Subscribe via RSS Feed

Lavori fermi al Parco di Via Statilia. Esiste un valido motivo?


Forse si, forse no. O forse, più probabilmente, è la solita storia. Si lavora, si trovano dei reperti di valore pari a zero, la soprintendenza blocca tutto, poi non può o non vuole intervenire, e intanto le cose vanno a ramengo. Dopo un po’ la soprintendenza si degna di fare trentanove secondi di sopralluogo e decide che si può andare avanti. E’ una cosetta che blocca il paese e che, a nostro avviso, determina una perdita secca di un punto e mezzo di pil annui. Fate un po’ voi. Al Parco di Via Statilia potrebbe essere successo proprio così. Per verificare ci siamo intrufolati illegalmente nel cantiere (in pieno giorno, ovviamente nessuno ci ha detto alcunché), abbiamo effettuato riprese (nessuno ci ha detto alcunché) e ora le pubblichiamo.

Cosa si vede nella famigerata buca dove si narrava la presenza di un tesoro archeologico? Un cacchio di nulla. Un cippo, forse delle fondamenta. Speriamo che i lavori ripartano in fretta e negli ultimi giorni qualcosa si muove. Resta il fatto che non comprendiamo perché, in attesa del verdetto degli archeologi, non si è proceduto a cantierizzare l’altro versante del parco, l’altro lotto sul quale i lavori ancora non sono cominciati. Sale la nostra paura, il terrore di un blitz, di un golpe, di un colpo di mano: ristruttureranno solo l’area entro la cancellata lasciando al totale degrado e abbandono il resto e dunque non ottemperando al contratto ed al progetto? Speriamo davvero di no.
Intanto, per rincuorarci, vi giriamo le buone nuove che ci arrivano via Stefano Tozzi, capogruppo del PdL in Municipio: pare infatti che l’eliminazione dei ridicoli posti auto a resega dentro il marciapiede lungo Via di Santa Croce in Gerusalemme sia avvenuta con successo. Sarebbe stato davvero un peccato realizzare questo parco e poi guarnirlo con le lamiere fumanti di qualche volgare suv appiccicato alle ringhiere.

Share

si parla di: , , ,

categoria: articoli

Segnala questo articolo via e-mail

Commenti (2)

Trackback URL | Feed RSS dei commenti

  1. ale says:

    confermo che i lavori sono stati fermi un bel po’ però sono almeno un paio di settimane che sono ricominciati (prima non so perchè non ero a Roma)….forse avreste dovuto pubblicarlo prima questo articolo! :)

  2. Massimo Livadiotti says:

    I lavori sono ripresi….stamane ho fatto un salto nel cantiere! Nell’immagine ferma del video si vedono le 2 trincee scavate che passano vicinissime alle radici dei 2 grandi pini!!! Credo che sia dovere del X dipartimento di fare un sopralluogo x stabilire a questo punto la stabilità dei 2 alberi che hanno subito un taglio molto ravvicinato delle radici!Non vorremmo che una volta inaugurato il parco si dovessero schiantare a terra i due pini….e a quel punto chi paga?? Per cui sarebbe meglio un monitoraggio.

Inserisci un commento



(facoltativo)