Subscribe via RSS Feed

Archivio di November, 2011

Come sarà Piazza Vittorio (solo il giardino però)?

Come sarà Piazza Vittorio (solo il giardino però)?

Presentato il progetto per la nuova Piazza Vittorio. Due milioncini di euro sonanti per riqualificare il giardino, che però non è certo l’area che ne ha più bisogno. Parte comunque una progettazione partecipata (quanto partecipata?) alla quale dobbiamo dare il nostro contributo di qualità

Share
E’ l’unica Cattedrale al mondo, ridotta così

E’ l’unica Cattedrale al mondo, ridotta così

Descrivere una situazione indescrivibile. E che costituirebbe uno scandalo nazionale in qualsiasi altro paese occidentale. Non è facile, ci proviamo. Con una foto e con un video.

Share
Pullman turistici. Non se ne può più

Pullman turistici. Non se ne può più

L’area di Porta Maggiore e di Via Statilia è completamente divorata dalla prepotenza di alberghi e relativi fornitori di bus turistici. Uno scempio che non ha più limiti, che è diventato la regola, che sottrae posti auto, che rende le strade insicure, che recinta dietro ad una coltre di lamiere monumento e emergenze archeologiche. Abbiamo scritto ai responsabili.

Share

Un video per partecipare alla giornata dei blog uniti contro i cartelloni abusivi

Con questo video anche Degrado Esquilino (e dio solo sa il nostro Rione quanto è interessato alla faccenda) partecipa alla giornata dei blog anti-degrado uniti contro i cartelloni abusivi. Ringraziamo il sito Noiroma che ha avuto la trovata di unire, volta per volta su un tema specifico, tutta la variopinta costellazione dei blog romani. E [...]

Share
Oggi alle 17 tutti alla sede del XI per parlare dello scandalo dei cartelloni che non accenna a diminuire, anzi…

Oggi alle 17 tutti alla sede del XI per parlare dello scandalo dei cartelloni che non accenna a diminuire, anzi…

Tutti i presidenti di Municipio non conniventi con questa maggioranza che ha dato il via libera alla camorra dei cartelloni abusivi e molti comitati si vedranno oggi nella sede di Via Benedetto Croce. Per fare il punto su una situazione unica al mondo che profondamente umilia la città, la rende terreno di conquista da parte [...]

Share
Ieri gli amici del figlio di Alemanno hanno distrutto il nostro Rione

Ieri gli amici del figlio di Alemanno hanno distrutto il nostro Rione

Tra Casa Pound e Bloccostudentesco il nostro Rione continua ad essere fatto oggetto dell’aggressione di questi parassiti urbani che si servono di qualsiasi superficie verticale libera per comunicare tutta la loro idiozia. Noncuranti della voglia del 99% dei cittadini di vivere in una città dalle sembianze occidentali, non in una ignobile casbah. A Napoli questi atteggiamenti vengono stoppati sul nascere, mentre a Roma…

Share
Un nuovo supermercato, neanche brutto tutto sommato

Un nuovo supermercato, neanche brutto tutto sommato

Un nuovo supermercato, aperto qualche settimana fa in Via Guicciardini, presenta delle carattristiche, per una volta, di piacevolezza e decenza estetica. E anche se sarebbe la normalità, dalle nostre parti dove i supermercati sono sempre sinonimo di sciatteria, non è poco.

Share
Facciamo che le strade vengono risistemate solo dopo aver sistemato i marciapiedi

Facciamo che le strade vengono risistemate solo dopo aver sistemato i marciapiedi

La cosa che ci fa più rabbia in assoluto? Vedere che vengono riqualificate delle strade considerando “riqualificazione” il miglioramento del fondo stradale a disposizione delle vetture. Senza pensare che il primo intervento dovrebbe essere quello a vantaggio dei marciapiedi e dei percorsi pedonali. Questo sta succedendo in Via Carlo Felice.

Share

Curiosi di sapere cosa diavolo succederà in Piazza Dante? Oggi l’incontro pubblico

Martedì 22 Novembre, alle ore 18.00, presso il Teatro della Scuola Di Donato in via Bixio 85, il Presidente Orlando Corsetti incontrerà i cittadini del rione Esquilino per presentare il progetto di cantierizzazione di piazza Dante. Al fine di illustrare al meglio il progetto e rispondere ad eventuali dubbi o domande sull’intervento, saranno presenti all’assemblea [...]

Share
Stanno uccidendo la Cattedrale

Stanno uccidendo la Cattedrale

Quello che sta succedendo a San Giovanni in Laterano da una parte è terribile, da una parte è la quintessenza di quanto sta capitando in tutta la città. Roma viene quotidianamente, da tre anni a questa parte, regalata ai racket più sudici e fangosi che si possa immaginare. Con conseguenze, invece, che non si possono neppure immaginare…

Share
Manco in Pakistan

Manco in Pakistan

Non solo il ridicolo caso dei continui incidenti, ma anche tutto il degrado assoluto che ci sta intorno. E ieri i soccorsi, per risolvere il problema della collisione a Porta Maggiore, hanno dovuto aspettare ore e ore che si togliessero di mezzo, con grande spiegamento dei carri attrezzi, le cento vetture in sosta selvaggia che cingono d’assedio la più bella porta delle Mura Aureliane ogni giorno.

Share
Santa Croce in Gerusalemme? Gli indignati siamo noi!

Santa Croce in Gerusalemme? Gli indignati siamo noi!

Non ne avevamo ancora parlato mai. E molti di voi ci avvano sollecitato. Non lo avevamo fatto perché speravamo, ragionevolmente, che la situazione si sarebbe sbloccata. Così è stato solo ieri, forse un po’ troppo tardi. E allora ecco il nostro commento sulla baraccopoli davanti a Santa Croce.

Share
E visto che ieri abbiamo parlato di marciapiedi…

E visto che ieri abbiamo parlato di marciapiedi…

Situazione di emergenza che dovrebbe essere citata in qualche denunzia, in qualche class action, in qualche diffida europea per mettere in mora il Comune di Roma. E’ assolutamente fuorilegge, infatti, tenere le strade in queste condizioni. Impedendone l’uso a anziani, carozzine, passeggini, non vedenti, portatori di handicap costretti in sedia a rotelle. Qui, anche qui, c’è tutta la violenza (violenza!) in grado di sprigionarsi in questa città.

Share
I tombini rotti sono pericolosi, mettiamoci quattro zeppi di ferro arrugginito, no?

I tombini rotti sono pericolosi, mettiamoci quattro zeppi di ferro arrugginito, no?

L’ennesimo curioso ritrovato dell’arredo urbano capitolino, qui all’Esquilino. Non solo i tombini sono in un ridicolo cemento “sbriciolabile” ma quando, ovviamente, si distruggono, anzi si sbriciolano, vengono protetti da un orripilante steccato di pali arrugginiti, appuntiti, pericolosissimi. Tenuti insieme da un nastro di plastica bianco e rosso. Un orrore, nel pieno centro della Capitale del paese. Su marciapiedi che sono già, abbondantemente, da quarto mondo.

Share
Nel segno dell’abbandono

Nel segno dell’abbandono

Esquilino, terra d’abbandoni. O meglio, Esquilino: quartiere discarica. Nessun’altra definizione potrebbe essere più adeguata dopo aver osservato le foto contenute in questo articolo. Protagonisti? Moto, motorini e biciclette. Che stanno trasformando il rione in uno sconfinato sfasciacarrozze all’aperto.

Share
Qualcuno fermi il Primo Municipio!

Qualcuno fermi il Primo Municipio!

Quello che il Primo Municipio sta facendo sulle occupazioni di suolo pubblico riguardanti i tavolini all’aperto è una porcheria senza limiti. E per fortuna ora anche le associazioni degli esercenti se ne stanno accorgendo. La cosa non riguarda l’Esquilino in particolare, anzi tocca il nostro Rione marginalmente, ma è comunque opportuno parlarne per sottolineare un errore clamoroso che il governo del Municipio sta portando avanti con pervicacia insensata e indifendibile.

Share

C’è un modo per fermare il Codacons. Smetterla di associarsi al Codacons!

Il Codacons, come i sindacati e molte altre organizzazioni che hanno mandato a ramengo questo paese, si basano sull’autorevolezza che gli è conferita dai loro iscritti. Se i loro iscritti vanno a zero queste organizzazioni valgono zero. Ecco perché ci fa specie sentire gente che si lamenta delle condizioni in cui si trova il mercato [...]

Share
Guerrilla Gardening, tornate presto

Guerrilla Gardening, tornate presto

Un intervento dei Guerrilla Gardening in una piccola aiuola prospicente Porta Maggiore ci fa pensare a come dovrebbe e potrebbe essere quest’area se fosse trattata con un minimo di cura e di rispetto.

Share
Lavori pubblici. Timidamente si riparte con le strade dell’Esquilino Sud

Lavori pubblici. Timidamente si riparte con le strade dell’Esquilino Sud

Ripartono i lavori nel Biancamano Village, a sud dell’Esquilino. Dopo la risistemazione di Via Ludovico di Savoia, Via Biancamano, Via Sessoriana e Via Sommeiller, si procede con Via Menabrea. Tra enormi fatiche e sfiancanti trattative per fare quel che dovunque, al mondo, è normalità. Ma c’è da dire che oggi, dopo due anni di duro lavoro da parte di Comitati e politici amici, questo piccolo angolo di Rione ha cambiato un po’ faccia.

Share
Festeggiamo tre significativi risultati

Festeggiamo tre significativi risultati

Tre questioni che rappresentano piccoli successi delle nostre battaglie quotidiane. Perché ogni tanto occorre anche fermarsi e fare il punto su cosa si ottiene, mica si può stare sempre a sbraitare al vento senza guardarsi alle spalle o di lato. Ed ecco, dunque.

Share
E nonostante tutto continuano ad installare

E nonostante tutto continuano ad installare

A dispetto della decenza, del ritegno e delal logica in città continuano a spuntare ogni giorno centinaia e centinaia di nuovi cartelloni abusivi. Anche in pieno centro, anche in mezzo ad un incrocio. Anche in un importante scorcio di Esquilino, di fronte ad una chiesa.

Share
Il nostro Rione non è una bacheca a disposizione del racket degli attacchini

Il nostro Rione non è una bacheca a disposizione del racket degli attacchini

Questa è l’ascensore della metropolitana a Via Manzoni. E’ molto bella, un parallelepipedo di cristallo che fa molto Europa in una città che Europa non sembra mai. Tuttavia questo manufatto, nuovo e da poco realizzato, non è mai pulito. Non gli viene mai data tregua dalla mafia delle affissioni abusive. Come fare per risolvere questo problema in assenza di volontà politica da parte dell’amministrazione?

Share
Gente normale, che si trasforma in gente criminale. Senza saperlo?

Gente normale, che si trasforma in gente criminale. Senza saperlo?

L’inqualificabile parcheggio di un dipendente di un supermercato su Via di Santa Croce in Gerusalemme e una riflessione per marcare la differenza tra una infrazione nel traffico ed un tentato omicidio.

Share
Tocca accontentarsi di poco

Tocca accontentarsi di poco

La ridicola segnaletica da città sottosviluppata c’era e ora non c’è più. Ne avevamo parlato noi, ne avevano parlato altri blog. Soprattutto grazie all’impegno di alcuni lettori, che avevano segnalato, segnalato e ancora segnalato. Qui, nell’unica città dove “riqualificare” non significa aggiungere qualcosa di bello, ma per lo meno togliere qualcosa di brutto…

Share