quello) pensate al mercatino di s giovanni?ma cosa volete?…il pizzo vi devono dare un contributo …perché oggi in italia funziona cosi….MA ANDATE A LAVORARE TANTO A QUESTO LINK NON MANDO UN CENTESIMO I LADRI SIETE VOI (contributi un cazzo)

  21. flavia says:

    E dopo tutto sto’ fermento come mancare…., io domani ci vado con le amiche e poi vi dico

  22. Degrado Esquilino says:

    Vi abbiamo già spiegato che ci sono altre 30 famiglie, ma forse 30mila, che non possono portarlo il pane a casa perché a causa di questo abisso di degrado questa è una città che non dà opportunità, alternative, lavoro, qualità. Quelle famiglie non valgono meno di voi solo perché voi siete amici di Bordoni e Tredicine. E’ chiaro il concetto oppure no?

    Vi hanno raccontato il mondo in cui i mutandari sono i padroni del suolo pubblico. Ecco volevamo solo dirvi che questo mondo sta cambiando. E le autorizzazioni per questo genere di schifezze non ci saranno più.

  23. mario says:

    sai che ti dico flavia se sei carina ti ci porto io e ci mangiamo un bel panino con la porchetta alla faccia loro!!!! ahahahaha, ma sei carina?

  24. Redazione says:

    Pino, Flavia, Mario sembrano persone diverse ma hanno tutti quanti lo stesso ip, questo: 217.200.37.127. Strano no? Che intelligentoni questi bancarellari, eh!?

  25. carlo says:

    Mario non allargarti che pomiciare sul sagrato è peccato. Flavia se sei carina esci con me?????

  26. Claudia says:

    Allora!!!!, ma a me non mi invita nessuno?????? Tutti a piazza San Giovanni che si picchiano ahahahaha

  27. comitato contro i gelosoni says:

    Abbiamo tutti lo stesso ip perché abbiamo scoperto la motivazione di questo astio. VOLEVATE IL POSTO VOI PER VENDERE LE MUTANDE. La discussione è scaduta non si tratta di degrado è una guerra santa verso chi opera in questa città. Peccato che nella vostra foga di insultarci vi siete dimenticati che bisogna avere rispetto del lavoro altrui e che purtroppo in italia siamo in tanti a perdere il posto perché c’è qualcuno prima di noi….., ma che stiamo facendo la guerra tra poveri perché è questo che esce. Lasciateci lavorare in pace che molti di noi non sanno neanche chi sono questi Signori che ogni tanto nominate. Abbiamo fatto una regolare richiesta di stallo e ci è stata accordata punto. Prossimo anno si vedrà chi ci sarà, ma non pensiate che un comune al di là di chi si siede sulle sedie un domani rinunci alle quote del suolo pubblico per certe aree perché sono tutti soldi che fanno cassa e non fanno schifo…., la guerra tra poveri si.

  28. Degrado Esquiilno says:

    Gelosi del degrado? Avete capito male: vogliamo semplicemente l’eliminazione a livelli europei del commercio ambulante.

  29. comitato contro i gelosoni says:

    AUGURI!!!! RITENTA SARAI PIU’ FORTUNATO!!!!! MAI RINUNCERANNO ALLE QUOTE DEL SUOLO PUBBLICO CARO SIGNORE MAI. SCUSA SE TI DIAMO CONTRO, MA LA DEMAGOGIA ROVINA IL MOMDO

  30. Anonymous says:

    Ti ricordo che vi stanno indagando, camorristi.
    Abbiamo una profonda invidia anche per Riina, soprattutto da quando sta in galera.

  31. federico says:

    Il mercatino non solo è ben ordinato, ma è bello vedere tante facce italiane che ci lavorano. Complimenti a chi lo ha organizzato. Tanti prodotti di nicchia e di alta qualità, peccato per i commenti velenosi. Io lo consiglio per i regali natalizi e per l’acquisto di prodotti alimentari. Buon Natale a tutti

  32. Anonymous says:

    Ci passo davanti tutti giorni, è sempre deserto, si vedono osceni babbi di Natale e chincaglieria appesa.

  33. Anonymous says:

    E’ deserto, ma tanto non pagano, quindi ci guadagnano comunque. L’unica è identificare e scansare questi, come altri, rifiuti della società.

  34. Rosa says:

    Grazie a tutti per il fantastico Natale e grazie a tutti quelli che parlando su questo blog hanno mosso la curiosità nella gente che è accorsa numerosa.
    Anonymous passa anche domani che porti bene e parla tanto male che porti meglio.
    Buon Natale simpatico burlone non sei ancora venuto a trovarmi eppure ti aspettavo per un caffè e per sentire le tue ragioni.
    A proposito volevo segnalarti che la metro di roma fa schifo puzza di piscio è sporca e non funziona con regolarità. Che gli ascensori delle metro sono luride e che i disabili sono disperati perchè non sanno come raggiungere i vari siti storici. Fate qualcosa

  35. Anonymous says:

    Anche oggi il mercato è completamente deserto. Per potersi permettere un banchetto senza incassare un euro deve costare molto poco.

  36. Rosa says:

    Anonymous, se non hai un euro per permetterti un banchetto ti invito a cena…., peccato che devi venire agli stand se vuoi mangiare…
    Non ho capito la tua affermazione, ma ci stai facendo i conti in tasca???
    Ma pensa al degrado che il problema della cena tu non lo senti sei un ectoplasma, infatti sono due settimane che ti invito e tu che fai???? passi, ma non passi…, come un ladro insomma piano piano e di soppiatto.
    Mi sà che la coscenza non è poi così pulita.

Inserisci un commento



(facoltativo)