Subscribe via RSS Feed

L’università avrà un nuovo giardino

Si appresta ad una felice conclusione l’iter, complicato e portato a termine solo grazie all’impegno dei cittadini e dei comitati, per restituire dignità al giardino interno alle ex caserme che oggi, lungo Via Principe Amedeo, ospitano l’università. Il prossimo 25 ottobre (dalle ore 10 fino al pomeriggio inoltrato) grazie a Respiro Verde e a Cittadinanzattiva i giardini della facoltà universitaria di Lingue Orientali torneranno a nuova vita. Verranno piantati alberi (Ginko Biloba, Melograno, Avogado, Cotogno Giapponese…) piante (Cicas, Bouganvillea…) e fiori donati da Respiro Verde e amici vari amanti degli alberi.
L’evento ha avuto il plauso anche del presidente Orlando Corsetti che dovrebbe partecipare e che si è personalmente impegnato a rilasciare la concessione (agevolata) per l’occupazione di suolo pubblico al bar al cortile che in cambio collaborerà alla manutenzione e alla pulizia insieme alla Corime (la società che fa servizi per il mercato) e ai cittadini che vigileranno.
Si sta procedendo anche a coinvolgere l’Istituto Confuciano (come vedete nel giardino c’è una bella statua orientale), l’Università e gli studenti al fine di collaborare per un maggiore rispetto dell’area, ma anche con proposte ed eventi culturali. Le tappe per un recupero completo sono insomma le seguenti:

il 25 piantumazione delle piante nuove e pianificazione per l’innaffiamento e la manutenzione,

successivamente (tempi burocratici per la concessione dal municipio permettendo…) il rar collocherà una pedana nella zona più degradata di verde per la collocazione dei tavoli

nei mesi successivi verranno sostituite le transenne (provvisorie) che attualmente impediscono l’accesso ai sotterranei garage con cancelletti in ferro (autorizzati sempre dal Municipio)

chiederemo poi all’Università di collocare delle grandi bacheche dove gli studenti possano attaccare i loro vari annunci per impedire l’abitudine (purtroppo) di affiggerli abusivamente attorno a tutta l’area.

Infine è stato contattato il nuovo punto Einaudi per poter fare eventualmente in futuro (in estate) anche presentazioni di libri o letture nel giardino ritrovato. La strada è lunga ma il percorso per strappare al degrado un pezzo di verde del centro della città è iniziato!

Share

si parla di:

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (2)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. Massimo Livadiotti says:

    Aggiungiamo solo per dire che in caso di pioggia (seria) la piantumazione prevista per il 25 ottobre verrà rimandata….

  2. Massimo Livadiotti says:

    Dobbiamo aggiungere (e ce ne scusiamo) il prezioso ruolo di mediazione svolto in questi mesi da Leonardo Carocci del Progetto di Mediazione Sociale utilissimo nel cercare di creare una sinergia virtuosa tra i prmotori della iniziativa (Respiro Verde e Cittadinanzattiva) e la Corime che ha la menutenzione dell’area. Infine non dimentichiamo anche la partecipazione alle prime e importanti riunioni dell’Associazione Monti Esquilino insomma…. un grazie a tutti e speriamo fra un anno di poter dire che si è raggiunto l’obbiettivo che ci eravamo posti!

Inserisci un commento



(facoltativo)