Subscribe via RSS Feed

Ma per questo non si dimette nessuno???


Per Piazza Vittorio completamente massacrata da un mercato di monnezza nessuno minaccia le dimissioni? Per una piazza storica, la più grande d’Europa e una delle più celebri di Roma, utilizzata come compound per la vendita di calzini, batterie di pentole e altro nessuno si dimette? Per combattere la mafia delle bancarelle che utilizza i monumenti come appendini nessuno minaccia di andarsene? E contro la sosta selvaggia, contro i cartelloni abusivi, contro i palazzi coperti per chilometri di graffiti, contro le bancarelle, contro i camion-bar che umiliano e devastano tutta la città? Niente. Il problema sono i tavolini all’aperto. L’unica cosa, rispetto a quelle elencate, che, guarda caso, non solo crea posti di lavoro, gettito fiscale e fa felici i turisti, ma l’unica cosa che esiste in tutte le altre capitali europee nostre “competitors”. Il resto delle monnezze che non meritano dimissioni, esiste solo da noi.

La legalità? Perfetto, ci è sempre piaciuta. Ma deve valere per tutti, e deve essere imperniata su una strategia, su una visione di città. Altrimenti togli una forma di illegalità che crea ricchezza diffusa e lasci semplicemente spazio per altre illegalità che creano solo bruttezza, depressione, crimine, prepotenza.

E intanto ci teniamo le batterie di pentole sotto i portici di una delle principali piazze ottocentesche d’Europa.

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (8)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. francesco says:

    che schifo!!!

  2. AZAZ says:

    AMMAZZA CHE ZELLA

  3. Anonymous says:

    Sono d’accordo nella difesa di Piazza Vittorio da questa merda ma questo non toglie che Corsetti fa bene a fare una crociata per il rispetto delle regole al Pantheon.

    Mc Daemon

  4. Rosa d'errico. says:

    Ormai gli amministratori locali fanno le loro azioni soltanto in funzione dei propri interessi e non del cittadino. Si e’ perso, in questo sistema, il senso del bene comune e il degrado che e’ visibile a tutti ne e’ lo specchio! Ci vorrano anni, forse una generazione per avere una classe politica degna di tale nome…

  5. Marco says:

    Una vergogna

  6. Anonymous says:

    premettiamo che completamente abusivo e chi l’organizza riscuote pure un compenso giornaliero dai rivenditori di circa 90 euro.

  7. Appio says:

    Corsetti lì dove fa rimuovere i tavolini abusivi dovrebbe pensare a palettare le strade, perchè altrimenti queste vengono riempite da auto in sosta selvaggia (vedi Arco della Pace)

  8. Manuele Mariani says:

    hanno consentito e approvato quello SCEMPIO di palazzaccio che si vede nella prima foto.. quello è un danno Eterno_ un vero Crimine. Architetti da GALERA !! capre ignoranti incapaci !!!

Inserisci un commento



(facoltativo)